cultura

Su e giù dall'ospedale insieme a Gianni Marchesini

lunedì 13 gennaio 2014
di Davide Pompei
Su e giù dall'ospedale insieme a Gianni Marchesini

Chi attendeva il terzo atto delle chiacchiere pettegole e domestiche dell'Anita e la Marsilia, è rimasto spiazzato. La generazione già portata su carta da Gianni Marchesini in "Sta finestra do' da" e "Mo 'n giorno che è" non è, infatti, la stessa. "È quella successiva alla prima - spiega, lui - egemone, a perfetto agio con i meccanismi cangianti della società, aggressiva, arrampicatrice che, come la scimmia è usa fare sull'albero, nel salire i gradini della scala sociale non si vergogna di mostrare il culo rosso". Trent'anni dopo, anche il dialetto e i modi di dire non sono più gli stessi. Cambia scenario, ma non lo studio che c'è dietro ai personaggi e la capacità, attraverso la trasposizione del lessico, che qui acquisisce qualcosa di nuovo, di regalare al lettore altre 126 preziose pagine di piacere.

A quasi un mese dalla loro pubblicazione per Zorro Edizioni - "Su e giù dall'ospedale" è il regalo posizionato da Marchesini sotto l'albero degli orvietani giusto in concomitanza con le festività natalizie - le pagine popolate da Rovero e la Tilde non sono passate inosservate. Il piacere della scoperta del loro contenuto lo riserviamo a ogni singolo lettore desideroso di tornare alla fine degli anni Ottanta, quando il Santa Maria della Stella si trovava ancora in Piazza Duomo. Ma, al di là del gusto di collezionare emozioni da scaffale, per quale motivo chi non ha letto i primi due volumetti, dovrebbe avvicinarsi a un terzo testo dedicato a via Angelo da Orvieto? L'autore - neanche a dirlo - ne trova più di uno.

"Il libro - argomenta - ha un fondo azzurro Guardia di Finanza ed ha, impressi, due colori più esuberanti che sono un giallo e un bianco e tutta una misticanza di svariati colori appena citati, ma alquanto evidenti. Tenuto in mano bene in vista, può abbinarsi, se uscite a passeggio con un abito elegante, che ve posso dì, ad una borsetta meglio se di colore cobalto e, perché no, anche rossa. Certamente con delle scarpe che possono andare dal bianco palla di biliardo al beige scuro, o puramente blu notte o, sincaso, lo stesso azzurro. E se poi una volesse fare la sgallettata, sui jeans sarebbe la morte sua, hae capito come vòjo dì? E in casa? In casa può essere posto con una certa nonchalance appena si entra sul mobiletto dell'ingresso che il vostro ospite lo vede subito e dice: "Che palle ‘sto Marchesini, l'ha scritto un altro?". Ma se lo mischiate alle riviste per fare vedere che lo leggete, va bene su qualsiasi tavolo dal marrone scuro al rustico (che in genere sta di sotto), al tavolo basso bianco laccato che come l'ho visto ho messo ‘n croce ‘l mi' marito pé fammelo comprà".

"Vicino al camino - aggiunge - è l'ideale perché dato che ha la copertina ‘na frega rigida è utilissimo per fare aria al fuoco che quand'è la sera se mettono su quelle du' braciole, tre salsiccette nostrane, qualche fettina de ventresca, quattro costolette e' si ce sò, sett'otto fegatelle che noe la sera magnamo leggere. Date retta, lasciate perdere la diavolina, tutte quelle ventole che avete pure se una era della vostra nonna (che mo perché era della nonna ha da funzionà pé forza?) e datije giù col libro "SU e GIU' dall'Ospedale" che ‘l fòco ve s'affiara ch'è ‘na meraviglia. Per la notte può essere usato come scusa. Tante le volte lui/lei mette là una mano: "Lo sente che freddo?" (che poi è ‘n callo che se more, ma quando uno/a è arrapato/a dice bòne cazzate), uno/a risponde pronto/a: "Ma nun lo vede che ciò da legge? Vede ‘n po' de levà ‘st'impacco". Che uno/a mica legge: fa finta. Conservatelo al fresco, possibilmente lontano dai bambini che loro vedono tutti quei pupazzetti e lo strappano anche perché il vostro ospite, mentre voi non sentite, gli sussurra nell'altra stanza: "Còcche, strappatije ‘n po' ‘sto libro a quel testa de c...o". Per altri utilizzi non ci pensate nemmeno che la carta è troppo spessa. Ulteriori motivi per l'acquisto francamente non li intravvedo".

Noi, invece, francamente sì.

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 marzo

"Corri sulle strade dell'Ottobrata Orvietana", ai nastri di partenza la sesta edizione

Asia Argento e Filippo Dini al Mancinelli con "Rosalind Franklin. Il segreto della vita"

Giornata Mondiale della Poesia, presentato il libro "Dall'esperienza al racconto"

Casa di Riposo, indetta la gara per la gestione transitoria

"Medaglie al Merito" in Prefettura, tra gli insigniti c'è anche Pietro Federico

A Palazzo Simoncelli, l'omaggio a Leopardi di Diana Iaconetti e Nuccia Martire

Luca Fringuello e i Giovanissimi di Orvieto Fc: "Contento dei risultati fin qui ottenuti"

Unipoptus, ecco a chi andranno gli attestati di benemerenza 2017

Orvieto tra le 13 stazioni appaltanti per l'individuazione di soggetti da invitare alle procedure negoziate

"L'Umbria si rimette in moto", Lugnano in Teverina consegna ulivi collezione mondiale

Al Palazzo del Gusto, mini-corso di caffetteria gratuito per gli imprenditori del territorio

Provincia, assemblea Upi Umbria e mobilitazione per fondi scuole

Al Teatro Boni cala il sipario su una stagione da applausi. Nardi: "Puntiamo sulla qualità"

Sabbia d'estate

Riduzione del rischio da catastrofi, gli impegni del Comitato delle Regioni d'Europa

Impatto ambientale, Università della Tuscia e Comune sottoscrivono la convenzione

Mezzo secolo di storia, l'Avis cresce e si prepara ai festeggiamenti

"Shiatsu&Alzheimer": attraverso il corpo una via per entrare in relazione

L'Alto Orvietano "In marcia per le donne" verso la Panchina Rossa

A Todi, sarà aperto per la prima volta al pubblico Palazzo Atti-Pensi

Karate, gli atleti della Scuola Keikenkai in Marocco per l'Open di Tangeri Wkf

Il X Congresso della Fnp Cisl Umbria conferma Giorgio Menghini alla guida dei pensionati

La Sagra della Primavera all'Hosteria di Villalba. Sabato 25 marzo, da mattina a sera

Disciplina della viabilità, ecco cosa cambia

Ippolito Scalza, un orvietano nel solco di Michelangelo

Fate morire in voi gli atteggiamenti

Il giardino delle ortensie

Operaio non pagato, si barrica sul tetto di un'abitazione in costruzione

Zambelli Orvieto sempre più apprezzata, lo dice Martina Sabbatini

Attentati a Bruxelles, bandiere a mezz'asta e un invito a reagire con determinazione

La mostra-mercato di prodotti agroalimentari e artigianali di Città della Pieve compie vent'anni

Materiale per la biblioteca dalla raccolta degli oli esausti di origine vegetale

Il Coordinamento dei ristoratori orvietani dice no a Orvieto pattumiera dell'Umbria

L'Archivio di Stato lascia Piazza Duomo e trasloca nell'ex tribunale

Audizione con i vertici di Cosp per analizzare i primi risultati della differenziata

Bocciata la mozione sulla discarica, in aula scoppia il caos

Dal dibattito tutti contro l'inefficienza della raccolta differenziata nel ternano

Sì alla risoluzione geotermia, sull'Alfina si può sperare in un futuro senza speculazioni

Il messaggio del vescovo Tuzia in occasione della Pasqua: "Vigilate e pregate"

Gnagnarini replica alla minoranza: "Picconati tasse e deficit comunale"

"La Pasqua tra sacro e profano". Concerto con gli allievi del maestro Davide Rocca

Nuovo orario e una ricorrenza particolare per il Museo Etrusco "Claudio Faina"

Discarica, De Sio (FdI-An) attacca l'esecutivo: "La Regione ha la memoria corta"

Materazzo Vs Tatta, la sfida tra Comunista e Democristiano. Arbitra Conticelli

Protesta in Regione contro l'ampliamento della discarica: le immagini

Lo strano caso dei lavori sul torrente Carcaione. Italia Nostra: "Nessuna partecipazione"

A proposito di ambiente, le priorità dei Giovani democratici: "Cosa serve all'Orvietano"

Hosteria di Villalba, uno sviluppo "Coeso" per la valorizzazione delle aree montane

Fiorini e Mancini (Lega Nord): "Il Pd trasforma Orvieto in pattumiera dell'Umbria"

Dopo il documento, i venti sindaci dell'Area Interna icontreranno la Marini

Corso di lingua italiana per stranieri e laboratorio di disegno per studenti

Nel pomeriggio di Pasqua alla Chiesa dei Servi torna la messa in latino

Processioni e rievocazioni storiche della Passione in tutto l'Orvietano

In corso la campagna di tesseramento 2016 dell'associazione "Lea Pacini"

Fascino e suggestione a Palazzo Orca, con i "Quadri Viventi" del Terziere Borgo Dentro

La rievocazione della Passione nei borghi della Tuscia viterbese

"Orvieto per tutti" svela il logo. Ad aprile la presentazione ufficiale

Successo per la mostra "Omaggio a Francesco" e il libro "Dialoghi nell'Immenso"

"The art of the brick". I mattoncini Lego vanno in mostra e diventano opera

"Blowing Art. Se a Orvieto ci fosse il mare…". In mostra, le visioni di Carlo Rognoni

Rifondazione Comunista propone un percorso comune a sinistra del PD

In tilt da tre giorni le linee telefoniche di Ospedaletto. Protestano gli abitanti isolati anche dalla neve

38 mila euro di contributi per lo spettacolo dalla Provincia. Lo annuncia l'assessore alla cultura Sganappa

Conviviale d'eccezione del Rotary Orvieto: ospite d'onore la dott.ssa Rita Valecchi con un'interessante relazione sul futuro dell'Ospedale di Orvieto

La relazione della dott.ssa Valecchi: 'Ospedale di Orvieto: Innovazione e progettualità'

La Filarmonica Mancinelli inaugura a Montefiascone 'Primavera in Etruria'. Solista al pianoforte il maestro Riccardo Cambri

Accessibile al pubblico il Fondo bibliotecario Renato Bonelli. Domenica 25 marzo l'inaugurazione

Mondovino: quando il tempo premia l'Orvieto. A Roma Palazzone in verticale: 15 anni di Campo del Guardiano

Non si placano gli animi sulla delibera della Corte dei conti. AN e Altra Città chiedono un Consiglio Comunale in seduta segreta per discutere il comportamento del Presidente

Una giornata di studi dedicata alle novità della legge Finanziaria. Seminario di studi della Presidenza del Consiglio di Orvieto e della Fondazione PROMO P.A.

Scontro a sinistra sulla ripubblicizzazione dell'acqua. Un polemico intervento del consigliere Imbastoni: 'Battaglia per l’acqua pubblica: basta con i verniciatori'

La lettera del Comitato Promotore Regionale Umbro per la ripubblicizzazione dell'acqua agli eletti dell'Umbria

'Un dibattito serrato ma franco' tiene impegnata la direzione DS al completo fino alle due di notte