cultura

Un brindisi con Valentina Pattavina."La libraia di Orvieto" torna sulle Rupe...con un nuovo romanzo

venerdì 20 maggio 2011
di Davide Pompei
Un brindisi con Valentina Pattavina."La libraia di Orvieto" torna sulle Rupe...con un nuovo romanzo

Torna su quella "rocca giallastra di tufo" che l'aveva stregata al punto da ambientarci il romanzo "La libraia di Orvieto" edito per Fanucci e presentato proprio nella città del Duomo a giugno dell'anno scorso http://www.orvietonews.it/it/index.php?id=24759. Ora, Sabato 21 marzo, sempre a Orvieto, Valentina Pattavina torna a presentare il suo ultimo romanzo.

Di recente, a Torino, quel libro e Orvieto stessa sono stati ampiamente celebrati. La sua autrice, Valentina Pattavina, lunedì alle 17.30 sarà ospite a "Fahrenheit" per parlare ai microfoni di Radio3 con Loredana Lipperini dell'atteso sequel che da qualche ora ha ufficialmente preso posto sugli scaffali di tutta Italia. Sabato, però, farà tappa sulla Rupe per presentare la sua ultima fatica a quel pubblico che - un po' per curiosità, un po' per la parola "Orvieto" contenuta nel titolo - le ha portato fortuna.

Parola di librai, infatti, ad Orvieto nell'ultimo anno il libro più letto è stato proprio "La libraia di Orvieto", in corso di pubblicazione all'estero e con la già ventilata possibilità di trasformarsi in un film.

Duecentoquattordici le pagine, de "L'ultima eredità" - questo il titolo del secondo episodio - vergate con la stesso gusto per la descrizione e lo stesso incalzante ritmo che danno anima e colore alla sua narrazione. Ambientato nel 1944, in un'Italia spaccata in due, in mano per metà alle forze alleate e per l'altra metà all'oppressione nazifascista, il libro torna ad omaggiare anche Orvieto. Quella "dichiarata città aperta che per preservare la ricchezza del suo patrimonio artistico, si trova a fronteggiare la furia distruttrice dei bombardamenti che ne dilaniano il territorio, arrivando a sfiorare l'altissima rupe di tufo". E' insomma un fondale fatto di lapidi, croci e colpi di scena quello che stavolta si impone a Matilde Ferraris, entrata stabilmente a far parte della piccola comunità locale.

E alla comunità orvietana - quella vera - non resta che festeggiare il ritorno "a casa" della sua autrice catanese. All'incontro, messo in agenda per le 18.30 nell'atrio di Palazzo dei Sette, farà seguito inoltre un brindisi finale e informale. Saranno le bollicine a calare il sipario su "Il Libro Parlante", la fortunata rassegna di incontri con i protagonisti dell'ultima stagione letteraria giunta quest'anno alla dodicesima edizione.

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 ottobre