cultura

"Pensare il nostro tempo, contrastare la decadenza". Filosofia all'Unitre per capire il mondo

giovedì 11 gennaio 2018
di Davide Pompei
"Pensare il nostro tempo, contrastare la decadenza". Filosofia all'Unitre per capire il mondo

Cinque appuntamenti, ogni quindici giorni. Tasselli di un percorso possibile che offre un duplice invito: "Pensare il nostro tempo. Contrastare la decadenza". Propone "pensieri utili del pensare indispensabile in quanto inutile", il nuovo Corso di Filosofia in partenza al civico 17 di Piazza del Popolo, sede dell'Università delle Tre Età di Orvieto, considerato uno dei maggiori successi didattico-culturali ottenuti dall’associazione negli ultimi anni, che porta nuovamente in cattedra per l’Anno Accademico 2017/2018, il professor Franco Raimondo Barbabella, convinto com'è che la "filosofia resta una cura dell’anima tra le più efficaci".

Si inizia, allora, lunedì 15 gennaio alle 17.30 nella Sala Incontri "Maria Teresa Santoro" di Palazzo Simoncelli con un approfondimento sul tema "L'occhio del pensiero che vola sul mondo fisico. Il mistero del tempo". Lunedì 29 gennaio alle 17.30 focus su "L'occhio del pensiero che vola sul mondo degli uomini. La riscoperta novecentesca di Socrate: Calogero, Arendt, Foucault, Patocka". Doppio, l'appuntamento di lunedì 12 febbraio alle 17.30 con "Ripensare l'Umanesimo" e "Ripensare l'Etica", seguito lunedì 26 febbraio alle 17.30 da "Le virtù cardinali" e lunedì 12 marzo alle 17.30 da "L'etica del ribelle".

Scopo ultimo, quello di "riaffermare l’idea della nostra responsabilità di fronte al mondo". Per sottrarre alla retorica della generica e generalizzata decadenza quella paura che è insita nel cambiamento. Di qui l'urgenza di tornare ad esercitare il pensiero critico per capire meglio ciò che accade. "Ci allunga lo sguardo della mente ci fa vedere ciò che la complessità delle cose ci nasconde". Perché "il velo della realtà si può squarciare" e il comportamento – responsabile e nel contempo libero – trovato un ancoraggio convincente non può che trarne beneficio.

Ma cosa si intende, esattamente, per "Pensare indispensabile in quanto inutile"?
"È connaturato – spiega Barbabella – al pensare filosoficamente il disinteresse per il risultato immediato, per il raggiungimento di un qualche vantaggio pratico, insomma per qualche tangibile utilità. Proprio qui, però, sta la sua forza, ciò che lo rende indispensabile ad una vita vissuta con consapevolezza. Soprattutto oggi, in un’epoca in cui si cerca di ridurre le persone ad automi privi di capacità riflessiva, ciò che equivale alla libertà di fare ciò che altri decidono per conto nostro. Il pensiero inutile diventa così uno strumento di libertà e di responsabilità. In questo senso è indispensabile".

Quanto è importante, allora, educare i giovani al pensiero critico in una società – globale e locale – sempre più concentrata sulla rapidità dell’azione?
"Già, bene la rapidità dell’azione, ma senza una solida base culturale e soprattutto senza educazione, direi addestramento e abitudine, al pensare, l’azione diventa attivismo, un fare senza costrutto, una corsa in fondo insensata. Fermarsi a pensare non solo fa bene al proprio stile di vita, ma senza di questo non c’è un proprio stile di vita. Si tratta di scegliere".

Il percorso all’Unitre si integra con l’esperienza del Festival "Orvieto in Philosophia". Quale è la risposta di pubblici differenti?
"Penso che si tratti di attività complementari e perfettamente integrabili. Le Unitre sono occasioni di integrazione di per sé in quanto cercano di offrire occasioni culturali, formative e sociali, capaci di parlare ad un pubblico non più solo di anziani ma di persone diverse (anziane, mature, giovani) interessate ad essere o a restare aperte al mondo. Il festival Oiph si rivolge prevalentemente ai giovani delle classi terminali delle scuole superiori, ma in integrazione con i cittadini genericamente intesi, al fine sia di rendere percepibile il pensiero critico nelle sue espressioni più alte sia di mettere a frutto il ruolo naturale della città di essere soggetto che produce cultura. Mi pare che qui ci sia un incontro senza sforzo tra le diverse attività. E che l’incontro ci sia stato è, appunto, dimostrato dalla straordinaria risposta di pubblico sia nell’una che nell’altra iniziativa, devo dire più integrata nella seconda. Come d’altronde era naturale che avvenisse".

"Sin dal mio primo anno di presidenza Unitre – rilancia il presidente Riccardo Cambri, nel dirsi onorato di presentare il nuovo percorso di filosofia – ho fortemente voluto inserire nell’offerta didattica questa esperienza. Ero pienamente consapevole che la rara competenza del professor Barbabella avrebbe colto nel segno, ma non avrei mai immaginato l’incredibile portata del successo che le sue lezioni hanno ottenuto. È vero che nella nostra epoca le inquietudini dell’uomo hanno mosso nuovo interesse verso la filosofia ed il pensiero critico ma è altrettanto inconfutabile che il professor Barbabella ha saputo riproporre efficacemente quest’antica attività intellettuale, restituendole fascino e brillantezza".

Per ulteriori informazioni ed iscrizioni:
338.7323884 - uni3-orvieto@alice.it

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 ottobre

"Frantoi Aperti" compie vent'anni. Eventi a macchia d'olio nei borghi dell'Umbria

"Autunno. Archeologia, Arte, Architettura", quattro incontri alla Rocca dei Papi

La Zambelli Orvieto si ferma sul più bello e cede il passo a Caserta

Liste d'attesa...di morire

Orvieto FC, secondo anno di iscrizione a tutti i campionati della Figc

Gloria in Excelsis Deo

A Sferracavallo Dom Quix realizza un'opera murale dedicata ad Aldo Netti

"Festa dell'Aria". Parrano BioDiversa riflette su qualità dell'aria e cambiamenti climatici

Erasmus+, tra gli studenti che partecipano anche quelli dell'Agrario di Fabro

"Il Governo eroghi risorse necessarie alla gestione dei servizi da parte della Provincia"

Pampepato, via al percorso per il riconoscimento della certificazione Igp

"World Francigena Ultramarathon", domenica l'arrivo dei partecipanti

Volatili

Nuova sede di Cittaslow International, incontro con il presidente Stefano Pisani

La Fondazione "Peres center for peace" premia la presidente della Regione Catiuscia Marini

Zambelli Orvieto scontenta ma pronta a lavorare per migliorare

Sì della giunta al Piano per il passaggio a tariffa puntuale sui rifiuti

Amerina, convenzione tra Comune e Provincia per concessione di aree di pertinenza stradale

Sì al progetto per opere di urbanizzazione in vocabolo Fosso Fanello

Giornate della Castagna, nel secondo weekend arriva il Palio degli Asini

Rinnovato il Consiglio Provinciale dell'Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali di Perugia

"Ospedale da campo. Memorie di un medico cattolico dalla guerra di Libia a Caporetto"

Il punto di Guido Barlozzetti: "Una brutta notizia"

Riscaldamento in Via Scalza, Olimpieri (IeT): "In assenza di interventi Ater, provveda il Comune"

"La Libreria dei Sette di Orvieto compie 95 anni...e adesso rischia la chiusura. Parliamone!"

Autunno ricco di proposte alla Biblioteca Comunale

Il Boni pronto a volare. Aperta la campagna abbonamenti, via alla nuova stagione teatrale

Sogni incrociati

Bollette pazze, Olimpieri (IeT) chiede conto con un'interpellanza dell'accaduto

L'Istituto Agrario di Fabro vola in Sicilia per conoscere la cooperativa "Lavoro e non solo"

Le impressioni di capitan Serena Ubertini dopo l'esordio vincente della Zambelli Orvieto

Uffici postali. Gori: "Bene tavoli confronto regionale, impegno comune evitare riduzioni servizio"

Ceramica, Paola Biancalana e Andrea Miscetti sul podio del concorso "Il segno del tempo"

Forza Italia: "Acquapendente invasa dai topi, c'è troppa immondizia in giro"

In marcia con la Polisportiva verso la chiesa della Madonna di Loreto

Le tre slide mancanti di Palazzo Chigi

"Senza Monete" compie tre anni. Festa all'Emporio del Riuso e dello Scambio

Per "Lezioni di Storia" al Teatro Mancinelli arriva Alberto Mario Banti

Mano tesa tra la Scuola di Musica "Casasole" e la Filarmonica "Mancinelli"

Sicurezza all'ex caserma Piave con "Crash Scene. Indicazioni Salva Vita"

Dopo otto anni torna il "Bollettino sulla situazione economica e sociale dell'Area Orvietana"

Case popolari, c'è il bando. Per la presentazione delle domande c'è tempo fino al 29 novembre

FotograMia

Giubileo, in corso le iniziative per le Settimane della Misericordia

Torna l'Operazione Mato Grosso. Giovani al lavoro a sostegno dell'America Latina

"Aspettando Halloween". Festa alla sala parrocchiale della Segheria

"Non c'è sicurezza senza prevenzione". Sul tavolo, le criticità del territorio umbro

Ritrovato l'uomo smarrito nei boschi. Terzo caso in quindici giorni

Orvietana, faccia a faccia con i due fratelli Fillippo e Giuliano Avola

Al frantoio Cecci di Monterubiaglio torna "Pane e Olio". Le degustazioni si fanno solidali

Ilaria Alpi si è suicidata?

"Arte sui muri. Street art e urban art". Giornata di studi all'Università della Tuscia