cultura

Porte aperte alla Chiesa del Crocefisso del Tufo. Fra culto, tradizione e mistero

lunedì 14 settembre 2015
di Davide Pompei
Porte aperte alla Chiesa del Crocefisso del Tufo. Fra culto, tradizione e mistero

Grande poco più di una nicchia, misteriosa e remota come una grotta. Deve il suo nome a una croce incisa nel tufo, all'interno di una cappella rupestre. E, a sua volta, lo conferisce alla vicina necropoli etrusca. Fu un autore del Cinquecento, rimasto anonimo, ad incidere un crocifisso come simbolo di devozione e creatività nel cuore del masso su cui poggia l'intera città.

Ricavandone quella che è nota come la Chiesa del Crocefisso del Tufo o – forse non da tutti – Cristo delle Ortiche, situata ad ovest, poco distante da quella della Madonna del Velo, raggiungibile attraverso il suggestivo percorso pedonale che scende da Porta Maggiore o da Piazza Generale Cimicchi, lungo l'anello intorno alla Rupe, che costituisce il Parco Archeologico e Ambientale dell'Orvietano.

Territorialmente appartenente alla parrocchia di Santa Maria della Stella e San Pietro Parenzo di Sferracavallo, ma evangelicamente utilizzata come "chiesa filiale" dalla parrocchia di San Giovenale, in occasione della Festa del Santissimo Crocifisso, la chiesetta caratterizzata da pianta circolare coperta da volta a cupola e allargata da due piccoli vani, tornerà ad aprire le sue porte per ospitare i fedeli.

È qui, infatti, che come da tradizione lunedì 14 settembre alle 17.30 sarà celebrata la santa messa seguita da una piccola merenda fraterna, confidando nella clemenza meteorologica. Se per la Chiesa, la ricorrenza coincide con l'Esaltazione della Santa Croce – emblema della commemorazione, appunto, il crocifisso – ad Orvieto è sinonimo di antica devozione.

Riaperta ufficialmente al culto solo nel 2002, ad essa è legata la leggendaria storia documentata sull'epigrafe posta all'interno. Rimanda ai tempi di lontane invasioni e racconta di un soldato che, accusato di furto e omicidio, una notte si gettò dalla rupe.

Sul punto di cadere, invocando il crocifisso che portava al collo, rimase però indenne dopo un volo di circa 30 metri. Riconciliatosi quindi con la comunità locale, scolpì la sacra immagine nella roccia con le proprie mani, vivendo poi il resto dei suoi giorni come asceta in quel luogo. Che, una sola volta all'anno, torna a riempirsi.

Pubblicato da Marco il 16 settembre 2015 alle ore 10:52
semplicemente STUPENDO!..... Dio, ma quanto è bella Orvieto!?!?!?!??!?!?!?!

Raga... io quando leggo di queste cose mi scoppia il cuore. Siamo proprio fortunati. Perchè non la smettiamo di logorarci su certe posizioni e non ritorniamo a vivere la nostra città "..con gli occhi di un bambino"?

Ne gioveremmo tutti. Ne sono sicuro.

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 novembre

Parcheggi gratis nel periodo natalizio, la mozione della minoranza va in discussione a fine mese

Orvieto riceve al Parlamento Europeo di Bruxelles il riconoscimento internazionale di "Comune Europeo dello Sport 2017"

Eventi natalizi dedicati a popolazioni colpite da sisma

Sisma in Umbria, riunito il Comitato strategico per rilancio del turismo

Sempre bandiera rossa

Riforme ed assetto dirigenti regionali, in arrivo il disegno di legge

Attenti a quei due, Barili e Abbate presentano "Antologica" al Teatro dei Calanchi

Sogni sul lago

Pd: "Serenità nell'attesa dell'esito delle indagini. Inopportune e incoerenti le opposizioni"

Villa Paolina

Consiglio provinciale, nel 2017 si va a nuove elezioni

San Venanzo aderisce alla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Al Mancinelli "Non ho peccato abbastanza". Il teatro denuncia la violenza

In morte di un amico

Dalla giunta regionale un milione e settecentomila euro per gli asili nido

Un torrone natalizio per aiutare i terremotati della zona di Norcia

"Crash Scene. Indicazioni Salva Vita", nell'ambito della Campagna ACI "Strade Sicure 2016"

L'Arma celebra Virgo Fidelis. "Date speranza a chi l'ha perduta"

Uno zar alla corte del re tartufo. A Ivan Zaytsev il Vanghetto d'Oro 2016

Si dimette l'assessore Martino. Entro 48 ore, nuovo ingresso in giunta

La pallacanestro orvietana compie 70 anni. In corso i preparativi per le celebrazioni

Liberati (M5S): "Quinto giorno di assordante silenzio da Catiuscia Marini"

"Lo scrittore non ha fame", il nuovo coinvolgente romanzo di Maria Letizia Putti

"Lo Yoga di Yogananda". Presentazione del libro e workshop esperienziale

Dopo il terremoto, controlli nelle scuole. "Alla Barzini, le problematiche non sono riconducibili al sisma"

Fonti del Tione, risolti i problemi con la sostituzione dei filtri

Sì al pre-dissesto in Provincia, nonostante il parere negativo dei Revisori dei Conti

Servizio tributi, prelievo di 44 mila euro. In consiglio, letta la nota della Fondazione Cro

Ztl, segnaletica stradale e manutenzione. Sollecitazioni bipartisan in consiglio

PalaCongressi, a gennaio 2017 la pubblicazione del bando europeo

Un fiore per Bianca

Frana di Sugano, si attende il secondo finanziamento per terminare la messa in sicurezza

Piene del Paglia e gestione dell'emergenza, l'amministrazione prova a fare chiarezza

Torquati e Balestra, chi sfiora il ridicolo?

Le mille voci di Antonio Mezzancella animano il pomeriggio a "Porta d'Orvieto"

Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, i supermercati dell'Orvietano coinvolti

Istituto di beneficenza "Piccolomini Febei", nel cda entra Piergiorgio Pizzo

La riqualificazione del centro storico passa per la rimozione dei pali, sì unanime del consiglio

Incidenza tumorale a Bagni, botta e risposta in consiglio

"Trattenere dal contributo italiano al bilancio Ue le risorse per la ricostruzione post-terremoto"

Impiantistica sportiva di Ciconia nel degrado, la vicesindaco ridimensiona

Aree Interne, ok alla bozza di strategia. Respinta la risoluzione sulla MedioEtruria

Meteo

mercoledì 22 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.4ºC 92% buona direzione vento
15:00 12.1ºC 93% buona direzione vento
21:00 11.2ºC 99% foschia direzione vento
giovedì 23 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 11.1ºC 96% scarsa direzione vento
15:00 13.5ºC 85% buona direzione vento
21:00 10.8ºC 98% discreta direzione vento
venerdì 24 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 11.5ºC 90% foschia direzione vento
15:00 14.7ºC 74% buona direzione vento
21:00 10.6ºC 98% buona direzione vento
sabato 25 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 12.1ºC 94% foschia direzione vento
15:00 13.6ºC 77% buona direzione vento
21:00 11.2ºC 96% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni