cultura

Pilar, grande voce della nuova musica italiana, domenica 18 agosto al Palazzo del Gusto di Orvieto

sabato 17 agosto 2013
Pilar, grande voce della nuova musica italiana, domenica 18 agosto al Palazzo del Gusto di Orvieto

Appuntamento d'eccezione al Palazzo del Gusto di Orvieto: la sera del 18 agosto nella bella terrazza dell'ex convento di San Giovanni, si esibirà Pilar, una delle nuove grandi donne della vocalità italiana. Vincitrice del Premio Tenco, Pilar unisce alle innate doti canore un sapiente uso strumentale della voce, mescolando radici popolari e canzone d'autore in un sound originale e contemporaneo. Come cantante ed attrice ha partecipato a vari spettacoli teatrali in Italia e all'estero e ha lavorato alla creazione di colonne sonore per il cinema e la televisione.

L'interprete romana presenterà molte delle canzoni scritte a quattro mani con il musicista e paroliere Bungaro. Suoni antichi e moderni: dalla canzone d'autore strumentale alle milonghe. Un repertorio internazionale di grande suggestione. La musica di qualità, come è tradizione nel programma estivo del Palazzo del Gusto, verrà accompagnata da degustazioni del cibo migliore del territorio. La serata musicale sarà infatti preceduta da una cena a buffet a cura della Monalda Bevitoria di Orvieto e il Boccon del Prete di Porano, che per l'occasione prepareranno alcune delle ricette tipiche dell'Umbria.

Il Palazzo del Gusto di Orvieto ha sede nel Convento di San Giovanni, una volta dimora dei canonici lateranensi ma ancora prima edificio sacro dedicato a Giove e poi Teatro Romano. L'affascinante complesso, sede dell'unica enoteca regionale dell'Umbria, è interamente dedicato alle eccellenze enogastronomiche. Centro di comunicazione, cultura e formazione, è anche un punto di incontro tra i diversi soggetti che lavorano nel settore della vitivinicoltura e dei prodotti tipici.

Le cantine del Palazzo ospitano l'enoteca: un intreccio di sale e cunicoli d'origine etrusca e medievale dove riposano i migliori prodotti delle Strade del vino umbre: l'Orvieto (bianco e rosso ma anche le vendemmie tardive e le muffe nobili), il Sagrantino di Montefalco, i superbi esemplari di Torgiano e gli ottimi vini del Trasimeno e dell'Amerino. Il 30 agosto è previsto l'ultimo appuntamento musicale del mese del Palazzo del Gusto con l'esibizione dei Nurea e il loro cocktail musicale nel quale si mescolano il funky, la dance e la disco.

Tutti i concerti e le serate gastronomiche del Palazzo del Gusto inizieranno alle ore 20. Per informazioni e prenotazioni 0763.562173. Info: www.ilpalazzodelgusto.it

Commenta su Facebook

Accadeva il 16 novembre

Frammenti di esistenze amorose... ovvero l’insopprimibile vizio della vita

Consiglio provinciale: Il mancato numero legale sul bilancio sintomo di evidente debolezza di giunta e maggioranza. Lo dichiara Danilo Buconi

Conclusa la XXII Mostra del Tartufo di Fabro. Video intervista alla vincitrice del "Vanghetto d'Oro e al Sindaco Terzino

370mila euro all'Intercom dell'Orvietano dal Fondo regionale di protezione civile

Caccia e Pesca. Disposizioni per la riconsegna del tesserino e attività di contenimento degli storni

“EstroVersi” mattatori della BTC di Roma

Verso la valorizzazione del Santa Cristina di Porano. Presentata la stagione 2009/2010

Pregiudicato moldavo rintracciato e denunciato dall'Anticrimine del Commissariato

Naturalmente…a cena. Ristorante “I Sette Consoli” e Condotta Slow Food insieme per un convivio biologico e biodinamico. Prenotazioni entro mercoledì

17 novembre. Giornata mondiale degli studenti. Manifestazione ad Orvieto per il diritto allo studio

17 novembre, il perchè di questa data

Sciopero generale studentesco, l'appello italiano di Unione degli Studenti e Link Coordinamento Universitario

Riforma, il ddl Aprea in sintesi

Mostra del Tartufo. Oltre 8mila presenze nell'edizione 2009

Approvato in Provincia l'assestamento di Bilancio. Voto favorevole della maggioranza, no di Pdl e Udc

Approvato il PRG a Porano. Dure accuse dell'opposizione: la nuova amministrazione ha patteggiato con chi tiene sotto scacco un'intera comunità

La lettera d'impegno dei ricorrenti al PRG