cultura

Alla biblioteca Fumi lo spazio dei giovani diventa "Sala Studio Luca Coscioni"

giovedì 19 maggio 2016
Alla biblioteca Fumi lo spazio dei giovani diventa "Sala Studio Luca Coscioni"

E’ già funzionante all’interno della Biblioteca Pubblica “Luigi Fumi” di Orvieto come spazio di studio ed ogni giorno è frequentata da molti giovani, ma da lunedì 23 maggio sarà intitolata a tutti gli effetti come "Sala Studio Luca Coscioni". E’ questa, infatti, la denominazione scelta dall’Amministrazione Comunale per dedicare alla memoria del concittadino Luca Coscioni - a dieci anni dalla scomparsa – uno spazio vitale dove i giovani studenti approfondiscono giorno per giorno il proprio sapere.

Una scelta che va oltre quelle propriamente legate alla conoscenza che si ha di Luca Coscioni - figura di spicco del panorama politico culturale nazionale impegnato nella battaglia per la libertà di ricerca scientifica e per i diritti delle persone affette da gravissime patologie, portata avanti dall’omonima Associazione da lui fondata nel 2001 - e che rende omaggio ad un’altra importante sfera della sua vita, quella rivolta agli studi e alla ricerca.

Luca Coscioni, infatti, dopo la laurea in Economia e Commercio aveva approfondito gli studi in campo economico dapprima con il dottorato in “Economia Montana e dei Sistemi Foresta-Legno-Ambiente” e poi come docente in Politica Economica all’Università degli Studi Viterbo, quindi il suo mondo era la conoscenza e la ricerca economica.

La sobria cerimonia di intitolazione della Sala Studio Luca Coscioni (approvata all’unanimità lo scorso 4 aprile dal Consiglio Comunale) avrà luogo alle ore 11 presso la Biblioteca Comunale “L. Fumi”. Saranno Presenti: Giuseppe Germani, Sindaco di Orvieto, la Famiglia Coscioni, Filomena Gallo rappresentante dell’Associazione “Luca Coscioni”, Roberta Cotigni consigliera comunale.

 

 

Commenta su Facebook