cultura

In attesa del nuovo Vescovo, conferito il mandato ai catechisti. Marra: "spronare i giovani ad innamorarsi di Cristo"

lunedì 14 novembre 2011
In attesa del nuovo Vescovo, conferito il mandato ai catechisti. Marra: "spronare i giovani ad innamorarsi di Cristo"

Mons. Giovanni Marra, Arcivescovo, Amministratore Apostolico della Diocesi di Orvieto-Todi, ha presieduto ieri, domencia 13 novembre, nella Cattedrale di Orvieto una solenne concelebrazione eucaristica nel corso della quale ha conferito il "mandato" ai catechisti della Diocesi.

I fedeli sono accorsi numerosi dalle diverse Vicarie, per questa celebrazione che ricorda la prima pietra posta e benedetta nel 1290 per dare avvio alla costruzione del Tempio che custodisce il Sacro Corporale del Miracolo di Bolsena. La Cattedrale si è mostrata così, mentre la corale Vox e Jubilum diretta dal M° Stefano Benini eseguiva canti e inni, in tutto il suo splendore come un meraviglioso ostensorio della gloria e della misericordia del Padre.

All'Omelia mons. Marra, dopo aver ringraziato i fedeli, i sacerdoti e i catechisti, che gremivano la Cattedrale, segno di unità dei cristiani di Orvieto-Todi intorno al loro Pastore ha ricordato: "Comunione che in primo luogo è con il Papa perché, citando la Lumen Gentium, Gesù Cristo, pastore eterno, ha edificato la Chiesa e ha mandato gli apostoli, come egli stesso era stato mandato dal Padre e ha voluto che i loro successori, cioè i vescovi, fossero nella sua Chiesa pastori fino alla fine dei secoli. Affinché poi lo stesso episcopato fosse uno e indiviso, prepose agli altri apostoli Pietro e in lui stabilì il principio e il fondamento perpetuo e visibile dell'unità di fede e di comunione". Con l'occasione Mons. Marra ha invitato a pregare e ad animare tutti uno spirito di accoglienza nei riguardi del Vescovo che sarà nominato entro i primi due mesi del nuovo anno.

Ispirandosi, poi, alla Liturgia della Parola prevista per la solennità della Dedicazione della Cattedrale, si è rivolto con particolare attenzione ai catechisti presenti ai quali - dopo l'Omelia - ha consegnato il Mandato. Ad essi ha proposto la centralità dell'ascolto della Parola di Dio con la stessa riverenza con cui nel Libro di Neemia è scritto che il popolo convocato ascoltava in piedi la proclamazione che i leviti facevano della Legge e rispondeva con una partecipazione attiva elevando le mani, inginocchiandosi e prostrandosi.
"Tutto ciò deve essere imitato - ha sottolineato l'Arcivescovo Marra - dal catechista nella consapevolezza che dalla Parola trae sapienza ed energia per contribuire all'edificazione della Chiesa unito saldamente a Cristo la "pietra angolare". A questo punto il catechista potrà rivolgersi ai ragazzi e agli adulti con la certezza che è mandato dalla Chiesa. Tuttavia, il catechista a volte riscontra la fatica e il fallimento dei suoi sforzi, specie quando, dopo il sacramento della confermazione, i ragazzi abbandonano la Chiesa. Ciò è dovuto - ha ribadito mons. Marra. - al fatto che nel corso del catechismo è stata rivolta l'attenzione più alla preparazione fredda ai sacramenti piuttosto che alla promozione di un incontro personale con Cristo. Pertanto è necessario che i catechisti vivano dell'amore di Cristo così da poter spronare i bambini e i giovani ad innamorarsi di Cristo e a non abbandonare la Chiesa, ma ad essere piuttosto testimoni di Cristo".  Infine l'Arcivescovo ha indicato la Vergine Maria quale prima discepola di Cristo e prima fra i Santi affinché il catechista tragga protezione e ispirazione nel corso del suo servizio alla Chiesa.

Commenta su Facebook

Accadeva il 13 dicembre

Ludovico Cherubini strepitoso a Spoleto, fa suo l'Open Regionale Assoluto di Spada Maschile

Mostra collettiva d'arte per gli studenti del Gordon College

A grande richiesta al Mancinelli torna per il sesto anno "Canto di Natale"

All'Unitus si parla di "Evoluzione delle tecnologie in ambito digitale" e "Project Management"

Promozione della lettura, sì della Regione allo schema di protocollo d'intesa con l'Associazione italiana biblioteche

"Disagio e pregiudizio minorile", convegno in sala consiliare su bullismo e violenza

Un aquilone, forse

Di fiori

Il colonnello Maurizio Napoletano alla guida del Comando militare dell'Esercito Umbria

Concerto Baratto per la Caritas. Maurizio Mastrini al Teatro degli Avvaloranti

Un'ordinanza del sindaco vieta l'accesso alla frazione di Pornello per motivi di sicurezza

Consumo di alcolici, i dati dell'indagine "Passi" nel territorio

In sala consiliare c'è il convegno su minori stranieri non accompagnati

All'Auditorium Comunale va in scena "Il Presidente, una tragica farsa"

Ussi Umbria si conferma campione d'Italia. Finale dedicata a Dante Ciliani e ai terremotati

"Natale in Musica", tutti i concerti della Scuola Comunale di Musica "Adriano Casasole"

Paolo Maurizio Talanti rappresenta il Comune di Orvieto nel consiglio direttivo di Felcos Umbria

Via le auto da Piazza della Pace, c'è la pulizia straordinaria

"Venite Adoremus". Concerto in Duomo della Corale "Vox et Jubilum"

Giornata di Studio per la Polizia Locale, tanti gli argomenti affrontati

Sei incontri per "Stare bene a scuola e a casa". Via al corso promosso da Iisacp, Orviet'Ama e Sert

Milano, troppo Milano o forse no

Elegia per una morte cattiva

Percorrevo con te una assolata

"Lazio in gioco", l'Istituto "Leonardo da Vinci" per il contrasto alla dipendenza da gioco d'azzardo

"Natale sicuro", la polizia intensifica il controllo del territorio