cultura

Orvieto tra le "Meraviglie Sotterranee" segnalate dal Touring Club Italiano

lunedì 14 novembre 2016
di Davide Pompei
Orvieto tra le "Meraviglie Sotterranee" segnalate dal Touring Club Italiano

Nel ventre della terra, dove la bellezza ama nascondersi. Fra antri segreti, miniere e antiche tombe, dalle caverne preistoriche alla metropolitana, indagando quel sottosuolo dove natura e opere di ingegno disegnano un altro mondo, sotto quello abitualmente calpestato. Sono oltre 200, i luoghi censiti da "Meraviglie Sotterranee", la guida curata da Elena Bauer e Giovanni Caprara per il Touring Club Italiano, arrivata sugli scaffali da qualche settimana, nella stessa collana che celebra "L'Italia dei Giardini".

Un viaggio, dalla Valle d'Aosta alla Sardegna, che documenta il fascino nascosto di grotte naturali, antiche chiese ipogee, ma anche cantine per vini e formaggi, gallerie e rifugi, primitivi insediamenti rupestri, avveniristici trafori alpini, necropoli e acquedotti. Fra quei luoghi sotterranei, accanto alle celebri Grotte di Frasassi, i Frantoi Ipogei della Puglia e il Parco Minerario dell'Isola d'Elba si fanno largo così anche le viscere di tufo della città celebre non solo per il suo Duomo.

Sei, le foto a corredo delle due pagine che documentano i 36 metri di profondità del Pozzo della Cava, dove ha preso il via in questi giorni l'allestimento della 28esima edizione del "Presepe nel Pozzo", visitabile da venerdì 23 dicembre a domenica 8 gennaio, il Pozzo della Rocca o di San Patrizio e le sue due rampe elicoidali che hanno reso celebre l'opera idraulica concepita da Antonio da Sangallo il Giovane. E ancora il percorso ipogeo di Orvieto Underground. Scelti come rappresentativi fra le oltre 1200 cavità – 440, rilevate con precisione – individuate nel sottosuolo cittadino dove si contano più di 250 strutture e cisterne per la raccolta delle acque piovane.

Un rapporto fra vuoti e costruiti, cunicoli etruschi riempiti di buccheri, colombai e luoghi di lavoro come cantine e frantoi. Sono proprio i mestieri e la vita quotidiana di ciò che si agita sotto il tessuto urbano e la superficie dello "sperone di tufo", la chiave scelta nella guida per raccontare l'intensa attività sotterranea, a cui gli abitanti hanno affidato nei secoli esistenza, sopravvivenza ed economia.

È il caso delle cantine per la conservazione di vino e alimenti, più o meno antiche e in gran parte ancora oggi fruite. Ma anche di ricoveri per gli animali, depositi per gli attrezzi degli orti che hanno contraddistinto da sempre le coste della rupe, fulloniche per la lavorazione e la tintura della lana, ambienti per la fabbricazione di funi e addirittura un grande mulino che, insieme ad altri mirabili manufatti e ambienti, tra cui una vasta cava di pozzolana, non manca di stupire. L'imponente reticolo di spazi e manufatti ipogei di varia natura, come tutto ciò che appare oscuro e misterioso esercita tuttora una grande attrazione sull'immaginario di visitatori e abitanti. Rivelando antri e pertugi sconosciuti ai più.

Per ulteriori informazioni:
http://www.inorvieto.it/it/scegli/orvieto_sotterranea.html

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 dicembre

Anatomia di un addio

Fine settimana da incorniciare per l'Orvieto FC. Palmerini: "Stiamo crescendo"

"Tanto per dire", seconda edizione. Al Liceo Classico "Tacito" torna il corso di dizione

Jazz e strumenti antichi al Museo Archeologico Nazionale in occasione di Ujw

Celebrata la Giornata Garibaldina, in memoria della battaglia di Mentana

Inaugurata la prima area di sgambatura per cani, previste altre due

Denunciata dalla Polizia una giovane pluripregiudicata

Partita la procedura di rilascio del passaporto elettronico

Rischio ghiaccio per i contatori, i consigli per proteggerli ed evitare spese

Umbria.GO raddoppia e si presenta nella versione dedicata ai pendolari regionali

Campagna Ocm Vino 2017/2018, incrementate le risorse a sostegno delle imprese

"Intrecci", inaugurata la scuola di alta formazione della famiglia Cotarella

"Concerto di Natale" nella Sala Unità d'Italia del Palazzo Comunale

"Geotermia a bassa e media entalpia, rischi e conseguenze"

"È nato un Re povero". Rappresentazione nei Giardini di Villa Faina

Presentata l'edizione 2018 della "Guida ai sapori e ai piaceri della regione Umbria" di Repubblica

Vetrya riceve il Premio Imprese per l'Innovazione di Confindustria e il Premio dei Premi dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri

Eletto il nuovo Coordinamento delle Cittaslow Italiane. Barbara Paron al vertice

Il tenente Giuseppe Viviano è il nuovo comandante della Compagnia Carabinieri

"Madonna con Bambino appare a San Filippo Neri", il dipinto su tela torna a splendere

Storia e segreti di Palazzo Franciosoni nel volume "Anatomia di un palazzo"

E dico ancora di Bianca

"La Tregua di Natale. Lettere dal Fronte". Lettura ad alta voce in Biblioteca

Nuovo video di Francesco Barberini in Campania con la LIPU

Infiltrazione d'acqua a scuola, le precisazioni del Comune