cultura

Mogol si racconta ad Alessandra Carnevali: "Il mio mestiere è vivere la vita"

martedì 18 ottobre 2016
di Davide Pompei
Mogol si racconta ad Alessandra Carnevali: "Il mio mestiere è vivere la vita"

"Parole che, come poesie, tutti gli italiani hanno nel cuore. Il racconto di una vita attraverso canzoni, ricordi ed emozioni diventati parte della nostra memoria". Si presenta così l'autobiografia "Il mio mestiere è vivere la vita", edita da Rizzoli. Si presenta così il suo autore, Giulio Rapetti, in arte Mogol, che ha fatto della scrittura il suo mestiere e la sua vita. E del suo racconto, un continuo racconto. "Ho vissuto da coraggioso o, come dice mia moglie, da incosciente ma sempre in base alle mie passioni" esordisce lunedì 17 ottobre nell'Auditorium di Palazzo Coelli, sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto, ospite dell'annunciato evento "Orvieto e Mogol insieme per la solidarietà".

A colloquio con Alessandra Carnevali, diplomata al Centro Europeo di Toscolano, la modernissima scuola per autori, musicisti e cantanti da lui fondata nel 1992, "il più grande e importante autore italiano di testi di canzoni" che giusto mercoledì 17 agosto ha compiuto 80 anni, non dimentica Mango. "Per lui – ricorda – ho scritto brani come 'Oro', 'Nella mia città', 'Australia'. È stato unico, un grande uomo prima che un artista. Amava la terra, la famiglia e ha dimostrato, fino all'ultimo, il rispetto verso il suo pubblico. Si meritava di più. Il suo nome, comunque, rimarrà".

Artisti di talento oggi? "Arisa e le sue canzoni come 'La notte' o 'Controvento', scritte dal bravissimo Giuseppe Anastasi. Non ho avuto tempo di soffermarmi su altri". E i talent? "Non li seguo. Il solo fatto che due persone chiamate a giudicare di fronte alla bravura o meno di un artista, litighino è già una prova della mancanza di competenza. Non è una scuola, è spettacolo. Capita che la gente li segua e si appassioni. Questi programmi costruiscono artisti che poi non riempiono gli stadi.

È la gente che seleziona e tramanda nel tempo, non i critici. La cultura d'élite deve passare attraverso la musica popolare. Per questo sarebbe epocale aprire una sezione pop nei conservatori italiani, specie in un momento di recessione della cultura come quello attuale. Al Festival della Canzone Italiana di Sanremo ho avuto le mie soddisfazioni, ma è cambiato. Ai tempi di Pippo Baudo contava la qualità, ora si punta solo alla notorietà e all'audience e, a distanza di un anno, nessuno ricorda più le canzoni".

A proposito del suo rapporto con l'Umbria, chiarisce che "dove sto io è territorio integro, come nel 1300, un luogo fatto di borghi, animali e aria purissima". "Non mi sono mai pentito di questa scelta. Gli umbri, poi, sono un popolo mite. Non li ho mai visti picchiarsi. In 25 anni, ci siamo conosciuti meglio ed ora stiamo lavorando insieme alla Regione per una serie di iniziative che consentano di far conoscere luoghi da difendere e boschi da non cementificare. Ho intenzione di cavalcare insieme a Terence Hill per far capire quanto sia bella l'Umbria. E lo sport. A cavallo o sott'acqua, ma anche sul campo da calcio ho sempre vissuto grandi emozioni. E qualche momento drammatico".

Il Premio Nobel a Bob Dylan? "L'ha meritato. La poesia è letteratura. Nel suo caso, però, ha a che fare anche con la comunicazione. L'ha cambiata. C'è un prima di lui e un dopo di lui. Prima, il cantante basava tutto sulla potenza vocale. Ora si è più concentrati a incidere sulla cultura popolare. Le sue canzoni di protesta, il suo impegno politico contro la guerra molto criticato dai 'babbioni' come avrebbe detto Battisti, sono serviti a buttare giù dei muri.

Come quello di Berlino. A volte è necessario. Ha aperto la strada agli autori di canzoni. Oggi un libro di poesie raggiunge mille persone, una canzone arriva a 30 milioni. Perché allora, seppure quest'ultima abbia contenuti e forma di poesia, non è considerata tale? Ecco, Dylan ha buttato giù questo muro. Quello che non condivido è che abbia fatto finta di non aver ricevuto il premio. Se avessi vissuto questo momento, sarei stato grato. Quando l'ho conosciuto a Londra, con me era stato gentile". In quell'occasione aveva cambiato un suo testo, così come per David Bowie.

E poi, c'è Lucio Battisti "riconosciuto grande in tutto il mondo", "una mente curiosa e di grande capacità analitica" e la canzone "L'arcobaleno", nata in autostrada, in 18 minuti, e legata alle vicende di dodici persone e al loro rapporto con il Soprannaturale. "Ne parlo sempre con molta difficoltà – rivela – e capisco chi non ci crede. È scritto tutto nel libro 'L'arcobaleno. Storia vera di Lucio Battisti vissuta da Mogol e dagli altri che c'erano' pubblicato per Giunti da Gianfranco Salvatore. Non posso pensare che sia tutto una coincidenza. Siamo sempre stati nutriti dalla natura, siamo nati e abbiamo subito trovato chi ci ha assistito. Perché non dovrebbe farlo nel momento della dipartita? Non demonizziamo la morte, ma accettiamola con grande serenità. È il modo migliore per sentirsi bene, anche nella vita".

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 aprile

"Alviano, un castello da favola" tra proposte didattiche ed animazioni in costume

Quale venticinque aprile?

Oltre 250 persone alla presentazione del libro "Erminia Frezzolini. La signora della lirica"

Otto nuovi campioni regionali al Trofeo Arcobaleno Fidal

Premio Letterario Città di Lugnano, ecco i nomi che compongono la giuria

Numero Umbria Sanità, per abbattere le barriere tra il sistema sanitario e i cittadini

Arte in movimento al Colle del Duomo, visite guidate a passo di danza

Marini scrive a Ruggiano: "25 aprile da celebrare tutti uniti"

Gli ex sindaci di Todi scrivono al loro successore: "Riveda la sua posizione"

"Manciano Street Music Festival", dal 7 al 10 giugno l'edizione 2018

Problemi sulla Direttissima, pendolari dirottati sulla linea Lenta

Il messaggio dell'Amministrazione Comunale: "Viva il 25 Aprile, viva la Libertà"

Protocollo tra Comune e Unipg per studiare le proprietà cosmetiche e salutari delle argille

La Vetrya Orvieto Basket si aggiudica Gara 1 di Semifinale

La Biblioteca fiorisce di iniziative per "Il Maggio dei Libri 2018"

Orvieto accoglie i partecipanti de "La Carrareccia Liberata"

Piazza del Popolo, Piazza Vivaria e Piazza Corsica, ecco cosa cambia

Anche ad Orvieto arriva la Carta d'Identità Elettronica

Messa in sicurezza del muro, divieto di sosta in Via Cesare Nebbia

Presentato "Metamorfosi 2. Riciclo Creativo", un sogno di carta che si fa solidale

Ballata alla maniera di Faber

Zambelli Orvieto, una debuttante che comincia a fare paura

Caccia in Umbria, ecco la proposta di Calendario Venatorio 2018/2019 preadottata

"Italia Nostra invita la Soprintendenza umbra a formulare un parere che salvaguardi Orvieto"

Seconda edizione per "Orvieto a tutta birra". In Piazza del Popolo, la Festa della Birra Artigianale

Torna "Il Cantamaggio" a Ciconia, ecco come cambia la viabilità

Modifiche alla viabilità, il mercato trasloca in Piazza Cahen

Colpo di scena in Consiglio Comunale. Loriana Stella dimissionaria

Patto di amicizia fra Orvieto e Pesaro nel segno di Padre Gianfranco Maria Chiti

"Tentazioni", personale di pittura di Ioan Pascu al Centro Studi "Città di Orvieto"

Sei nuovi ingegneri "junior" dal Corso di laurea in Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni di Orvieto

"Voci del Sacro". Sabato 24 aprile a Guardea la "Passio secondum Joannem"

In difesa del Tribunale di Orvieto: interrogazione Belcapo in Consiglio. Barberani: "L'aria che tira non è incoraggiante"

Interrogazione Gialletti sulla disciplina transitoria riguardante gli allietamenti: "Tutti devono attenersi a delle regole". Il Sindaco: "a molti sfugge la distinzione tra allietamento ed intrattenimento"

"La scultura lignea in Italia, in Umbria e nella Diocesi". Sabato 24 aprile seminario a cura della associazione "Pietre Vive"

Episodi di vandalismo, a matrice politica e non, compiuti nel territorio comunale. Rosmini: "deplorevoli e frutto di stupidità"

Ancora su Commercio e Turismo. Chi discrimina chi?

Anas, i diserbanti utilizzati sulle strade di competenza non sono dannosi né per l'uomo né per l'ambiente

Effetto Stella: entra in Consiglio Cecilia Stopponi

Vicenda Grinta Srl. Tutto rimandato a fine maggio, l'azienda ha tempo un mese per trovare soluzioni concrete

"Dalla traccia alla prova. Il contributo dei RIS all'attività della Polizia Giudiziaria e della Magistratura": Fabro incontra i suoi illustri cittadini

L'Italia che non finisce di stupire. Assurda la proposta Fieg sulla tassa Internet per finanziare l'editoria

Guido Scorza: "L’idea è inaccettabile e giuridicamente illegittima. Nel Paese dei dinosauri paga sempre l'innovazione"

Il Gala perde e attende l'ultimo impegno. In arrivo il 1° Torneo Gala5

I legali degli indagati all'opera per il dissequestro: "in regola i permessi per costruire"

Lo stalking diventa reato autonomo. Non tutto è perfetto ma si esce finalmente dal silenzio

Viabilità, sicurezza e servizi all'area residenziale ed industriale di Bardano, respinta in Consiglio la mozione del Gruppo Misto

Corso di laurea in Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni di Orvieto: laureati altri otto ingegneri "junior"

Istituite forme di previdenza e assistenza complementare per il personale della Polizia Municipale

Il Comune di Orvieto aderisce alla Carta Europea per l'uguaglianza e le parità fra donne e uomini nella vita locale

Paolo Trippini scelto per concorrere al premio "Miglior Chef del Centro Italia"

Vauro e la Rai, tra nuovi partigiani e vecchi regimi

Le cave si stanno mangiando il bel Paese. Un contributo alla Settimana della Cultura

1600 euro i fondi raccolti dai Giovani Democratici per l'Abruzzo

25 aprile: "E' una ricorrenza di tutti, festeggiamola insieme". Molte le iniziative a Orvieto e nel Comprensorio

A Castelviscardo incontro tra Fausto Ermini e Massimo Tiracorrendo

A San Venanzo intitolazione della Biblioteca Comunale a Stefano Millesimi. Mostra personale di pittura dell'artista

Passeggiata ecologica a San Venanzo

La Sapienza intitola a Sante De Sanctis l'aula magna delle facoltà di Psicologia

A Montegabbione incontro su "La battaglia dimenticata". Pomeriggio sportivo con la cronoscalata Faiolo-Montegabbione

Ad Orvieto in mostra le opere di Paolo Antonini

"Un Canto per la Vita". Al Palazzo dei Congressi la Corale Polifonica della Cattedrale di Orvieto

25-26 aprile sull'altopiano dell'Alfina manifestazione di aeromodellismo

Partito da Orvieto il VII Giro Podistico dell'Umbria sotto il maltempo