cultura

Per "Intese Musicali" il 08Trio presenta "ORIGINALS" al Ridotto del Mancinelli

giovedì 22 marzo 2012
Per "Intese Musicali" il 08Trio presenta "ORIGINALS" al Ridotto del Mancinelli

Sabato 24 Marzo, alle ore 18, al Ridotto del Teatro Mancinelli, all'interno della manifestazione "Intese Musicali", il 08Trio presenta "ORIGINALS", un nuovo progetto che il gruppo formato da Andrea Vergari piano, Massimo Frellicca contrabbasso e Lucio Giovannella batteria, presenta per la prima volta.

"E' un progetto molto ambizioso - spiegano dal 08Trio - nel jazz suonato ai nostri livelli si usa suonare gli Standard o brani scritti dai grandi compositori, come abbiamo fatto fino ad ora nei nostri concerti e nel Cd presentato nel 2011 "08Trio". Abbiamo suonato brani di Haden, Jarrett, Corea, Metheny, Scofield, Barron e tanti altri. Suonare jazz è già difficile ma scrivere brani jazz è veramente complicato, soprattutto armonicamente e per arrangiarli è necessaria cultura jazzistica e fantasia, infine è necessaria molta molta"sfacciataggine" e ironia, ecco quest'ultime due a noi non mancano."

"Apriremo il concerto con un brano che si chiama "First" è un medium-swing e si chiama così perché è il primo brano scritto da Massimo, poi seguirà un brano dedicato ad un grande contrabbassista americano Charlie Haden dal nome "Charlie Like", è una slow bossa. Il terzo brano è un calypso scritto da Andrea che forse chiamerà "Mr B", dedicato a Kenny Barron, uno dei più grandi pianisti del Bop. Poi il concerto continuerà con "Remenbering Frank" una ballad, "Egypt" un afro-swing dedicato all'Egitto, "Maclafelo" un ¾ ed infine "Hysterical Swing" un fast, sono brani scritti da Massimo e arrangiati da tutti noi."

"Tutti i nomi dei brani sono in Inglese, non è un problema di esterofilia, il jazz è una musica americana che poi è diventata anche europea ma tutti i generi dal Bop al Cool, dall'Hard Bop al Modale, dal Free al Jazz Rock sono nati in America. E' evidente che i nostri brani sono molto influenzati anche dal jazz italiano ed europeo ma i musicisti americani e il jazz americano rimangono il nostro primo riferimento."

"Molte le collaborazioni dal 2008 ad oggi, tra cui Mauro Verrone, Carol Sudhalter, OrvietoArmonico solo per citarne alcune, in futuro continueremo a collaborare con altri musicisti ma vogliamo soprattutto suonare in trio. Nel trio si crea un maggiore feeling e vicinanza tra i musicisti, il suono è migliore anche se è più difficile suonare e c'è un minore impatto sulla gente. Il nostro immediato obiettivo è quello di incidere un Cd con tutti brani originali, entreremo in sala d'incisione già dal mese di Aprile."

Breve storia del Trio
"08 Trio" si forma nel 2008 dall'incontro di tre musicisti orvietani, Massimo Frellicca e Lucio Giovannella da anni alla ribalta del panorama jazzistico locale e non (con collaborazioni che vanno da Gianpaolo Ascolese, a John Arnold, a Mauro Verrone fino ad Alessandro Bravo) e Andrea Vergari, musicista emergente del jazz orvietano.

"08 Trio" è la sintesi di una serie di progetti che Frellicca e Giovannella hanno concretizzato a partire dalla fine degli anni '90 con altre formazioni in trio, come "The Trio" con Piero Di Salvo al piano, il"Jazz Orvieto Trio" con Sandro Paradisi alla fisarmonica e con un programma dedicato a Richard Galliano e Astor Piazzolla, Il "04 Trio" con Simone Gianlorenzi alla chitarra suonando brani di Pat Metheny, John Scofield, Mike Stern.

E' proprio il ritorno al trio classico (piano - contrabbasso- batteria), con l'inserimento di Vergari al piano, che ha permesso al gruppo il raggiungimento di un linguaggio personale e innovativo che può spaziare dal Be Bop al Modern Jazz, fondato su un interplay e uno swing incisivo e sempre presente.

Nel 2010 il gruppo ha inciso il suo primo Cd dal nome "08trio" per contestualizzare due anni di musica vissuta, sperimentata, studiata e rielaborata, insieme; il Cd che è un "live in studio" è stato presentato con successo nel 2011 nella rassegna culturale Venti Ascensionali.

Il sound del gruppo è il frutto della commistione tra l'esperienza maturata suonando insieme in situazioni variegate e quella proveniente dagli studi prettamente scolastici. Tutti e tre provengono infatti dalla Scuola Comunale di Musica Adriano Casasole di Orvieto.

Commenta su Facebook