cultura

Porte aperte al Castello Orsini, tra giardini medioevali e chiese restaurate

martedì 13 febbraio 2018
di Davide Pompei
Porte aperte al Castello Orsini, tra giardini medioevali e chiese restaurate

Nuova, duplice, tappa per il tour della bellezza promosso da Anna Rita Properzi, guida turistica e ambientale escursionistica abilitata dalla Regione Lazio in collaborazione con "Next Associazione Culturale – Scuola di Arti Visive". Il viaggio nella Tuscia dei piccoli borghi che si affacciano sulla Valle del Tevere, tra castelli e antiche casate nobiliari della Tuscia Farnesiana, cerchia in rosso sul calendario il terzo weekend del mese.

Destinazione Vasanello, a meno di un'ora da Orvieto, per l'apertura speciale – la prima dell'anno – di Castello Orsini, baluardo ben conservato alle porte del borgo, oggetto privilegiato di una visita che include la Fabbrica della Ceramica, il Giardino Medioevale, la vicina Chiesa di Santa Maria e quella, appena restaurata, dedicata al Santissimo Salvatore, e che offre l'opportunità di sorseggiare un buon caffè, servito nelle porcellane della collezione della Fabbrica, nella Sala d'Armi.

Qui hanno soggiornato Adriana Mila, sposa di Ludovico Orsini, la bella Giulia Farnese e una giovanissima Lucrezia Borgia. Da fortezza difensiva – il primo torrione è del 1285 – a residenza signorile, è a metà del '400 che i soffitti cassettonati, finemente dipinti, si ricoprono di motivi celebrativi. Numerose, le famiglie che si susseguono nei secoli in qualità di inquilini. Dai Delle Rovere ai Colonna, dai Barberini ai marchesi Misciattelli, legittimi proprietari dal 1907.

"Attraversando le stanze del castello – anticipano gli organizzatori – potremo ammirare soffitti in legno originali decorati con i simboli araldici delle famiglie Orsini e Farnese, affreschi con simboli alchemici e una collezione di splendide ceramiche realizzate nella Fabbrica, purtroppo chiusa dal 1978, fondata dal Marchese Paolo Misciattelli, professore di chimica e tecnico ceramico, dotato di un raffinato gusto artistico che utilizzò per di innalzare qualitativamente la produzione locale.

L’innovativa produzione a terra bianca, detta dell'impasto dolomitico più adatto per le ceramiche artistiche, fu sistemata nelle ex scuderie del castello. Iniziò, così, un periodo fecondo che raggiunse l’apice negli anni '60-'70, con la collaborazione di artisti di fama internazionale quali Marino Mazzacurati, Renato Guttuso e lo sculture viareggino Giulio Francesconi che qui fondò una scuola per non far morire l'arte millenaria delle terrecotte".

Presentato come "luogo di delizia paradisiaca", il Giardino Medioevale che circonda il maniero comprende "Hortus", l'orto delle verdure e dei frutti, "Hortus Conclusus", il cosiddetto giardino d’amore, "Herbularius" ovvero il giardino delle piante officinali e aromatiche, e "Pomarium", il frutteto. "Un luogo di una bellezza unica, che nel 1300 veniva utilizzato come vero e proprio orto utile al sostentamento degli abitanti del castello e del borgo, ricostruito fedelmente in base ad un antico documento ed ispirato al Decamerone".

Le porte si aprono nel pomeriggio di sabato 17 febbraio. Appuntamento alle 15.30 in Piazza della Repubblica, con possibilità di lasciare l'auto nel parcheggio pluripiano che sorge nelle strette vicinanze. Si replica domenica 18 febbraio alle 9.30, con le stesse modalità. In entrambi i casi, il costo della visita comprensiva di visita guidata e ingresso al castello, è di 13 euro a persona. Gratis per i bambini. Prenotazione obbligatoria entro venerdì 16 febbraio.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni:
333.4912669 – annaritaproperzi@gmail.com

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 25 febbraio

Meteo

domenica 25 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 1.0ºC 89% discreta direzione vento
15:00 -1.0ºC 89% discreta direzione vento
21:00 -3.3ºC 88% discreta direzione vento
lunedì 26 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 -4.1ºC 69% buona direzione vento
15:00 -3.7ºC 62% buona direzione vento
21:00 -7.7ºC 92% buona direzione vento
martedì 27 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 -3.3ºC 67% buona direzione vento
15:00 -1.4ºC 57% buona direzione vento
21:00 -7.6ºC 87% buona direzione vento
mercoledì 28 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 -2.3ºC 70% buona direzione vento
15:00 0.9ºC 73% buona direzione vento
21:00 -2.6ºC 91% discreta direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni