cultura

Piero Villaggio si racconta a Pino Strabioli: "La mia vita all'ombra di un padre ingombrante"

mercoledì 20 aprile 2016
di Davide Pompei
Piero Villaggio si racconta a Pino Strabioli: "La mia vita all'ombra di un padre ingombrante"

Si è fatto, ma non si è fatto mancare niente. A raccontarla, la sua vita sembra un film che ora è un libro, dedicato alla moglie conosciuta dodici anni fa. Insieme a lei, vive oggi con un cane e qualche gallina in un casale a Città della Pieve, dove produce in maniera biologica olio e, dal prossimo anno, succo di melograno. È lei che lo ha spronato a scrivere. Per anni, però, l'unica al suo fianco si è chiamata Eroina. Una caduta all'inferno, partita dai piani alti dei Parioli. Sul campanello, lo stesso nome dello zio luminare e il cognome di un padre fin troppo luminoso.

È solo attraversando il buio che Piero Villaggio, figlio d'arte e artista lui stesso come le foto che ora scatta, ha ritrovato la luce. Smettendo – forse, mai del tutto – di sentirsi un pesce fuor d'acqua. Come quello, dentro il barattolo senz'acqua, della copertina di "Non mi sono fatto mancare niente", presentato domenica 17 aprile a Palazzo dei Sette dialogando con Pino Strabioli per la 21esima edizione della rassegna "Il Libro Parlante". "Un libro chiaro, onesto, di chi non approfitta della posizione di essere figlio di".

Così è stato presentato. E così si rivela alla lettura delle 116 pagine – facili, non felici sebbene alleggerite dalla capacità di raccontare con la giusta dose di critica e autoironia una storia nera, finita 29 anni fa – portate sugli scaffali da Mondadori. C'è dentro la vita all'ombra di un padre ingombrante come Fantozzi, ultima maschera del cinema italiano. E il coraggio, la necessità, l'urgenza liberatoria di raccontarla.

C'è la solitudine di un'infanzia, liberi di allagare il salotto dell'appartamento di fronte per realizzare il "campo impraticabile". La paura del confronto con il mondo esterno, quel sentirsi a disagio e mai adatti alle situazioni, la prima bocciatura "punita" con un viaggio in prima classe per Rio de Janeiro, la vacanza del cambiamento nel '79 con l'amico, quando Cortina era ancora un paesino di montagna ma l'aria che entrava nei polmoni era già ben altra.

"Con innocenza e incoscienza – racconta Villaggio – sono passato da qualche spinello al buco e ho notato che il mio disagio svaniva. Illusione temporanea. All'inizio, la maggiore disponibilità economica che avevo rispetto ai miei coetanei mi agevolava. Non avevo problemi a nascondere se tornavo a casa a quattro zampe o mi svegliavo all'una. Neanche quando ho dovuto ammettere ai miei che mi facevo, però, ci sono state tragedie.

Le persone famose sono persone normali. In quegli anni, la professione e la popolarità di mio padre stavano esplodendo e mia madre Maura stava vicino a lui, come una moglie. Prima il lavoro, poi la famiglia. Un padre che ti compra in una volta sola tutti i pacchetti delle figurine e, completando l'album, ti esclude dal piacere dell'attesa, della conquista. Come acquistare un giocattolo e rompertelo.

Mio padre ha cercato di supplire alla sua assenza con regali stupendi. Ho ricevuto comodità, ma mai una guida, dei rimproveri ai miei capricci borghesi. Ha speso cifre vergognose per pagarmi una clinica di disintossicazione in Svizzera, dove non eravamo minimamente seguiti. Mi ripetevo 'Smetto quando voglio'. Non è così. L'eroina ti prende completamente. Diventa la tua donna, la ragione di vita. Quando smette di esserlo, quel vuoto va riempito".

Per sua stessa ammissione, alcune pagine sono state più faticose di altre da scrivere. Coincidono con alti e bassi esistenziali e con un'improvvisa perdita. Dall'imbarazzante fasto esibito nella villa a Bel Air allo squallido appartamento diviso con un pusher e la sua prostituta, dai giorni del carcere a Tempio Pausania a quelli dell'India fino alla Comunità di San Patrignano – "ho messo in crisi il modello padrone di Vincenzo Muccioli, tutte le sue contraddizioni, l'esagerata violenza delle punizioni" – l'autobiografia assume presto i contorni di "un'auto-analisi che – dice – mi ha aiutato nel rapporto con mio padre.

Ha fatto sì che uscissero cose mai dette. Non ci siamo mai parlati. Abbiamo cominciato a farlo qualche anno fa. Lui ha un carattere molto egoista, ha messo il suo lavoro di fronte a tutto. Io, da bambino, sentivo sempre parlare di lui e l'ho posizionato su un cavalletto, l'ho idealizzato. Ha le sue responsabilità, ma non è colpa sua. Il libro l'ha letto, gli è piaciuto. Voleva darmi dei consigli. Gli ho detto: 'Non l'hai mai fatto'".

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 marzo

"Corri sulle strade dell'Ottobrata Orvietana", ai nastri di partenza la sesta edizione

Asia Argento e Filippo Dini al Mancinelli con "Rosalind Franklin. Il segreto della vita"

Giornata Mondiale della Poesia, presentato il libro "Dall'esperienza al racconto"

Casa di Riposo, indetta la gara per la gestione transitoria

"Medaglie al Merito" in Prefettura, tra gli insigniti c'è anche Pietro Federico

A Palazzo Simoncelli, l'omaggio a Leopardi di Diana Iaconetti e Nuccia Martire

Luca Fringuello e i Giovanissimi di Orvieto Fc: "Contento dei risultati fin qui ottenuti"

Unipoptus, ecco a chi andranno gli attestati di benemerenza 2017

Orvieto tra le 13 stazioni appaltanti per l'individuazione di soggetti da invitare alle procedure negoziate

"L'Umbria si rimette in moto", Lugnano in Teverina consegna ulivi collezione mondiale

Al Palazzo del Gusto, mini-corso di caffetteria gratuito per gli imprenditori del territorio

Provincia, assemblea Upi Umbria e mobilitazione per fondi scuole

Al Teatro Boni cala il sipario su una stagione da applausi. Nardi: "Puntiamo sulla qualità"

Sabbia d'estate

Riduzione del rischio da catastrofi, gli impegni del Comitato delle Regioni d'Europa

Impatto ambientale, Università della Tuscia e Comune sottoscrivono la convenzione

Mezzo secolo di storia, l'Avis cresce e si prepara ai festeggiamenti

"Shiatsu&Alzheimer": attraverso il corpo una via per entrare in relazione

L'Alto Orvietano "In marcia per le donne" verso la Panchina Rossa

A Todi, sarà aperto per la prima volta al pubblico Palazzo Atti-Pensi

Karate, gli atleti della Scuola Keikenkai in Marocco per l'Open di Tangeri Wkf

Il X Congresso della Fnp Cisl Umbria conferma Giorgio Menghini alla guida dei pensionati

La Sagra della Primavera all'Hosteria di Villalba. Sabato 25 marzo, da mattina a sera

Disciplina della viabilità, ecco cosa cambia

Ippolito Scalza, un orvietano nel solco di Michelangelo

Fate morire in voi gli atteggiamenti

Il giardino delle ortensie

Operaio non pagato, si barrica sul tetto di un'abitazione in costruzione

Zambelli Orvieto sempre più apprezzata, lo dice Martina Sabbatini

Attentati a Bruxelles, bandiere a mezz'asta e un invito a reagire con determinazione

La mostra-mercato di prodotti agroalimentari e artigianali di Città della Pieve compie vent'anni

Materiale per la biblioteca dalla raccolta degli oli esausti di origine vegetale

Il Coordinamento dei ristoratori orvietani dice no a Orvieto pattumiera dell'Umbria

L'Archivio di Stato lascia Piazza Duomo e trasloca nell'ex tribunale

Audizione con i vertici di Cosp per analizzare i primi risultati della differenziata

Bocciata la mozione sulla discarica, in aula scoppia il caos

Dal dibattito tutti contro l'inefficienza della raccolta differenziata nel ternano

Sì alla risoluzione geotermia, sull'Alfina si può sperare in un futuro senza speculazioni

Il messaggio del vescovo Tuzia in occasione della Pasqua: "Vigilate e pregate"

Gnagnarini replica alla minoranza: "Picconati tasse e deficit comunale"

"La Pasqua tra sacro e profano". Concerto con gli allievi del maestro Davide Rocca

Nuovo orario e una ricorrenza particolare per il Museo Etrusco "Claudio Faina"

Discarica, De Sio (FdI-An) attacca l'esecutivo: "La Regione ha la memoria corta"

Materazzo Vs Tatta, la sfida tra Comunista e Democristiano. Arbitra Conticelli

Protesta in Regione contro l'ampliamento della discarica: le immagini

Lo strano caso dei lavori sul torrente Carcaione. Italia Nostra: "Nessuna partecipazione"

A proposito di ambiente, le priorità dei Giovani democratici: "Cosa serve all'Orvietano"

Hosteria di Villalba, uno sviluppo "Coeso" per la valorizzazione delle aree montane

Fiorini e Mancini (Lega Nord): "Il Pd trasforma Orvieto in pattumiera dell'Umbria"

Dopo il documento, i venti sindaci dell'Area Interna icontreranno la Marini

Corso di lingua italiana per stranieri e laboratorio di disegno per studenti

Nel pomeriggio di Pasqua alla Chiesa dei Servi torna la messa in latino

Processioni e rievocazioni storiche della Passione in tutto l'Orvietano

In corso la campagna di tesseramento 2016 dell'associazione "Lea Pacini"

Fascino e suggestione a Palazzo Orca, con i "Quadri Viventi" del Terziere Borgo Dentro

La rievocazione della Passione nei borghi della Tuscia viterbese

"Orvieto per tutti" svela il logo. Ad aprile la presentazione ufficiale

Successo per la mostra "Omaggio a Francesco" e il libro "Dialoghi nell'Immenso"

"The art of the brick". I mattoncini Lego vanno in mostra e diventano opera

"Blowing Art. Se a Orvieto ci fosse il mare…". In mostra, le visioni di Carlo Rognoni

Rifondazione Comunista propone un percorso comune a sinistra del PD

In tilt da tre giorni le linee telefoniche di Ospedaletto. Protestano gli abitanti isolati anche dalla neve

38 mila euro di contributi per lo spettacolo dalla Provincia. Lo annuncia l'assessore alla cultura Sganappa

Conviviale d'eccezione del Rotary Orvieto: ospite d'onore la dott.ssa Rita Valecchi con un'interessante relazione sul futuro dell'Ospedale di Orvieto

La relazione della dott.ssa Valecchi: 'Ospedale di Orvieto: Innovazione e progettualità'

La Filarmonica Mancinelli inaugura a Montefiascone 'Primavera in Etruria'. Solista al pianoforte il maestro Riccardo Cambri

Accessibile al pubblico il Fondo bibliotecario Renato Bonelli. Domenica 25 marzo l'inaugurazione

Mondovino: quando il tempo premia l'Orvieto. A Roma Palazzone in verticale: 15 anni di Campo del Guardiano

Non si placano gli animi sulla delibera della Corte dei conti. AN e Altra Città chiedono un Consiglio Comunale in seduta segreta per discutere il comportamento del Presidente

Una giornata di studi dedicata alle novità della legge Finanziaria. Seminario di studi della Presidenza del Consiglio di Orvieto e della Fondazione PROMO P.A.

Scontro a sinistra sulla ripubblicizzazione dell'acqua. Un polemico intervento del consigliere Imbastoni: 'Battaglia per l’acqua pubblica: basta con i verniciatori'

La lettera del Comitato Promotore Regionale Umbro per la ripubblicizzazione dell'acqua agli eletti dell'Umbria

'Un dibattito serrato ma franco' tiene impegnata la direzione DS al completo fino alle due di notte