cultura

Salta anche "Orvieto4Ever". L'edizione 2018 non vedrà la luce sulla Rupe

lunedì 21 maggio 2018
Salta anche "Orvieto4Ever". L'edizione 2018 non vedrà la luce sulla Rupe

Dopo quattro edizioni sulla Rupe salta anche "Orvieto4Ever". Annullata, infatti, l'edizione 2018 del grande evento a stelle e strisce che lo scorso anno portò ai piedi del duomo, tra gli altri, il tenore Andrea Bocelli e il cantante Usher. A spiegare le ragioni della decisione è Marco Bosco, CEO / Creative Director della Dream Loud NYC - 4EVer Brand organizzatore dell'evento nato per intrecciare e rilanciare a livello mondiale i valori di comunione e fratellanza e il sentimento dell’Independence Day con i principi fondamentali della dichiarazione d'indipendenza degli Stati Uniti. Il tutto, con il patrocinio dell’Ambasciata Americana in Italia, del Comune e della Regione.

"E’ con profonda amarezza - scrive Bosco - che annunciamo la cancellazione di Orvieto4Ever per il prossimo 4 luglio 2018 dopo un altro anno di lavoro e programmazione tecnica e artistica per dare continuità alla celebrazione del 4 Luglio, oggi ormai alla 5° edizione. Purtroppo oggi ancora di più non ci sono le condizioni per portare un’ altra volta un tale investimento senza nessun vero supporto amministrativo e della città stessa. Questo evento vale tantissimo nel suo profilo e nel modo in cui e’ sempre stato organizzato e promosso e "REAL WOLRD CLASS EVENT".

Le grandi Orchestre , i grandi Artisti, i personaggi famosi dello spettacolo e della politica la visibilità' in stampa nazionale e oltre oceano, la televisione e i grandi supporti multimediali per la Città' e l ' immagine del nostro Duomo nel Mondo legato al 4 Luglio. Con questo e per questo abbiamo portato Andrea Bocelli e Usher nel 2017 e abbiamo ora ottenuto il via per il 4Ever Show nella città' di Firenze per Florence4Ever dal Sindaco Nardella e dalla Regione Sicilia per Sicily4Ever al Teatro Antico di Taormina.

Tutto questo vale e costa molto ed e’ il modo di veramente promuovere queste città e il nostro paese che vive sul turismo vero. Orvieto4Ever è una parte centrale del Format ma non fatta in queste condizioni. Nel guardare al 2019 e alle elezioni comunali abbiamo una grande opportunità' di unirci e di focalizzare. Noi di Dream Loud NYC, valuteremo onde i permessi per Piazza Duomo e il supporto amministrativo e cittadino arrivi entro e non oltre il 20 Giugno 2018 , valuteremo se fare lo Show per il 2019 o negoziare un nuovo percorso di 5 anni con la nuova amministrazione.

Con questo voglio mettere la mani avanti...questo non è un documento contro Germani e a favore dell'opposizione. E’ solo una nostra valutazione di 5 anni di impresa avendo promosso noi di più questa città nel mondo che conta delle amministrazioni stesse o degli stessi Orvietani. Con questo voglio annunciare la mia disponibilità a mettermi in gioco e prendere un compito nell' amministrazione nel gestire per Orvieto i grandi Eventi e i rapporti internazionali. Questa città ha molte potenzialità vorrei portare con me un team nuovo di professionisti per selezionare solo eventi di livello e portare le dinamiche giuste aiutando dall'interno la parte istituzionale e commerciale. Solo così possiamo ottenne i risultati che la città merita di crescita e sviluppo".

Una comunicazione informale, circolata sui social, alla quale ha presto risposto il sindaco Giuseppe Germani. "La decisione della società organizzatrice dell’evento - chiarisce il primo cittadino - ci rammarica poiché, come Amministrazione Comunale, abbiamo garantito lo scorso anno il massimo supporto possibile per ospitare Andrea Bocelli e anche per quest’anno abbiamo assicurato la massima collaborazione possibile nei limiti delle capacità finanziarie e nel rispetto delle prerogative dell’Ente.

Trattandosi di un evento organizzato da un soggetto privato non possiamo che rispettare la decisione unilaterale di non svolgere in questo anno un appuntamento artistico e culturale di così grande livello, che proprio per questo, ha bisogno di uno sforzo fuori dall’ordinario da parte dei soggetti istituzionali e soprattutto di notevoli investimenti sul versante privato.

Del resto, il livello raggiunto da Orvieto4Ever è tale ormai da esigere allestimento e ospiti di altissimo profilo, i quali richiedono l’impegno congiunto di tutti perché l’evento possa realizzarsi senza perdere il grado di visibilità e di eccellenza finora raggiunti. Come peraltro accaduto in passato, il mancato svolgimento dell’evento per questo anno, non preclude in alcun modo la prosecuzione in futuro del format.

In questo senso, incontreremo i rappresentanti della società organizzatrice per valutare ogni possibile percorso in vista del 2019, consci del nostro ruolo di rappresentanti della città intera e delle categorie tutte".

Il M5S invoca regole e responsabilità per gli eventi

Commenta su Facebook