cultura

I Venerdì Orvietani di aggiornamento in Ginecologia ed Ostetricia. Venerdi 24 giugno si parla di "Sicurezza in sala parto"

giovedì 23 giugno 2011
di Monica Riccio
I Venerdì Orvietani di aggiornamento in Ginecologia ed Ostetricia. Venerdi 24 giugno si parla di "Sicurezza in sala parto"

"Il compito di una buona sanità in campo ostetrico è quello di restituire alla società due persone sane: la madre e il proprio bambino" - dice, con una punta d'orgoglio, il prof. Riccardo Morelli (nella foto), Direttore dell'Unità di Ostetricia e Ginecologia all'Ospedale di Orvieto, che questa mattina, in una conferenza stampa, ha presentato il prossimo incontro de "I Venerdi Orvietani". 

Nell'incontro di venerdi 24 giugno, organizzato a Palazzo Coelli, sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto, partner dell'iniziativa, si parlerà di "Sicurezza in sala parto: gestione delle emorragie".

"Lo scopo dell'iniziativa, che rientra nei Venerdì Orvietani di aggiornamento in Ginecologia e Ostetricia, - spiega il prof. Morelli, - oltre a trattare degli aspetti tecnico-scientifici, vuol essere un momento di riflessione, la più ampia, rispetto a una maternità più serena e tranquilla."

Hanno assicurato la partecipazione all'incontro, che inizierà alle ore 15.00, autorevoli esperti in materia che discuteranno sia delle problematiche epidemiologiche e fisiopatologiche, che di quelle propriamente terapeutiche delle emorragie in gravidanza. Sarà un'occasione importante per approfondire quanto di nuovo la ricerca ha fatto negli ultimi tempi e per confrontare le esperienze dei vari centri delle Regioni Umbria, Toscana e Lazio che quotidianamente si trovano a fronteggiare queste emergenze.

"Il nostro compito, - ha detto ancora Morelli, - è quello di promuovere la prevenzione, solo così si possono prevedere i rischi e, di conseguenza, alzare i livelli di sicurezza prima, durante e dopo il parto. Da questo incontro ci aspettiamo un buon risultato anche in vista di un progetto denominato "Casa del Parto" che vorremmo porre in essere in collaborazione con le 11 unità di Maternità della regione. Si tratta di una struttura logisticamente vicina all'ospedale dove si possa partorire in serenità. Il parto ha i suoi luoghi e per tanto tempo il luogo più importante è stato proprio la casa, per cui, - ha detto il professore, - perché non creare le condizioni più simili alla casa con tutta la sicurezza dell'ospedale?"

Il reparto diretto dal prof. Morelli ha registrato, nell'anno 2010, un record di nascite pari a 511 neonati. Oltre alla normale attività ostetrica, il reparto cura anche gli ambulatori dei servizi dedicati alle problematiche endocrinologiche e legate alla menopausa.

"Il 35-40% della utenza che si rivolge al nostro reparto proviene da fuori regione", ha infine dichiarato il professor Morelli.

Programma del convegno:

15,00 Apertura Lavori R. Morelli
Saluto Direzione Aziendale V. Panella

I SESSIONE : Emorragie del III trimestre : il problema
Moderatori: R. Provaroni -S. Scarponi- S. Marchetti
15,30 Epidemiologia delle emorragie peripartum G. Pomili
15,50 Emorragie ante partum H. Zanetti
16,10 Emorragie intra partum P. Fusco
16,30 Emorragie post partum P.L. Narducci

16,50 COFFEE BREAK

II SESSIONE : Gestione delle emorragie peripartum: la terapia
Moderatori: F. Cesa - G.P. Passalacqua -G. Pierluigi
17,20 Approccio clinico F. Damiani
17,40 Approccio chirurgico G. Affronti
18,00 Approccio anestesiologico T. Ciacca
18,20 Ruolo dell'Ostetrica A. Bianco
18,40 Discussione

Questionario E.C.M.
Chiusura dei lavori G.C. Di Renzo C. Giorlandino

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 17 novembre

Tanta Umbria, ancora poco Orvietano nell'Atlante dei Cammini d'Italia

Mostrare per esserci, il progetto di cartellonistica per rifondare sulla bellezza Salci

Chiusa la fase congressuale del Pd, Scopetti confermato segretario

Pendolari sul piede di guerra: "Il futuro dei treni a Orvieto e il silenzio degli amministratori"

Tari, tariffe corrette e conformi alla normativa. Creta: "Non ci sono stati errori"

L'Orvietana punta il Castel Del Piano per riscattarsi dalla sconfitta

A Magione si corre l'Individual Race Attack, tanti orvietani al via

La Filarmonica festeggia Santa Cecilia. Concerto al Teatro Concordia

Parlare di violenza sulle donne per cambiare prospettiva. In Biblioteca, tre appuntamenti

Visita Pastorale del vescovo Benedetto Tuzia. Il decreto di indizione

Alla Rocca dei Papi, conferenza sul genio di Michelangelo

"Orvieto in Philosophia". Per la città della sapienza, Festival di Filosofia in Dialogo e Decade Kantian

Confetti rossi per Alessandra Polleggioni, prima laureata in Informatica Umanistica dell'Orvietano

Scuole, Variati (Upi): "Del totale dei fondi generali solo il 14 per cento destinato alle Superiori"

Ladri in azione in pieno giorno. Paura sull’Alfina

L'Università dell'Arizona presenta il progetto del Museo Archeologico "Poggio Gramignano"

In tanti agli Stati generali della Scuola. Bartolini: "Temi vitali per il futuro dei nostri giovani"

Anas, investimenti per quasi 200 milioni di euro per servizi di progettazione definitiva e fattibilità tecnico-economica

Monte Peglia e Provincia Autonoma di Bolzano, esperienze a confronto per il riconoscimento Mab Unesco

"La Natività ad Orvieto". Decima edizione per il concorso dei presepi, come partecipare

Al Museo di Palazzo Davanzati a Firenze, si presenta il volume di Lucio Riccetti

Giornata di studio su gestione pazienti con Bpco, integrazione Ospedale-Territorio

Al Museo Emilio Greco si presenta il volume "Cristo e il potere. Teologia, antropologia e politica"

Liberati (M5S): "Alta velocità? Poco chiare le risorse, Umbria tagliata fuori dalle opportunità"

Sostanze tossiche, rischio sismico. Consegnata la diffida ai sindaci

"100 Mete d'Italia", riconoscimenti a Monteleone d'Orvieto e Civita di Bagnoregio

"Il Tabarro" di Puccini risuona al Museo della Navigazione nelle Acque Interne

La Quercia

"Non fate come me". A Caffeina Incontri, l'esordio letterario di Massimiliano Bruno