cultura

Contraddittorio sulla contraddizione tra Filosofia e Scienza alla Biblioteca "Fumi"

venerdì 25 maggio 2012
Contraddittorio sulla contraddizione tra Filosofia e Scienza alla Biblioteca "Fumi"

Per Il Maggio dei Libri - Lettori del presente, mercoledì 30 maggio, alle ore 16.00, presso la Sala Accoglienza della Nuova Biblioteca Pubblica Luigi Fumi si terrà un Contraddittorio sulla contraddizione tra Filosofia e Scienza, incontro - dibattito con Giuseppe Mazzi e Luca Umena.

Né il sole, né la morte - scrive François de La Rochefoucauld - si possono guardare fissamente.
E con questo il filosofo francese non intende certo negare che l'uomo viva ordinariamente sotto la luce del sole e sotto il segno della morte.

In modo analogo l'uomo vive pure costantemente sotto il segno della contraddizione ma è altrettanto difficile che riesca a guardare una sola contraddizione fissamente. In parte è con il gioco che può farlo, o con i sogni, ma soprattutto - come sostiene F. Orlando - è con la grande arte che può riuscirci: è con la poesia, con la pittura, con la letteratura che l'uomo può vincere temporaneamente questa sua impossibilità e guardare fissamente una contraddizione. Ma se la grande arte (soprattutto quella postmoderna) ha elevato ambiguità e contraddizioni a valori prioritari, non altrettanto può dirsi della scienza e della filosofia. In entrambe queste forme di pensiero, in forma più o meno intensa, sembrerebbe non esserci alcuno spazio per ambiguità e contraddizioni. Eppure...

Giuseppe Mazzi professore di Filosofia ha insegnato al Liceo Scientifico di Orvieto.

Luca Umena insegna Matematica e Fisica al Liceo Classico di Orvieto

Commenta su Facebook