cultura

Da Orvieto inizia un nuovo corso per la fotografia italiana nel mondo

lunedì 23 marzo 2015
Da Orvieto inizia un nuovo corso per la fotografia italiana nel mondo

Inaugurate in occasione dell'11esima Convention sulla fotografia e la comunicazione visiva che, dal 6 all'8 marzo si è tenuta ad Orvieto con un successo che ha superato le più ottimistiche aspettative degli organizzatori grazie ai grandi ospiti nazionali e internazionali e alle tante giovani promesse presenti, proseguono ora fino al 30 marzo  le sensazionali mostre fotografiche multi-artista allestite dal Fondo Internazionale per la Fotografia, Video e Comunicazione nelle location storiche della città: Palazzo dei Sette, Palazzo Coelli, Palazzo del Gusto.

Ne sono protagonisti moltissimi artisti, già icone della fotografia Italiana e internazionale, affiancati da giovani promesse, tutti legati da un unico filo: la produzione di opere fotografiche di alta qualità. Fra i numerosi fotografi partecipanti alla rassegna Giorgio Lotti icona del fotogiornalismo italiano nel mondo, classe 1937. All’età di vent’anni il Maestro ha iniziato a collaborare come freelance per diversi quotidiani e settimanali quali Milano Sera, La Notte, Il Mondo; dal 1964 al 1997 lavora per la storica rivista Epoca, e per Panorama fino al 2002. Vincitore dei più prestigiosi premi internazionali di categoria, quale il World Understanding Award della Columbia University of Photojournalism grazie ad un reportage sulla Cina.

Giorgio Lotti è anche un ritrattista sublime. Sua è l’immagine ufficiale del leader cinese Zhou en Lai che, con oltre 90 milioni di copie, resta ad oggi la fotografia più stampata al mondo. Suoi sono i ritratti di Arafat, Andy Warhol come di Alberto Moravia e Fabrizio De Andrè. Agli ultimi anni appartengono invece le originalissime ricerche condotte sulla luce ed il colore grazie alle quali ha dato vita al progetto Luce, colore, emozioni dove il suggestivo gioco di riflessi sull’acqua gioca con tutte le possibili sfumature di colore.

Accanto a Giorgio Lotti numerosi altri artisti come: Mattia Passarini, talentuoso ritrattista la cui bravura è stata riconosciuta e premiata dalla rivista National Geographic; Bill Gekas, l’australiano fotografo che con i suoi scatti, ispirati ad altre epoche e a dipinti famosi, ha riportato in auge un genere fotografico ormai dimenticato. E ancora, il visionario e geniale Thomas Subtil, fotografo naturalista capace con le sue opere di offrire un’inedita chiave di lettura sulla “giungla” delle nostre metropoli fino a Grzegorz Welnicki fotografo Polacco, classe 1986, che all’attivo detiene già numerose pubblicazioni su riviste prestigiose quali Internazionale e Doc! Photo Magazine. Il suo è uno stile al limite, i soggetti ripresi sono forti e reali: una fotografia di denuncia che pone sotto i riflettori uomini e donne invisibili della società.

A Palazzo Coelli è ospitato, invece, un progetto unico nel suo genere in Europa: 5 anni, 5 capolavori della letteratura internazionale. 200 fotografi, 170 opere. Sono i numeri di Strada Facendo, la realizzazione ad opera degli ex studenti dell’Istituto Italiano di Fotografia - scuola multifunzionale, spazio innovativo e sperimentale in cui la fotografia è vissuta come un linguaggio espressivo e innovativo, presente nel panorama della formazione professionale da oltre vent’anni - che, sotto la supervisione di Roberto Mutti, da oltre trent’anni critico fotografico delle pagine milanesi del quotidiano la Repubblica, hanno reinterpretato in chiave fotografica cinque grandi classici della letteratura internazionale. Così l’Odissea, Pinocchio, I Promessi Sposi, Alice nel Paese delle Meraviglie e Il Mago di Oz, per la prima volta si vestono di un abito inedito.

Ad Orvieto infine, si può ammirare anche Gravity di Tomas Januska. Il progetto fotografico “oltre la gravità” con cui il giovane Lituano ha già conquistato l’Europa: un inno alla libertà e alla leggerezza della spontaneità. Una composizione che fa, della fotografia, il mezzo privilegiato con cui analizzare la psiche umana, senza vincoli. La grandezza di questi scatti è già garantita dal lungo lavoro che ha dietro: la buona fotografia necessita di tempo, di studio e di meditazione. E’ di questo avviso proprio il Maestro Giorgio Lotti che, con passione e amarezza, raccontando la sua lunga esperienza, in occasione di “Orvieto Fotografia” ha duramente criticato le mode che in questi anni contaminano la fotografia, quella vera, rendendola altro da ciò che è sempre stata.

Secondo Lotti, la fotografia e in particolare il foto-giornalismo, si sono trasformate in meri scatti buttati lì, a caso, che nonostante tutto i giornali e le riviste pubblicano. Di qui l’esigenza di stimolare un cambiamento necessario affinché il fotografo riprenda pieno possesso della propria missione e dei propri strumenti. Vittorio Sgarbi nelle vesti di critico d’arte ha tenuto una lectio magistralis sulla disputa mai conclusa tra fotografia e pittura mettendo ordine nei tanti pareri che circolano a riguardo. Attraverso un excursus storico, spaziando tra grandi pittori e altrettanto grandi fotografi, ha dimostrato in che modo le due forme artistiche sappiano diversamente rappresentare l’immagine: la pittura attraverso la sublimazione del soggetto ha la capacità di renderle immortali; la fotografia attraverso l’impressione del reale, fissa un determinato istante che conserva nella sua unicità la propria grandezza.

Ma da “Orvieto Fotografia 2015” è iniziato un nuovo corso per la fotografia italiana nel mondo. Infatti, per il tramite di una delegazione, la Città di Orvieto ha tenuto a battesimo la firma di un importante accordo con il Governo Cinese che impegna a realizzare con Fiof, che ora rappresenta ufficialmente la fotografia Italiana in Cina, un rapporto di scambio e confronto duraturo, che si protrarrà negli anni, e che vedrà la sua prima realizzazione concreta a Novembre.

In occasione del Festival di Fotografia Internazionale di Lishui, il più importante festival dell’Estremo Oriente dove, una selezione di scatti di associati Fiof esporrà in un padiglione dedicato interamente al nostro Paese. “I risultati ottenuti quest’anno – afferma Ruggiero Di Benedetto, Presidente dell’Associazione - continuano il percorso incominciato già da qualche tempo e diretto a riportare la nostra fotografia verso periodi aurei. Vogliamo che Fiof sia promotore e protagonista di una rinascita che sarà al tempo stesso internazionale e di altissimo livello. A noi piacciono le cose fatte con metodo e ad Orvieto abbiamo ottenuto i primi grandi risultati”.

 

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 aprile

"Kaki Tree Project". Semi di pace per l'inaugurazione del Giardino delle Farfalle

"Orvieto a tutta Birra". Per tre giorni, la birra artigianale fa festa in Piazza del Popolo

Assemblea pubblica su "La chiusura dell'Ospedale e del Pronto Soccorso di Città della Pieve"

Zambelli Orvieto riapre le porte del PalaPapini per ospitare l'ostica Firenze

Olimpieri (IeT): "Un altro colpo alle attività produttive, bravo Germani"

In più di 150 per la "Festa del Ruzzolone". Il sindaco Terzino: "Orgoglioso di questo gruppo"

Laura Palmese (Orvieto Fc) verso il Torneo delle Regioni con la rappresentativa umbra femminile di Mister Pierini

Liberazione, la Consulta dei Giovani di San Venanzo incontra le scuole

L'assessore Gnagnarini replica a Olimpieri: "Le tasse e i ciarlatani"

Per "Amateatro", la Compagnia del Cantico porta al Boni "Cani e Gatti"

Approvato il calendario scolastico 2017-2018. La campanella suonerà il 13 settembre

Francesco Barberini vola a Napoli con il WWF e trova anche i dinosauri

Dal CIPE le risorse per i lavori al cimitero di Casemasce

Nell'anniversario della morte di Eleonora Duse

Si riunisce la Consulta del Lago di Bolsena. "Una risorsa da tutelare"

Al via la mostra-mercato delle eccellenze agroalimentari in centro storico

Seminario CIA sul registro telematico vitivinicolo. L'Umbria ha aumentato l'export di vino dell'11,35%

Valerio Natili eletto segretario generale regionale Fisascat Cisl e Fist Cisl Umbria

"Antitodi e tecniche contro l'antipatia digitale". Seminario al Palazzo dei Sette

"Sono i cittadini i primi a subire le conseguenze di una disorganizzazione organizzata"

Il Ministero dell'Interno conferma i presidi di Polfer e Polstrada

Al via la XXII edizione de "Il Libro Parlante". Gli appuntamenti di primavera

A maggio, Fiaccola Olimpica in Piazza Duomo. In Comune, la premiazione di "Ragazzi in gamba"

Nel 72esimo Anniversario della Liberazione, "Orvieto Cammina" per la libertà

Tre giorni di festeggiamenti a Baschi in onore di San Longino

Davide vs Golia, punto di vista sulle Primarie Pd

Accordo di collaborazione tra la Chinese Academy of Sciences e l'Università della Tuscia

Domenica su due ruote con il Vespa Club, arriva "Orvieto in sella"

Gianni Minà dialoga con Stefano Corradino: "Documento da cronista, vivo da protagonista"

Storia e cronaca della Resistenza italiana ed europea, arriva la mostra dell'Anpi

Scuola Keikenkai: sei campioni Italiani e cinque in attesa della maglia azzurra

Inaugurato il primo "Unitre Smile" realizzato dalla Bottega Michelangeli

Soddisfazioni in casa Radio Frequency Expert. Suo, il lotto Centro Nord

Ferma lo scuolabus e mette in salvo una bambina, poi muore

Sindaci protagonisti del cambiamento

Lo scandalo di potenza sui conflitti di interesse al mise si allarga alla geotermia

Gianluca Foresi modera il Meeting Nazionale delle Fondazioni a Gravina di Puglia

Test di successo il primo "Wine Show Orvieto, gemellato con il 50esimo della Castellana

Scampagnata del 1° Maggio nel Convento dei Cappuccini con Letteralbar

Senso unico alternato e chiusure sulla provinciale 46 di Tordimonte

Il Comune aprirà la sfilata in Vaticano per la 32esima edizione di "Viva la Befana"

In mostra le opere di Francesco Catteruccia. Proseguono i festeggiamenti per la S.Croce

Il Comune condannato dal giudice del lavoro. "Denaro pubblco speso male"

Superare ansia e timidezza

L'Ipsia di Orvieto in visita al Centro di Formazione Enel di Terni

Robert Glasper Experiment una Liberazione R&B al Museo del Vino

Marco Iacampo live al "Valvola". Presenta l'album "Flores"

Il Duomo non è un museo

In mostra le opere di Marco Gizzi. Al Palazzo dei Sette, cavalieri e templari

Passaggio del testimone per la Staffetta del Cuore a favore di Marco Simoncelli

Il PCdI esprime soddisfazione sull'incontro con don Maurizio Patriciello

"100 fiori contro la geotermia". Giornata di mobilitazione interregionale

Auguri a Rita Levi Montalcini. Per i suoi 101 anni diretta da Bologna a rete unificata. Dalle 21 di giovedì 22 aprile 2010 segui l'evento su Orvieto.TV

Gala Five: salvezza raggiunta!

Un aiuto per Haiti. "Hachiko" al Cinema Corso con il Volontariato di S. Vicenzo

Villalalago e Villa Paolina di Porano nella “Rete regionale di Ville, Parchi e Giardini”

Verso la quadratura del Bilancio? Sembrerebbe portare ossigeno il rinnovo della convenzione tra Comune e ATC

Dalla Provincia in arrivo 80.000 euro per la SP "del Piano" a Orvieto

Chiusa la stagione teatrale con Arnoldo Foà, al Mancinelli arriva a sorpresa Enrico Brignano

Scuola di Musica. Oltre 2000 firme a sostegno dell'Istituzione. A fianco degli insegnanti anche i Sindacati

Lettera aperta del Comitato antirumore. Improponibile la bozza di regolamento. Ecco le nostre proposte

L'Intercom dell'Orvietano conferma l'efficacia e l'efficienza della funzione associata di Protezione Civile su base comprensoriale

Eurotrafo. Preoccupazioni dell'UGL per la delocalizzazione. L'azienda: è grazie alle commesse da Cina e India che stiamo salvaguardando la produzione a Fabro

Precisazioni di Confcommercio sulla riunione per il QSV: "Non abbiamo cacciato nessuno, è la legge regionale che detta gli interlocutori della concertazione avanzata"

Commissariare il Comune? Forse prima si dovrebbe commissariare il Pd...

Si getta dalla Torre dell'Albornoz. Muore giovane uomo di Porano

Condanna mite per Oriano Ricci. Domani subentrerà in Consiglio Comunale a Maria Antonella Annulli