cultura

Cinema d'autore al Caporali. Si proietta "Un affare di famiglia"

sabato 3 novembre 2018
Cinema d'autore al Caporali. Si proietta "Un affare di famiglia"

Con l'autunno al Cinema Caporali di Castiglione del Lago torna la programmazione di elevata qualità artistica. Lunedì 12 novembre alle 21.30 e mercoledì 14 novembre alle 18 e alle 21:30 si proietta "Un affare di famiglia" il capolavoro di Kore-eda Hirokazu premiato con la Palma d'Oro pochi mesi fa al Festival di Cannes, interpretato da Lily Franky, Sakura Andô, Mayu Matsuoka, Kirin Kiki, Jyo Kairi e Miyu Sasaki.

In "Un affare di famiglia" Kore-eda Hirokazu analizza le disuguaglianze sociali e crea un classico vivente. In un umile appartamento vive una piccola comunità di persone, che sembra unita da legami di parentela: così non è, nonostante la presenza di una “nonna” e di una coppia, formata dall’operaio edile Osamu e da Nobuyo, dipendente di una lavanderia. Quando Osamu trova per strada una bambina che sembra abbandonata dai genitori, decide di accoglierla in casa.

La famiglia, per definizione, non si sceglie. O forse la vera famiglia è proprio quella che si ha la rara facoltà di scegliere. Libero arbitrio parentale: un tema niente affatto nuovo nel cinema di Kore-eda Hirokazu, dallo scambio di figli di "Father and Son" alla sorellanza estesa di "Little Sister". Ma "Un affare di famiglia" percorre solo in apparenza binari antichi, nascondendo una differente declinazione della materia, che guarda al sociale come l’autore non faceva dai tempi di "Nessuno lo sa", con un’opera brutalmente separata in due atti, che lavora molto sul dialogo con lo spettatore.

Il primo segmento sembra esaudire appieno le aspettative di quest’ultimo, introducendolo a un gruppo di ladruncoli che, per interesse prima e per affetto poi, si ritrova a festeggiare un colpo, simulando di avere dei rapporti effettivi di parentela. Tutto sembra procedere nella direzione più attesa, sino alla svolta narrativa che riapre il vaso di Pandora e rimette tutto in discussione. “Buoni”, “cattivi”, giusto e sbagliato, diventano concetti ribaltati sullo spettatore e sui suoi dubbi, con una padronanza della narrazione, già intravista nel “rashomoniano” "The Third Murder", che guarda al relativismo di Akira Kurosawa, ancor più che al consueto termine di paragone di Ozu.

Kore-eda è ormai talmente padrone della propria poetica, elaborata attraverso una lunga e pregevole filmografia, da poterne disporre a piacimento, rivoltandola come un guanto per offrire nuovi punti di vista, nuove ricerche di verità. Il conflitto tra legge morale e legge sociale trasforma i toni quasi da commedia della rappresentazione della famiglia fittizia in un dramma colorato di nero, che colpisce come una sferzata, dopo aver aperto il cuore al sentimento. Lo scontro tra legge e natura raggiunge il suo apice nell’epilogo di "Un affare di famiglia", dimostrando l’invincibilità della prima, che ostruisce la costruzione di un modello alternativo, ma ribadendo con forza le ragioni della seconda.

Un approfondimento sul piano filosofico rispetto al passato dell’autore, che si rispecchia in una maestria formale sempre più stupefacente. Nel primo segmento Kore-eda costruisce una successione di microsequenze mirate ad abbattere ogni resistenza emozionale: il quadro familiare che si ricompone nella plongée dei fuochi d’artificio e poi nell’orizzontalità del bagnasciuga; le simmetrie di lividi e bruciature (le braccia delle donne, le gambe degli uomini), che accomunano paternità o maternità e sembrano segni del destino, esposti di fronte a una giustizia che chiude occhi e orecchie.

Con la grazia che lo contraddistingue nella trattazione delle dinamiche familiari e nelle sfumature di comportamento dei più piccoli, infatti, Kore-eda seziona, con un invisibile bisturi, l’ipocrisia su cui si regge il formalismo nipponico e svela l’abisso che separa le classi sociali. Le professioni umilianti o usuranti che accomunano i membri della “famiglia” costituiscono il nuovo proletariato urbano, assai più eterogeneo e meno leggibile di quello analizzato da Marx. La classe operaia che, anziché sognare il paradiso o una rivoluzione, convive con il “job sharing”. Con "Un affare di famiglia" si ride, ci si commuove e si rischia di finire con il cuore in frantumi. Mai così pessimista, ma forse mai così lucido, Kore-eda è ormai un classico vivente.

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 aprile

"Alviano, un castello da favola" tra proposte didattiche ed animazioni in costume

Quale venticinque aprile?

Oltre 250 persone alla presentazione del libro "Erminia Frezzolini. La signora della lirica"

Otto nuovi campioni regionali al Trofeo Arcobaleno Fidal

Premio Letterario Città di Lugnano, ecco i nomi che compongono la giuria

Numero Umbria Sanità, per abbattere le barriere tra il sistema sanitario e i cittadini

Arte in movimento al Colle del Duomo, visite guidate a passo di danza

Marini scrive a Ruggiano: "25 aprile da celebrare tutti uniti"

Gli ex sindaci di Todi scrivono al loro successore: "Riveda la sua posizione"

"Manciano Street Music Festival", dal 7 al 10 giugno l'edizione 2018

Problemi sulla Direttissima, pendolari dirottati sulla linea Lenta

Il messaggio dell'Amministrazione Comunale: "Viva il 25 Aprile, viva la Libertà"

Protocollo tra Comune e Unipg per studiare le proprietà cosmetiche e salutari delle argille

La Vetrya Orvieto Basket si aggiudica Gara 1 di Semifinale

La Biblioteca fiorisce di iniziative per "Il Maggio dei Libri 2018"

Orvieto accoglie i partecipanti de "La Carrareccia Liberata"

Piazza del Popolo, Piazza Vivaria e Piazza Corsica, ecco cosa cambia

Anche ad Orvieto arriva la Carta d'Identità Elettronica

Messa in sicurezza del muro, divieto di sosta in Via Cesare Nebbia

Presentato "Metamorfosi 2. Riciclo Creativo", un sogno di carta che si fa solidale

Ballata alla maniera di Faber

Zambelli Orvieto, una debuttante che comincia a fare paura

Caccia in Umbria, ecco la proposta di Calendario Venatorio 2018/2019 preadottata

"Italia Nostra invita la Soprintendenza umbra a formulare un parere che salvaguardi Orvieto"

Seconda edizione per "Orvieto a tutta birra". In Piazza del Popolo, la Festa della Birra Artigianale

Torna "Il Cantamaggio" a Ciconia, ecco come cambia la viabilità

Modifiche alla viabilità, il mercato trasloca in Piazza Cahen

Colpo di scena in Consiglio Comunale. Loriana Stella dimissionaria

Patto di amicizia fra Orvieto e Pesaro nel segno di Padre Gianfranco Maria Chiti

"Tentazioni", personale di pittura di Ioan Pascu al Centro Studi "Città di Orvieto"

Sei nuovi ingegneri "junior" dal Corso di laurea in Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni di Orvieto

"Voci del Sacro". Sabato 24 aprile a Guardea la "Passio secondum Joannem"

In difesa del Tribunale di Orvieto: interrogazione Belcapo in Consiglio. Barberani: "L'aria che tira non è incoraggiante"

Interrogazione Gialletti sulla disciplina transitoria riguardante gli allietamenti: "Tutti devono attenersi a delle regole". Il Sindaco: "a molti sfugge la distinzione tra allietamento ed intrattenimento"

"La scultura lignea in Italia, in Umbria e nella Diocesi". Sabato 24 aprile seminario a cura della associazione "Pietre Vive"

Episodi di vandalismo, a matrice politica e non, compiuti nel territorio comunale. Rosmini: "deplorevoli e frutto di stupidità"

Ancora su Commercio e Turismo. Chi discrimina chi?

Anas, i diserbanti utilizzati sulle strade di competenza non sono dannosi né per l'uomo né per l'ambiente

Effetto Stella: entra in Consiglio Cecilia Stopponi

Vicenda Grinta Srl. Tutto rimandato a fine maggio, l'azienda ha tempo un mese per trovare soluzioni concrete

"Dalla traccia alla prova. Il contributo dei RIS all'attività della Polizia Giudiziaria e della Magistratura": Fabro incontra i suoi illustri cittadini

L'Italia che non finisce di stupire. Assurda la proposta Fieg sulla tassa Internet per finanziare l'editoria

Guido Scorza: "L’idea è inaccettabile e giuridicamente illegittima. Nel Paese dei dinosauri paga sempre l'innovazione"

Il Gala perde e attende l'ultimo impegno. In arrivo il 1° Torneo Gala5

I legali degli indagati all'opera per il dissequestro: "in regola i permessi per costruire"

Lo stalking diventa reato autonomo. Non tutto è perfetto ma si esce finalmente dal silenzio

Viabilità, sicurezza e servizi all'area residenziale ed industriale di Bardano, respinta in Consiglio la mozione del Gruppo Misto

Corso di laurea in Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni di Orvieto: laureati altri otto ingegneri "junior"

Istituite forme di previdenza e assistenza complementare per il personale della Polizia Municipale

Il Comune di Orvieto aderisce alla Carta Europea per l'uguaglianza e le parità fra donne e uomini nella vita locale

Paolo Trippini scelto per concorrere al premio "Miglior Chef del Centro Italia"

Vauro e la Rai, tra nuovi partigiani e vecchi regimi

Le cave si stanno mangiando il bel Paese. Un contributo alla Settimana della Cultura

1600 euro i fondi raccolti dai Giovani Democratici per l'Abruzzo

25 aprile: "E' una ricorrenza di tutti, festeggiamola insieme". Molte le iniziative a Orvieto e nel Comprensorio

A Castelviscardo incontro tra Fausto Ermini e Massimo Tiracorrendo

A San Venanzo intitolazione della Biblioteca Comunale a Stefano Millesimi. Mostra personale di pittura dell'artista

Passeggiata ecologica a San Venanzo

La Sapienza intitola a Sante De Sanctis l'aula magna delle facoltà di Psicologia

A Montegabbione incontro su "La battaglia dimenticata". Pomeriggio sportivo con la cronoscalata Faiolo-Montegabbione

Ad Orvieto in mostra le opere di Paolo Antonini

"Un Canto per la Vita". Al Palazzo dei Congressi la Corale Polifonica della Cattedrale di Orvieto

25-26 aprile sull'altopiano dell'Alfina manifestazione di aeromodellismo

Partito da Orvieto il VII Giro Podistico dell'Umbria sotto il maltempo