cultura

Le Meraviglie di Alice Rohrwacher incantano al Festival di Cannes

martedì 20 maggio 2014
Le Meraviglie di Alice Rohrwacher incantano al Festival di Cannes

L’Italia corre verso la Palma d’oro, con Le Meraviglie di Alice Rohrwacher. Mancano pochi giorni al verdetto della giuria del 67esimo festival del cinema francese e l’attesa per il risultato scalda gli animi di tutto l’orvietano. Specialmente nell’altopiano dell’Alfina, a Castel Giorgio, dove la famiglia Rohrwacher vive da sempre, dove le sorelle Alba e Alice sono cresciute, dove vivono diversi personaggi e interpreti del film come Carlo Tarmati, e dove l’idea della pellicola si sviluppa e prende forma.

Ha affascinato e strappato 12 minuti di applausi, il mondo bucolico e rurale etrusco tra l’Umbria la Toscana e il Lazio, la storia di Gelsomina (Alexandra Lonu) una ragazzina di dodci anni, che fa l’apicoltrice nell’azienda di famiglia con la madre (Alba Rohrwacher), il burbero padre (San Louwyc), le tre sorelle più piccole, le api e un cammello arrivato in campagna portando con se un magico immaginario esotico.

“Il film non è un film autobiografico, ma è un film molto personale, familiare e racconta la storia di una famiglia, che io e mia sorella Alba conosciamo bene” ha detto Alice Rohrwacher nella conferenza stampa al Festival ”le api e il miele sono state il lavoro di nostro padre”. Il film, ha spiegato la regista: “E’ nato dal desiderio di raccontare i luoghi dove sono nata, ma avevo voglia di lavorare con lo sguardo ibrido. E’ una fiaba cruda, si può leggere come la storia di un re, una regina e di una ragazza che incontra una dama bianca, ma essendo legato ad un lavoro vero e faticoso, è un film anche sulla realtà e lascia spazio allo spettatore per un’interpretazione. E’ un racconto sul perdono, sulla tenerezza e anche sulla sconfitta. Non ci sono buoni o cattivi, ma solo due possibilità di proteggersi o di esporsi e chi si espone, come qualcuno a modo suo nelle Meraviglie spesso fallisce”.

Stando alle prime impressioni emerse dall’analisi del film: “ogni personaggio vive una sua prigione, per il padre tedesco (San Louwych) si tratta di non avere il mezzo linguistico per esprimersi, per la fata Milly Catena (Monica Bellucci) la maschera da fata da portare per creare sogni in cui far credere la povera gente. Ma anche la mamma di famiglia (Alba Rohrwacher) è imprigionata in un rapporto di coppia sempre più intollerabile, così come la piccola Gelsomina che vorrebbe ampliare i suoi orizzonti e immagina la sua vita oltre al di là delle colline”.

Nel cast, Monica Bellucci, ammiratissima al suo arrivo a Cannes, ha lavorato con entusiasmo al film. “Lavorare con Alice con la sua ricchezza e sensibilità e la forza sincera che si sente nel film per me una scelta irrinunciabile - ha detto Monica Bellucci -. La mia parte è una ciliegia nella torta, ma è una gran bella ciliegia. Gelsomina alla ricerca di un sogno e io stanca di essere un sogno volevo togliermi la maschera e scoprire la realtà. Il mio ruolo anche se breve ha in se qualche cosa di grande. Quando ho accettato questo ruolo ero in un momento della mia vita che per me era importante accettare questa parte”.

Il film, in attesa del giudizio francese, arriverà nelle sale cinematografiche giovedì 22 maggio. Qui il trailer.

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 agosto

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni