cultura

Frate Alessandro Brustenghi, la voce di Assisi dona voce all'organo del Duomo

martedì 20 settembre 2016
di Davide Pompei
Frate Alessandro Brustenghi, la voce di Assisi dona voce all'organo del Duomo

Saio marrone e sorriso sincero. E una voce, potente, che esce da un corpo minuto. Vibrano le sue corde e, insieme, quelle emotive di chi lo ascolta. Ha avuto la fortuna di poterlo fare dal vivo chi venerdì 16 settembre transitava per Piazza Duomo. Non è, infatti, passata inosservata a Orvieto la visita, a sorpresa, di Alessandro Brustenghi, frate minore presso la Porziuncola, dove anima la liturgia.

Reduce dai sei brani del "Concerto per Maria" - a cui si è aggiunto il fuoriprogramma "Fratello Sole, Sorella Luna" - tenuto la sera prima nella Basilica del Santuario di Grotte di Castro - dove sono in corso i festeggiamenti del quarto centenario della venuta dell'Effigie di Maria Santissima del Suffragio - insieme al Coro "I Quiricanti" diretto dal Maestro Matteo Guerrini e agli organisti Giovanni Liguori e Leonardo Poponi, il giovane tenore perugino è stato accolto dal parroco del Duomo di Orvieto, don Marco Pagnotta e dagli addetti al culto.

Disponibile e cordiale, si è intrattenuto poi con quanti, riconosciutolo, non hanno potuto fare a meno della richiesta di una foto ricordo mista ai meritati complimenti. Sotto un cielo che ha promesso e regalato acqua, per qualche minuto frate Alessandro ha spalancato così un po' di azzurro, intonando qualche nota, tra le tante che lo accompagnano fin da quando era bambino. In cattedrale, la voce di Assisi ha donato voce all'organo monumentale, il cui restauro è finalmente in dirittura d'arrivo, grazie al prezioso lavoro della Ditta "Giacobazzi" di Modena.

Ad Orvieto, in veste ufficiale, frate Alessandro si era già esibito nel 2013 in occasione del tradizionale Concerto del Corpus Domini promosso dall'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, tenutosi eccezionalmente nella Chiesa di San Francesco per via delle incerte condizioni meteo. "È un piacere tornare qui – ha confidato, entrando in Duomo – in questo posto che ti lascia letteralmente senza fiato. È qualcosa di fantastico.

Per me è un onore, soprattutto suonare questo strumento che dopo anni e anni torna a far sentire la sua voce. Ringrazio chi si è adoperato per questa meraviglia. L'organo è il re degli strumenti, capace di poter esprimere la bellezza della voce di Dio. Spero anche di poter tornare presto in Duomo, una volta ultimata la sua completa sistemazione".

Classe 1978, frate Alessandro si è accostato alla musica molto presto studiando organo, canto lirico e composizione e collaborando con numerose formazioni corali ed ensemble. In qualità di solista con orchestra, è stato interprete di arie d'opera e di un vasto repertorio vocale. Per la casa discografica Decca Records, ha inciso i cd di arie sacre "Voice from Assisi", "Voice of Joy" e "Voice of Peace". Appassionato di poesia e scrittura creativa, ha da poco presentato il libro "Laudato si' mi' Signore. La melodia nascosta del Cantico delle Creature".

"Un'indagine – spiega – che arriva dopo un lungo lavoro di ricostruzione per tornare a quella che è, probabilmente, la più celebre delle preghiere di San Francesco, dal punto di vista della sua musica. Partendo dall'analisi letteraria come premessa indispensabile per qualsivoglia tentativo di ricostruzione musicale. Non solo per rievocarne la composizione, avvenuta a San Damiano, nel 1225, ma anche per lasciarsi permeare dallo spirito che con cui il Santo, segnato dalle stimmate, gravemente malato e quasi completamente cieco, volle comporre una nuova lauda del Signore riguardo alle sue creature".

Girando il mondo, ha scoperto una cosa. "Che il cuore aperto della gente – dice – è tra le cose più belle. I volti accoglienti, i sorrisi, la schiettezza di chi ha saputo vivere gioie e dolori. I concerti, di solito, li penso sempre come una preghiera. È questo il senso della musica, della bellezza e dell'arte. Non lo spettacolo, quello è altrove. Sono solito dire che amo incontrare Gesù e lui è così grande che ha seminato un pezzettino di sé dentro ciascuno di noi. Se voglio vederlo intero, allora, devo incontrare più persone possibili".


Per ulteriori informazioni:
http://friaralessandro.com/

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 14 dicembre

Francigena, Appia Antica, Romea Germanica. Tra pellegrini e moderni viandanti

Sognare colombe e lei

L'Istituto "Dalla Chiesa" presenta il progetto "Custodire la terra, coltivare l'umanità"

Sisma, presentato il calendario 2017 di Norcia. "Stimolo a lavorare ogni giorno per la rapida ricostruzione"

Massimo Ghini in scena al Teatro Mancinelli con "Un'ora di tranquillità"

Vetrya Orvieto Basket a Foligno per il recupero della terza giornata

Opposizione all'attacco: "La crisi politica di maggioranza deve arrivare in consiglio comunale"

In distribuzione "L'Orvietan". Quanta storia ritrovata dentro quella bottiglia

La libero Giulia Rocchi tiene alta la guardia alla Zambelli Orvieto

"Il volontariato degli anziani nei Comuni umbri, un patrimonio da difendere"

Roberto Colonnelli presenta il libro di poesie "Ogni stella ha il suo perché"

Sì della giunta al progetto per riqualificare la Strada di Pievelunga

Ai nastri di partenza la terza edizione di "Bookiamo lo schermo"

L'invito del sindaco Ciardo: "Venite a farvi un selfie natalizio sotto il Castello di Bartolomeo"

Jonathan Doria Pamphili dona al Comune una foto dell'antico affresco del Castello

Tra danza e musica, al Boni arrivano "Cappuccetto Rosso" e i Solisti dell'Umbria

"Natività Contemporanee" all'Antiquarium di Tenaglie

Note di Natale apre il calendario di "Natale in Musica"

Nella Chiesa di S.Maria Assunta, 11esima edizione della rassegna "Un canto vien dal Ciel"

Presentato il progetto "I sentieri del Perugino nelle terre del Marchese"

Paolo Maurizio Talanti rappresenta l'Istituto nazionale di urbanistica al summit delle città antiche cinesi

Meteo

giovedì 14 dicembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 95% foschia direzione vento
15:00 10.9ºC 92% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 98% buona direzione vento
venerdì 15 dicembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.0ºC 95% scarsa direzione vento
15:00 10.4ºC 98% foschia direzione vento
21:00 7.0ºC 98% discreta direzione vento
sabato 16 dicembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 6.1ºC 97% scarsa direzione vento
15:00 6.6ºC 87% buona direzione vento
21:00 3.2ºC 94% buona direzione vento
domenica 17 dicembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 2.8ºC 87% buona direzione vento
15:00 4.9ºC 67% buona direzione vento
21:00 -0.2ºC 84% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni