cultura

Giorgio Cantarini presenta la webserie "Aus": "L'emozione passa per la verità"

martedì 11 agosto 2015
di Davide Pompei
Giorgio Cantarini presenta la webserie "Aus": "L'emozione passa per la verità"

Giosuè è cresciuto. E sente il legittimo bisogno di crescere, anche professionalmente. I calzoncini dentro cui, ad appena 5 anni, sgambettava accanto a Roberto Benigni sul set del film vincitore di tre Oscar "La vita è bella" non gli stanno più bene. Così come le vesti indossate per interpretare il figlio del generale Massimo Decimo Meridio ne "Il gladiatore" di Ridley Scott, che di premi Oscar se ne è aggiudicati cinque.

Carriera precoce, quella di Giorgio Cantarini, classe 1992, nato sulla Rupe due anni dopo il fratello Lorenzo – chitarra elettrica e seconda voce dei Dear Jack, testimonial in Piazza Duomo a marzo per la seconda edizione della campagna itinerante "Una vita da social" – dal padre Giuseppe, che per anni ha diretto il Centro di Salute Mentale di Orvieto.

Di quei set, conserva lo sguardo vivace e i ricordi. "C'era – dice – un grande spirito di collaborazione e aiuto. Un fonico mi raccontava storie per non fammi annoiare, altri tecnici della troupe avevano costruito una canna per farmi pescare dentro una pozzanghera. Quando il film è finito, giova anche del rapporto umano con il cast artistico e tecnico che c'è stato dietro le quinte, durante la sua realizzazione".

Accantonata l'idea liceale di diventare investigatore e ammesso dopo il diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, ha appena partecipato alla webserie diretta da Antonio Marzotto "AUS. Adotta uno studente", progetto vincitore de "La Bottega delle Web Series", concorso-laboratorio promosso da Premio Solinas e RaiFiction per scoprire nuovi autori e distribuire una serie destinata principalmente ad Internet.

Cinque, ad oggi, le puntate-pilota della durata di circa 7-8 minuti l'una disponibili, insieme ad extra e backstage, su www.ray.rai.it che potrebbero diventare 20. Lui stesso, non è a conoscenza della sceneggiatura completa anche se gli hanno raccontato un possibile seguito. Girate con budget contenuto, le riprese sono durate dieci giorni. Protagonista, il tenero 19enne Mattia che lascia la provincia abruzzese per frequentare l'università a Roma, ignaro di dover condividere la casa con l'anziana Firmina. Ospite della nona edizione di "Est Film Festival", venerdì 31 luglio Giorgio è alla Rocca dei Papi di Montefiascone per presentarle.

"L'idea di fondo – spiega – è ispirata a una iniziativa vera, rivolta agli universitari dal Comune di Bologna. Il regista cercava un ragazzo tra i 18 e i 23 anni. A dicembre ha visto uno spettacolo nella mia scuola e ha pensato che potessi interpretare Mattia. Ci siamo subito trovati bene a lavorare insieme. Poi, è venuto il resto del cast. L'ultima parola spettava alla Rai che ha voluto investire su giovani preparati e su un progetto che utilizza il linguaggio dei giovani.

Non ero un grande frequentatore di social, non ho persone che gestiscono le mie pagine. Credo che ancora non mi serva. Riconosco, però, che per giovani che, come me, devono farsi conoscere e vogliono mostrare un prodotto è fondamentale progettare una strategia che passi anche per la Rete. Non ho scisso identità lavorativa e privata. Il formato della webserie valorizza l'interpretazione dell'attore. Su uno schermo piccolo come quello di un computer o addirittura di uno smartphone, l'attenzione si concentra su di lui, prima ancora che su musica e fotografia.

A differenza dei grandi set, in questi lavori più piccoli in cui si collabora, si instaura un clima più bello. Ci si aiuta, per necessità, e nascono spesso rapporti veri. Nel cinema e nel teatro, non esiste individualità. Non c'è più il divo che arriva sul set e si comporta come tale. È un lavoro che si costruisce insieme. È successo così anche con Barbara Valmorin, l'attrice che impersona Firmina. Sul set, mi ha riempito di consigli e quando lei era stanca, l'ho supportata con un po' della mia energia. Alla prima, a Roma, mi teneva la mano, come fossimo nonna e nipote”.

Il trasferimento nella Capitale? "Per me – rivela – è stato un cambiamento radicale. Era fondamentale trasferirsi a Roma. Il cinema, in Italia, è ancora Roma. A Montefiascone, praticamente, non esistono semafori. Dove abitavo, era pieno. Passare da andare al lago a trascorrere nove ore in accademia con gente più grande di me, è stato un po' traumatico all'inizio. Ma si colgono delle cose meravigliose".

"Sono cresciuto con l'idea che l'attore è quello dell'autografo e delle foto – prosegue – poi, mi sono appassionato e ho capito che la recitazione è studio e passione. A febbraio, ho girato questa serie. E a marzo ho seguito la mia ragazza a Parigi, per imparare il francese e trovare un'agenzia. Ho provato ad aprirmi una finestra. La Francia è molto valida, sotto il profilo cinematografico. C'è un approccio diverso alla cultura. Politicamente, ci si investe di più. E poi c'è maggiore libertà, espressiva e mentale, per gli attori di interpretare un testo.

Non vorrei fossilizzarmi in Italia. Qui, non sento molto fermento. Per lavorare all'estero, non è necessario andare in America. È sufficiente un video-provino con l'iPhone. L'attore è un artista e l'esercizio, anche sulle emozioni, è fondamentale. Non implica mettersi tutti i giorni su un testo. Ciò che cerca di fare è guardarsi intorno e replicare la vita. Provando ad immaginare cosa dicono le persone, quale è la loro storia. Tutto ciò porta a sviluppare e tenere allenate fantasia e creatività.

Per chiunque, è importante leggere tante storie o vedere tanti film. Un attore si prepara anche così, andando in giro, a guardare la vita, a rubarne i gesti e studiare come trasporli. Per questo, prediligo i lavori con attori bravi. In generale, guardo film dove non si dà spazio alla gag. Non amo molto la commedia all'italiana, ma quando un attore tira fuori qualcosa di vero mettendo in scena forze e paure.

Cercando di suscitare al pubblico un'emozione, applicando la propria arte per dare al personaggio ciò che viene dalla persona. Riproducendo una sensazione vera, senza cliché. L'emozione passa per la verità. L'aiuto del regista è fondamentale. In Italia, Paolo Sorrentino fa un lavoro meraviglioso con gli attori. Anche Daniele Luchetti sperimenta molto. Io, non sono un attore da 'buona, la prima'. Preferisco ripetere, provare, fare cose diverse. Ho solo 23 anni".

Commenta su Facebook

Accadeva il 10 dicembre

L'ambasciatore della Repubblica Ceca in Comune, Orvieto tende la mano a Praga

Il Lions Club dona una macchina dattilo-braille all'Istituto comprensivo Orvieto-Baschi

Carabinieri in festa per la Virgo Fidelis patrona dell'Arma. Consegnati due attestati di merito

Partito democratico, è tempo di conferenza programmatica tra dissapori e speranze

Porte aperte al Majorana e al Maitani per l'orientamento scolastico

Insieme per un Cambiamento Progressivo

"Riservato A. Lattuada". A Orvieto una mostra e una rassegna nel centenario della nascita

Da Cardèto un'etichetta speciale per omaggiare il grande maestro del cinema

Proposta di struttura ed organizzazione del PD di Orvieto

Per tre giorni Orvieto capitale dell'archeologia italiana ed europea

Lo "slow-travel" del treno a vapore di Gianni Morcellini: dalle pagine di "Signori in carrozza!" alla stazione di Fabro-Ficulle

Taglio del nastro per il pozzo medievale di Piazza IV Novembre e la ristrutturazione delle scuole

Per anni è mancata una strategia turistica e ci si è adagiati su Umbria jazz winter

Al Teatro del Carmine per "Coesioni in musica" è l'ora di Max Manfredi

Eleonora Fastellini predica pazienza alla Zambelli Orvieto

Comincia con la trasferta di Rieti il girone di ritorno dell'Orvieto Basket

Al Palazzo del Capitano del Popolo torna la "Festa del Baschettaro"

Premiata la scuola "Pascoli". I giovani diventano campioni di energia con "Play Energy Enel"

Il Presepe Blu Notte di Guido Strazza nei sotterranei del Duomo di Orvieto

L'Albero di Antonia apre le iscrizioni al corso di autostima al femminile "Il potere di cambiare"

Ecco le linee di indirizzo del progetto preliminare delle opere di messa in sicurezza del Paglia

"As you like it" al Teatro Mancinelli: così Shakespeare parla con grande attualità alla nostra sensibilità moderna

Rivestimenti in ceramica per il "Giardino dei lettori" alla Biblioteca Fumi

A Orvieto il 21esimo convegno internazionale di archeologia italiana ed europea

Incontro su "La dignità della differenza: le ragioni di un dialogo"

Operazione anti-camorra, arrestato a Orvieto un 58enne

La polizia arresta in flagranza topo d'appartamento

Una partita a scopone scientifico

Il video del Progetto Memoria del Cesvol tra i finalisti del Festival "Raccorti sociali"

Digital divide. Convenzione tra il Ministero e la Regione sblocca 10 milioni di euro per le reti in Umbria

Nuovi sommelier e cena degli auguri per la Fisar di Orvieto

Yes men, yes sir

Meffi capisce o no di politiche di bilancio?

Il Liceo Artistico di Orvieto ospite al Sottodiciotto FilmFestival di Torino

Un arresto e tre denunce da parte dei carabinieri. Sventato un furto di rame sulla Roma-Firenze

Presentato a Firenze il contratto di fiume del Paglia

"Destinazione Uganda. Viaggio alle origini, tra cooperazione e rispetto di una identità"

Differenziata: sanzioni per i Comuni, Guardea è il secondo Comune più virtuoso

Il bilancio del Comune di Orvieto in sintesi

L'Ospedale di Orvieto presenta la riorganizzazione e il potenziamento dei servizi

Alla Scuola romana di fotografia e cinema, l'anteprima del film musicale "Pergolesi Stabat Mater" di Giovanni Bufalini

Trovato morto in un casale di San Venanzo. Ha ustioni di terzo grado su tutto il corpo

"Diversamente...italiani": sabato 11 dicembre a Orvieto la premiazione del Concorso Comunicare in Umbria e i risultati della ricerca sull'immigrazione dell'UniPg

"La Scala di Napoleone. Spettacoli a Milano 1796-1814". Disponibile la nuova pubblicazione strenna degli "Amici della Scala"

Conoscere per comprendere. Media e immigrati: quali i dati reali e quali gli stereotipi. Sabato 11 dicembre, ore 10,30 a Palazzo dei Sette

RAI in sciopero generale. Contro il degrado, gli sprechi, le ingerenze politiche, il lavoro a rischio per i dipendenti interni

A Orvieto Capodanno con 5 giorni “Singolari”: dal 29 dicembre al 2 gennaio a Palazzo Caravajal Simoncelli letture, concerti, pranzi, cene, aperitivi

Vertice in Provincia per la situazione del Parco Urbano del Paglia dopo le esondazioni del fiume

Avviso per la concessione di posti auto nei parcheggi comunali di Campo della Fiera e via Roma

1° Incontro di formazione dell'Ufficio Catechistico: domenica 12 dicembre nella ex chiesa di Santa Lucia

Tg Lab Fiscasat, in primo piano il Rapporto Censis 2010, focus su lavoro femminile

"Le zone umide, fucina di biodiversità". Concorso fotografico promosso dall'Oasi WWF di Alviano

La Polizia Locale nazionale a convegno a Orvieto. Il Colonnello Vinciotti: "Importante sostenere con questo tipo di incontri la formazione professionale. I settori più delicati velocità e uso di alcol e droghe

A Orvieto i Comunisti Italiani e Rifondazione avviano una riflessione per un percorso unitario: "Riportare l'attenzione sulle gravi condizioni in cui versa il territorio orvietano"

Dedicata a Giandomenico Pistonami la Biblioteca militare di presidio nella Scuola sottufficiali dell’esercito in Viterbo

L'importanza delle radici: al Libro Parlante Susanna Tamaro presenta il suo "grande albero"

Un patto civico per la Città: la proposta del gruppo PD esplicitata dal capogruppo Germani

Le lettere inviate a Radio Torre Vetus: su Radio Orvieto Web giovedì alle 21 una puntata straordinaria di Libere Veramente

Il Sindaco Concina illustra le sue linee programmatiche - Energia (Prima Parte)

Il Sindaco Concina illustra le sue linee programmatiche - Caserma Piave e Turismo (Seconda Parte)

Apre la pista sul ghiaccio. Risolti gli ultimi cavilli burocratici

Chiarimenti in merito alle contestazioni rivolte alla pista. La Libertas pronta a ribattere

Germani commenta le Linee Programmatiche del Sindaco (Prima Parte)

Germani commenta le Linee Programmatiche del Sindaco (Seconda Parte)

Tutti insieme per addobbare l'albero di Natale di Piazza della Repubblica

Concina parla della recente Notte Bianca e della pista sul ghiaccio

Un dicembre tutto di gusto. Dalla Cucina di Natale a Umbria Jazz tutte le iniziative a Il Palazzo del Gusto

"Pulizia di fondo" delle vie e piazze del centro storico. La città si rifà il trucco in vista delle Festività

Viabilità, 500.000 euro per le strade dell'Orvietano

Arriva a Orvieto "La casa dei bambini". "Orvieto Bilingue" presenta il suo progetto di scuola bilingue montessoriana

Il "Metodo Montessori"

Il "Parto delle Nuvole Pesanti" in concerto a Orvieto. In anteprima i brani del nuovo album "magnagrecia"

Breve biografia de Il parto delle nuvole pesanti

Le società dilettantistiche nelle piccole realtà. Incontro-dibattito ad Allerona Scalo organizzato dal GSD "Romeo Menti"

"Giovani generazioni in Umbria", Venerdì iniziativa del PD su valori, culture, stili, relazioni, linguaggi dei giovani umbri

Shlomo Venezia a Orvieto: il numero 182727 di Auschwitz

Valorizzazione del settore Turismo. "Orvieto Libera" chiede in Consiglio quali sono le iniziative dell'Assessorato

Un incontro per mettere a fuoco i problemi del servizio idrico. L'assessore Zazzaretta risponde al capogruppo di Orvieto Libera

Prima nazionale a Venti Ascensionali. Intrigante appuntamento della rassegna Migrazioni con "Voluttà"

Apre la pista di pattinaggio