cultura

La Mostra del Tartufo a Fabro scommette e vince. Oltre 18.000 presenze in tre giorni

lunedì 14 novembre 2011
La Mostra del Tartufo a Fabro scommette e vince. Oltre 18.000 presenze in tre giorni

Si è conclusa ieri, domenica 13 novembre, con una straordinaria risposta del pubblico la kermesse dedicata al pregiato tubero Fabrese organizzata dal Comune di Fabro e realizzata dalla Cooperativa Terra. Le oltre 18.000 presenze nei tre giorni di manifestazione hanno visto le produzioni di eccellenza dell'agroalimentare avere il loro teatro nella magnifica location del borgo medievale.

Il pomeriggio di domenica l'offerta dell'intrattenimento è stata assai varia, dal concerto de I Solisti di Perugia, a fachiri e giocolieri del gruppo MateriaViva di Roma. La serata si è conclusa con la consegna del premio giornalistico Vanghetto d'Oro, consegnato all'Arch. Scoppola, Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Umbria ed il lancio di lanterne volanti, come buon auspicio e un arrivederci al prossimo anno.

Fabro quest'anno ha proposto una formula allargata con una caratteristica più commerciale, aprendo al pubblico il Parco Commerciale Naturale di Fabro Scalo. Questa nuova area espositiva vedeva l'apertura continuata di tutti i negozi dello Scalo, del nuovissimo Padiglione-Ristorante delle Degustazioni, con gli Chef di Mario e Lestini, in cui assaporare le produzioni tipiche del territorio orvietano e la fiera domenicale.

"L'importanza di questa manifestazione - spiega il sindaco Maurizio Terzino - è stato quello di aver rimesso l'intero territorio comunale al centro degli interessi turistici e commerciali del grande pubblico. Abbiamo puntato fortemente sulla ripresa di questa mostra come stimolo a tutta l'area dell'Orvietano. La 24° edizione della Mostra è il risultato evidente ed estremamente positivo della collaborazione di tutti gli Enti pubblici, i privati, le associazioni ed i cittadini".

"La risposta positiva del grande pubblico è il risultato più rilevante di un anno di progettazione di questa mostra - spiega il Presidente del Consorzio ITACA Matteo Ragnacci, organizzatore dell'evento - Un anno nel quale abbiamo messo a punto una macchina organizzativa in grado di richiamare oltre 18.000 persone che hanno visto nel territorio una risorsa ancora inesplorata ma in grado di esprimere un forte interesse commerciale, enogastronomico e culturale. L'Orvietano dimostra sempre di più che mettendo al centro dello sviluppo la filiera Turismo Ambiente Cultura e stimolando la rete delle aziende, si permette a quest'Umbria "minore" di essere al pari con le altre manifestazioni regionali e nazionali". La manifestazione, infine, è stata realizzata con i fondi del PSR 2007-2013.

Commenta su Facebook

Accadeva il 26 maggio

L'Alta Tuscia riscopre i gioielli. Invito a Civita, Palazzo Monaldeschi e la Serpara

Due ori e tre bronzi per la Scuola Keikenkai al 2° Campionato Europeo di Karate Iku

Staffetta dei Quartieri. All'ombra del Duomo si corre la 51esima edizione

La Zambelli Orvieto si ferma sul più bello col Casal De' Pazzi

"Focus on pain" a Palazzo Alemanni. Seconda edizione per il congresso medico

Piazza del Popolo, parcheggi a disco orario non più a pagamento

"L'Eucarestia nell'arte cristiana". Conferenza Rotary in Duomo

Corso da tecnico audio e corso di informatica musicale al "Tuscia in Jazz 2016"

Alla Galleria Falzacappa Benci di passaggio i pellegrini di Giorgio Pulselli

A Guardea ed Alviano le musiche di Piovani e Morricone per il Concerto di Primavera

"Basta un Sì per cambiare l'Italia". Incontro a Sferracavallo con Luca Castelli

La Kansas State University sempre più presente sul territorio orvietano

Legambiente denuncia gravi profili di illegittimità del calendario venatorio

Il Coro degli Alpini dei Monti Lessini in concerto

Filippo Orsini relaziona su "Bartolomeo d'Alviano, Todi e l'Umbria tra XV e XVI secolo"

"Una buona stagione per l'Italia. Idee e proposte per la ricostruzione del Paese e dell'Europa"

Alla scuola Frezzolini di Sferracavallo s'inaugura la biblioteca "Sheradzade"

Nasce l'Albo sostenitori "Orvieto Cittaslow". Ecco da chi è composta la commissione

Divieto di pesca per consumo alimentare sul Paglia, scatta l'ordinanza del sindaco

"Etruschi 3D". Presentata la mostra multimediale curata dall'Associazione Historia

Che cos'è "Etruschi 3D"