cultura

Una notte al cinema con i Fiori Neri. In rotazione il singolo "Tutti i giorni è Natale"

giovedì 15 dicembre 2016
di Davide Pompei
Una notte al cinema con i Fiori Neri. In rotazione il singolo "Tutti i giorni è Natale"

Un regalo di Natale, a dieci giorni da Natale. Perché "Tutti i giorni è Natale". Almeno secondo i Fiori Neri, sbocciati in Tuscia a maggio 2007 come cover band dei Nomadi, che giovedì 15 dicembre mandano in rotazione sulle principali emittenti radiofoniche italiane il loro secondo singolo estratto dall'album #sognoinedito pubblicato a luglio che arriva dopo "Credo nei miracoli", in radio da novembre.

Il videoclip realizzato per GFaudioarea, che sarà trasmesso da oltre cento canali tematici del digitale terrestre, è stato presentato in anteprima mercoledì 14 dicembre al Cinema "Alberto Sordi" di Bagnoregio, alla presenza della band al completo: Riccardo Bizzi (voce e chitarra), Andrea Concarella (basso), Cristian Mei (chitarra), Leonardo Rossi (pianoforte e synth), Stefano Ruspantini (batteria e percussioni) e Massimo Stendardi (batteria e percussioni).

Con loro, anche il regista Giordano Fioco e Giovanni Pompei, coautore di un paio degli undici brani che compongono il disco. E poi Francesco Fausto, sua la fotografia, Raffaele Corrias, seconda camera, e il cast che ha prestato volto e scarpe, infangate o natalizie: Carlo Diviziani, Rosanna Ripalvella, Aurora Proietti, Carmine Balbi. Una serata insieme, con lo spirito e i brindisi di una festa prima delle feste, pensata come occasione per tutti i fan e gli amici della band per condividere in prima visione assoluta la nuova avventura e, lontano da ogni retorica, scambiarsi gli auguri.

Perché "i Fiori Neri non esisterebbero senza i tanti amici speciali che ci hanno sostenuto e spronato ad arrivare fino a qui". "Tutti i giorni è Natale – dicono – è il nostro modo di vedere la vita, per noi ogni giorno è una festa perché abbiamo la possibilità di vivere insieme alle persone che ci vogliono bene e poter fare le nostre scelte. La felicità che sta nelle cose quotidiane rischiamo di vederla svanire per i mille problemi che ci attanagliano, poiché siamo sempre presi da qualcosa che rischia di portarci fuori rotta.

Il primo brano ha fatto da apri-pista, ora abbiamo voglia di farci conoscere e far conoscere il disco. Quello che abbiamo scelto come secondo singolo è stato scritto in un momento particolare, arriva poco prima di Natale ma il messaggio che porta è 'sempreverde'. Oggi abbiamo trovato questa formula per presentarlo, sicuramente c'è la voglia di programmare una stagione in teatro e nelle piazze. Forse siamo troppo 'futuristici' per Sanremo, il nostro è un progetto nato tra amici per amici".

"Finalità del video – sottolinea, dalla sua, il regista – è ovviamente quello di promuovere la canzone che è un inno alla vita, uno stimolo ad andare avanti anche di fronte alle difficoltà, trovando la forza nelle sfumature, nelle pieghe dell'esistenza. Con le immagini scelte ho cercato di vestire questa idea. Il pezzo nasce da una storia vera e dalla constatazione di due membri del gruppo di fronte alle luci di Natale, rimaste allestite anche fuori stagione".

All'esterno, suonano i Fiori Neri. In casa, invece, si dipanano le dinamiche domestiche, scene quotidiane in una famiglia, con incomprensioni, riconciliazioni e l'arrivo di amici. "Con la figura chiave di un padre che riesce a consigliare, ma anche di una figlia di 16 anni, teneramente semplice, che pur vivendo un'adolescenza burrascosa riesce a dimostrarsi così matura da aiutare a risolvere le problematiche insorte, attraverso la semplicità dei gesti. Ringrazio tutti per essersi fidati di me, restando in disparte fino alla fine". Senza interferenze, ma con inevitabile divertimento. Testimonianza è l'irriverente backstage proiettato a margine del video ufficiale, girato dalle 16 di un pomeriggio piovoso fino a mezzanotte e mezza. Luce, invece, in Piazza Duomo per l'immagine scelta come copertina. Che, in fondo, "poco importa se piove o c'è il sole, ogni giorno è Natale".

Per ulteriori informazioni:
www.fiorineri.it

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 marzo

Gli affreschi restaurati del Pastura, i progetti nel nome di Livio Orazio Valentini

Liceo Classico, Livia Racanella finalista alle Olimpiadi di Italiano

A Palazzo Simoncelli, al suono dei Notturni di Chopin

La Zambelli Orvieto ritrova tre punti contro Olbia ed è ottava da sola

Avviso d'asta pubblica per l'alienazione di reliquati stradali di proprietà del Comune

Orvietana sottotono, dominata dal Cannara

L'Arci sarà il soggetto che aiuterà il Comune a progettare lo Sprar

Nuova vita per la Biblioteca. Riorganizzato il catalogo, aperto il sito web e programmato un calendario di eventi

Approvata la proposta di adesione a "I Borghi più belli d'Italia"

Nuova illuminazione. Lattanzi: "Valorizza il borgo antico e migliora la sicurezza"

Nel Lazio arriva il Distretto tecnologico per i beni e le attività culturali

"Il CdA di TeMa si sta faticosamente, ma consapevolmente, impegnando"

Il Lions Club promuove l'orientamento con la Scuola Carabinieri Forestali

Può l'intelligenza artificiale superare quella umana? Se ne parla all'Unitus

Rifiuti Umbria, giallo delle osservazioni degli Amici della Terra sparite in Regione

Via alla campagna "Progetto Mimosa". Nelle farmacie umbre un aiuto per le donne vittime di violenza

"Pulizie di Primavera" con il Comitato spontaneo "21 Marzo 2018 - Puliamo Viterbo"

Nebbia

Ortensia

Londra

"La donna per la musica" nella Sala Aldo Capitini

Art Bonus, in Part Bonum. Alla ricerca del Mecenate (del Tempo) perduto

Attestato di solidarietà all'appuntato Franco Scopigno per aver salvato una donna