cultura

Si alza il sipario su "I Gelati d'Italia". Ad Orvieto un viaggio nei sapori della Penisola

venerdì 24 aprile 2015
Si alza il sipario su "I Gelati d'Italia". Ad Orvieto un viaggio nei sapori della Penisola

Più giorni per le degustazioni, il gelato anche per chi è intollerante e una coppetta speciale per i bambini delle scuole di Orvieto sono gli ingredienti inediti di un programma costruito per dare a ogni appassionato del gelato, l’opportunità di assaporare autentiche emozioni di gusto. Sono queste le novità dell’edizione 2015 – la terza – della manifestazione "I Gelati d'Italia", festa del gelato made in Italy in programma ad Orvieto da sabato 25 aprile a domenica 3 maggio organizzata dalla BmB Events con il patrocinio di: Regione dell’Umbria, Comune, Provincia di Terni, Camera di Commercio di Terni, Gal Trasimeno Orvietano e il supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto e presentata questa mattina presso il Comune di Orvieto.

La prima novità è che quest’anno la manifestazione triplica la propria durata per accogliere tutti gli appassionati del più goloso dei dolci artigianali il gelato interpretato in tutti i gusti e forme dalla creatività dei Maestri Gelatieri Italiani. Mai come quest’anno, infatti, assaggiare le prelibatezze che raccontano la tradizione artigianale del nostro Paese, nello scenario di uno dei più bei centri storici al mondo, è veramente alla portata di appassionati di ogni età, provenienza e anche predisposizione alimentare.

Proprio per andare incontro a una domanda che inevitabilmente non poteva essere soddisfatta nell’arco di un fine settimana, tanto era notevole - come hanno dimostrato le presenze crescenti registrate nelle prime due edizioni fino ad arrivare alle oltre 60 mila presente dello scorso anno, l’organizzazione ha deciso di aumentare la durata della manifestazione, che raggiungerà i nove giorni ed includerà i due weekend più attesi della primavera, quello del 25 aprile e quello del 1° maggio. Uno sforzo organizzativo importante per una scelta in controtendenza con gli eventi del settore, che ha voluto però corrispondere all’entusiasmo contagioso con cui gli appassionati hanno accolto la manifestazione fin dal suo inizio. Più giorni daranno più opportunità a chi ama il gelato di arrivare ad Orvieto e visitarne il centro storico, i monumenti, le opere d’arte.

“I Gelati d’Italia” apre quest’anno anche nuove possibilità di condividere una passione che accompagna tutti fin da piccoli. Infatti, è dedicata un’attenzione speciale proprio ai bambini, con il coinvolgimento per la prima volta degli alunni delle scuole locali, ai quali il gelato verrà portato direttamente in classe. Grazie a Patrizia Pasqualetti, artigiana del gelato erede di una famiglia orvietana che da 35 anni lega il proprio nome alla migliore tradizione italiana, per quattro mattinate, dal 27 al 30 aprile, le scuole dell’infanzia e le scuole primarie di Orvieto e della frazione di Ciconia saranno teatro delle affascinanti dimostrazioni dei Maestri Gelatieri di Zoldo, che porteranno i piccoli alla scoperta dei segreti dell’artigianalità di questo prodotto. La lavorazione effettuata con i macchinari di una volta farà vivere la magia della creazione del gelato, esaltando i sapori, i colori e i gusti che da sempre ne fanno il dolce preferito da ogni bambino. E per non privare nessuno del piacere di un assaggio da quest’anno verranno realizzati anche gusti speciali a base di latte di soia, che potranno essere consumati anche dalle persone con intolleranza al lattosio.

Secondo una formula collaudata, l’evento prevede, naturalmente, le degustazioni di gelato sono le assolute protagoniste del programma della manifestazione, con i palazzi, le piazze e gli scorci straordinari della città che fanno da sfondo a un viaggio ideale nei sapori della Penisola. Quaranta gelatieri professionisti proporranno 20 gusti tipici delle 20 regioni italiane. E acquistando un ticket, i visitatori potranno assaggiare le loro creazioni ogni giorno dalle ore 10,30 alle ore 22 e poi votare i gusti preferiti negli stand allestiti in Piazza Duomo, Piazza della Repubblica e Piazza del Popolo, proclamando con il giudizio insindacabile del proprio palato il gelato più buono d’Italia.

Ci sono, infatti, gli eventi collaterali. Accanto alle novità dell’anno, sono confermati tutti gli appuntamenti di maggiore successo della storia de “I Gelati d’Italia” come:

- i mini corsi di preparazione del gelato a Palazzo dei Sette curati dalla Scuola Italiana di Gelateria e dai Maestri della Gelateria Italiana, prestigiose realtà umbre che raccolgono alcuni dei più importanti e accreditati professionisti del comparto gelatiero-artigianale italiano che collaborano con l’Università dei Sapori alla formazione e specializzazione dei professionisti del settore. Le originali creazioni degli artigiani professionisti selezionati quest’anno saranno al centro di coinvolgenti lezioni che daranno la possibilità ad adulti e bambini di contribuire alla realizzazione di gelati funzionali e salutistici, esclusivamente con l’utilizzo di prodotti tipici di Orvieto Il noto chef di Città di Castello Marco Bistarelli, Stella Michelin da 16 anni con il suo ristorante Il Postale, sarà tra i protagonisti della manifestazione dove porterà il suo tocco unico di creatività, con la fantasiosa interpretazione del dolce e del gelato. Nei due fine settimana della manifestazione i corsi saranno a disposizione degli appassionati dal venerdì alla domenica per quattro volte al giorno (alle ore 11.30, 15.00, 16,30 e 18.00), trasformando il Palazzo dei Sette in una straordinaria palestra dove imparare tutti i segreti della preparazione del gelato.

- gli happy hour: le serate de “I Gelati d’Italia” promettono ancora una volta l’accattivante accostamento tra gelato e cocktail, che regalerà innumerevoli possibilità di abbinamento di sapori nella piacevole atmosfera del rinomato Caffè Montanucci, dove ogni sera a partire dalle ore 19 al piacere di conversare si aggiungerà quella delle degustazioni di vere delizie.

- il gelato da strada dei maestri della Valle di Zoldo: lungo alcuni dei percorsi più caratteristici di Orvieto, Corso Cavour e via del Duomo, il gelato prenderà forma, dalla materia prima fino al gusto più irresistibile, all’interno di macchine dal sapore antico, attrezzature azionate manualmente e raffreddate con una miscela di ghiaccio e sale che raccontano di una sapienza tradizionale e di un artigianato del gelato del quale l’Italia è fiera ambasciatrice nel mondo.

- le sculture in ghiaccio: a grande richiesta nelle principali piazze di Orvieto torna la scultura del ghiaccio, con il campione del mondo di specialità Francesco Falasconi che animerà i pomeriggi dei due week-end festivi con la sue meravigliose creazioni realizzate dal vivo. Emozionante ed evocativa, l’arte di Falasconi incontrerà la maestria del campione del mondo di pasticceria Fabrizio Donatone per una originale opera d’arte, che prenderà forma nella giornata di apertura del 25 aprile, dalle ore 15, all’ombra del Duomo.

La promozione di Orvieto è un altro aspetto significativo della manifestazione. Anche quest’anno “I Gelati d’Italia” costituisce una grande e unica vetrina di Orvieto, amplificatore del suo patrimonio culturale e artistico, delle sue ricchezze enogastronomiche, delle sue attività, dei suoi talenti, che potranno essere ammirati e scoperti dalle migliaia di visitatori attesi nei nove giorni di svolgimento dell’evento.

Come accennato, l’evento attingerà in maniera importante alle risorse della città, con i luoghi e i palazzi principali del centro storico che saranno assoluti protagonisti degli eventi della manifestazione degli appuntamenti in programma. Inoltre, Nell’ambito della sinergia che stabilita con le attività commerciali e ricettive della città, la kermesse conferma la collaborazione con gli studenti dell’indirizzo alberghiero dell’Istituto di Istruzione Superiore Artistico Classico e Professionale di Orvieto che, durante la manifestazione, somministreranno il gelato cimentandosi così un’esperienza professionale unica e coerente con il proprio percorso formativo. Anche i prodotti tipici di cooperative, cantine, fattorie e forni del territorio Orvietano avranno grande visibilità e promozione nelle dimostrazioni di gelato funzionale salutistico al Palazzo dei Sette.

La presentazione dell'evento in Comune

I venti gusti pronti a darsi "battaglia"

La disciplina della circolazione stradale

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 ottobre