cultura

Ridotto stracolmo e musica di qualità per il concerto di inaugurazione dell'anno accademico dell'UniTre

mercoledì 9 novembre 2011
di Laura Ricci
Ridotto stracolmo e musica di qualità per il concerto di inaugurazione dell'anno accademico dell'UniTre

Si è aperto il 6 novembre, con un concerto nella bella cornice del Foyer del Teatro Mancinelli, l'anno accademico 2011/2012 dell'Università delle Tre Età di Orvieto: una domenica pomeriggio all'insegna della buona musica e della raffinatezza, resa possibile dal patrocinio del Comune di Orvieto e dell'Associazione TeMa e dal contributo della Cassa di Risparmio di Orvieto. A esibirsi nel programmato "Concerto Pianistico" sono stati il M° Riccardo Cambri e i suoi allievi del "Laboratorio di Musica da Camera per pianisti a quattro mani" della Scuola Comunale di Musica "Adriano Casasole" di Orvieto: Stefano Greco, Sofia Fumi, Chiara Chiasso, Nadia Gialletti, Emiliano Mari, Marco Villani, Sergio Santarossa, Alberto Romizi, Leonardo Gialletti ed il neo maestro Francesco Bergami.

Molto interessante il repertorio scelto, con brani raffinati e di raro ascolto come l'ouverture de "L'Italiana in Algeri" di Rossini trascritta da Carl Tausig, "Le Jardin de Dolly" di Gabriel Fauré, l'Andante dal Secondo "Concerto Brandeburghese" di Bach trascritto per due pianoforti da Alexander Siloti, la "Danza delle spade" di Khachaturian, lo splendido Concerto per pianoforte e orchestra n.21 in do maggiore KV 467 di Mozart. Particolarmente suggestiva poi, e probabilmente una vera e propria prima cittadina per quel che concerne la musica classica, la scelta di usare due pianoforti a mezza coda contemporaneamente nel medesimo concerto, una scelta che ha permesso di giocare su un ventaglio espressivo praticamente illimitato.

Davvero encomiabili le esecuzioni, sia del M° Cambri che conferma le sue ben note qualità di solista, sia degli allievi del corso a quattro mani, che rendono onore al proprio serio impegno e alla passione didattica dell'insegnante. E gli applausi scroscianti e prolungati del numeroso pubblico presente, della qualità e dell'impegno sono stati il positivo e meritato riscontro.

Come da tradizione, l'UniTre ha premiato con un'elegante targa un musicista di chiara fama: quest'anno il Maestro romano Riccardo Marini, che va ad aggiungersi alla rosa degli anni precedenti: i Maestri locali Gisa Zajotti, Massimo Ladi e Fernando Majotti detto "Pioggia", e ancora, a livello nazionale, i Maestri Carlo Frajese e Elio Maestosi.

Il Maestro Marini, per 27 anni docente al Conservatorio Statale di Musica "Morlacchi" di Perugia (da qui la motivazione del premio "per l'insostituibile contributo a favore della crescita artistica di tanti giovani musicisti umbri"), insegna attualmente al Conservatorio Santa Cecilia di Roma. Pianista, insegnante e conferenziere, è stato fra l'altro anche il Maestro con cui si è diplomato, con lode e menzione d'onore, Riccardo Cambri nel 1994.

Emozionante la sorpresa riservata al pubblico: l'esecuzione del celeberrimo Andante di Mozart (noto al grande pubblico come la melodia principale della colonna sonora del film "Elvira Madigan"), dal Concerto in do maggiore per pianoforte e orchestra KV 467, con Marini e Cambri ai due pianoforti. E colmo come non mai il ridotto del Mancinelli, affollato non solo dalle presenze locali, ma da numerosi turisti stranieri richiamati dal concerto e dalla contemporanea presenza di due pianoforti. Per motivi di sicurezza, non è stato addirittura possibile accettare tutti gli spettatori che avrebbero voluto essere presenti.

"I miei ringraziamenti più sinceri vanno all'Università delle Tre Età di Orvieto e a quanti hanno supportato, concretamente, questa iniziativa - afferma il Maestro Riccardo Cambri - nessuno di noi poteva immaginare una tale affluenza, andata ben al di là di ogni logica aspettativa. Evidentemente la tradizione musicale è ben impiantata a Orvieto, e d'altra parte l'UniTre gode di sincera stima da parte dell'intera cittadinanza. Rivolgo un affettuoso pensiero a quanti si sono recati al Mancinelli ma, purtroppo, non hanno potuto assistere al concerto perché le limitazioni previste dalla legge, relativamente alla questione della sicurezza, non ne hanno permesso l'accesso. Offrirò al consiglio direttivo dell'UniTre la mia totale disponibilità per valutare insieme una soluzione capace di rimediare a questo inconveniente".

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 febbraio

Giulio Scarpati all'Unitre. Con Valeria Solarino al Mancinelli per "Una giornata particolare"

Cede una porzione di muro, tecnici della Provincia al lavoro sulla SP 31

Ultima settimana di scuola aperta all'Istituto Artistico, Classico e Professionale

Al Palazzo del Gusto, corso di qualificazione professionale per sommelier Ais

Final Four Under 18 Eccellenza, la finale sarà Ellera-Todi

Anteas e Gruppo Famiglie Parrocchia S.Anna promuovono l'incontro "Invecchiare bene"

Lancia una bottiglia contro il muro del commissariato, denunciato un 37enne

Anche il Comune di San Venanzo aderisce a "M'illumino di meno"

Visite guidate a "San Giovenale. La chiesa e il quartiere nell'Orvieto medioevale"

Provincia, la Rsu chiede certezza su servizi, personale e bilancio

Emanuele Carelli presenta la raccolta di poesie "Celeste come i cieli"

Ridistribuite le deleghe, fino a nuove determinazioni

Il Tar conferma l'aumento della litigiosità tra cittadino e pubblica amministrazione

Campo da calcio di Ciconia "in abbandono", la Uisp fornisce chiarimenti

Proposta di legge sull'ambiente, prosegue in tutta l'Umbria la raccolta firme

A "Cinema intorno al mondo", è la volta di "Lagos. Notes of a city"

Vinti: "Le dimissioni scoperchiano la pentola del conflitto interno al Pd"

Tecnici Enel al lavoro, traffico interrotto in Via Magalotti

Umbria e Orvieto protagoniste a Praga. Intensa l'attività per rafforzare relazioni e progetti

Comune spento per "M'illumino di meno". Gli interventi per razionalizzare i consumi energetici

Presentato in Regione il volume "Umbria, paesaggi in divenire 1954/2014"