cultura

Al via il progetto “Per una cittadinanza attiva delle donne”. Due generazioni a confronto con Lea Melandri e Ilenia de Bernardis: sabato 27 novembre, ore 17 alla Sala del Carmine

giovedì 25 novembre 2010
Al via il progetto “Per una cittadinanza attiva delle donne”.  Due generazioni a confronto con Lea Melandri e Ilenia de Bernardis: sabato 27 novembre, ore 17 alla Sala del Carmine

Prende il via sabato 27 novembre 2010, alle ore 17,00 presso la Sala del Carmine di Orvieto, nell'ambito della decima edizione della rassegna Venti Ascensionali, il progetto "Per una cittadinanza attiva delle donne" che l'Associazione Culturale "Il filo di Eloisa" di Orvieto realizzerĂ  nell'arco di un anno all'interno della Progettazione Sociale del Cesvol di Terni.

Questo primo appuntamento, dal titolo Forme della trasmissione verso le nuove generazioni dei percorsi e delle pratiche politiche delle donne, vuole mettere a confronto due generazioni per esplorare come ha funzionato il passaggio di testimone. Circa quarant'anni fa, infatti, faceva il suo ingresso nella vita pubblica una generazione imprevista di donne, destinata a cambiare in profonditĂ  il rapporto tra i sessi e le categorie stesse della politica. Nel medesimo tempo, ne nasceva un'altra che per effetto di quella rivoluzione avrebbe potuto vivere, se non in modo meno problematico sicuramente meno oppressivo, la propria appartenenza al sesso femminile.
Come è avvenuta e quali difficoltà ha incontrato la trasmissione di saperi, pratiche sociali e politiche così innovative, saranno gli interrogativi intorno a cui dialogheranno Lea Melandri, saggista e docente della Libera Università delle Donne di Milano e Ilenia de Bernardis, ricercatrice di letteratura italiana all'Università di Bari, del gruppo Di Nuovo. Coordina Ornella Cioni, presidente del Filo di Eloisa.
VerrĂ  proiettato il DVD "Libere", con Lunetta Savino e Isabella Ragonese, tratto dall'atto unico scritto da Cristina Comencini per l'associazione Di Nuovo.

Il filo di Eloisa è un'associazione di volontariato costituita a Orvieto nel 2007 per ricordare la figura di Eloisa Manciati, giovane intellettuale orvietana scomparsa prematuramente nel giugno 2006, che tanto si è prodigata, a Orvieto e in altri luoghi d'Italia, per la cultura e il vivere sociale e, in particolare, per la valorizzazione e la trasmissione del pensiero femminile.
L'Associazione, particolarmente attenta alla necessitĂ  della presenza attiva delle donne nella societĂ , per combattere le situazioni di marginalitĂ  e di disagio che tuttora si creano a loro danno nel nostro contesto socio-culturale, intende promuovere con questo progetto, attraverso una serie di incontri seminariali aperti a tutta la cittadinanza e attraverso un lavoro di messa in rete con Istituzioni, Associazioni, luoghi significativi del pensiero e della pratica politica delle donne, un percorso di conoscenza, di consapevolezza e di stimolo ad una maggiore partecipazione alla vita pubblica.

In questa ottica, gli incontri si muoveranno in un ampio orizzonte esplorando nella prima parte (novembre-dicembre) il lungo percorso dall'emancipazione al pensiero della differenza, le pratiche politiche delle donne, le forme della trasmissione verso le nuove generazioni, con il coinvolgimento anche dei docenti e degli studenti delle scuole superiori di Orvieto; nella seconda parte (febbraio-aprile 2011) si affronteranno i problemi del lavoro e dei diritti, mettendo a confronto luoghi fecondi della elaborazione del pensiero delle donne con rappresentanze di delegate sindacali della nostra realtĂ  e con uno sguardo alle tematiche della immigrazione e della numerosa presenza delle cittadine straniere sul nostro territorio. L'incontro conclusivo sarĂ  dedicato al tema della rappresentanza politica, mettendo a confronto esperienze e testimonianze di amministratrici dell' ambito comunale, provinciale e regionale, a partire dalla presidente della Regione Catiuscia Marini, che ha giĂ  dato la sua disponibilitĂ  a partecipare.

Questa l'essenza di un ambizioso progetto che si incardina sul territorio, spazia sulle esperienze piĂą significative a livello nazionale, vuole essere propositivo e cercare di coinvolgere, sul tema nodale della cittadinanza delle donne, persone di diverse appartenenze sociali e culturali, cercando di creare spazi di confronto e relazione.

Commenta su Facebook

Accadeva il 15 novembre

Il disco dei Cherries alza il sipario sulla nuova stagione del Teatro Santa Cristina

Il Vetrya Corporate Campus si amplia. Nuove aree e servizi aperti alla comunità

"Stop discarica". Assemblea pubblica al Centro Anziani di Ciconia

Il Comitato Civico per il Diritto alla Salute-Art.32 chiede un'adeguata risposta sanitaria

La rosa, le spine

Motore in avaria, aereo rientra in aeroporto: paura per famiglia orvietana

Ramona Aricò ci crede ed incoraggia la Zambelli Orvieto

"Gli Etruschi parlano". Presentato a Paestum il progetto in realtà aumentata

Non applicazione della quota variabile della Tari alle pertinenze

"Le città del futuro", anche Vitorchiano a Montecitorio

A "Cuochi d'Italia", Valentina Santanicchio si aggiudica la vittoria sul Veneto

Danza e teatro, al Boni "Tempesta" e "La Giara. Un meraviglioso regalo"

A Villa Umbra, gli stati generali su scuola e sistema di istruzione e formazione professionale

Accattonaggio molesto, CasaPound avvia una raccolta di firme

Accesso ai bandi europei, si rafforza la collaborazione tra scuola ed Anci Umbria

"Legalità, mi piace". Oltre 300 studenti delle superiori partecipano all'evento di Confcommercio

False "Catene di Sant'Antonio" di WhatsApp. L'appello di Polizia Postale e Sportello dei Diritti

Il questore di Terni in visita al Comune di San Venanzo

Il Comune stanzia 116.000 euro per asfaltature e installa pannelli luminosi con limiti a 50 km/h

Lotta al tumore al pancreas, il Comune s'illumina di viola

Via ai lavori di pavimentazione sulla strada statale 205 "Amerina"

Civita di Bagnoregio e Gubbio, due casi di studio per Orvieto

Weekend intenso per l'Orvieto FC. Esordio in campionato per i Giovanissimi

Giornata dei Diritti dell'Infanzia, l'artista Salvatore Ravo realizza un murale per la Festa dell'Albero

Nuova ondata di furti, impegno congiunto tra istituzioni e carabinieri

Alessandro Carlini presenta "Partigiano in camicia nera. La storia vera di Uber Pulga"

Due giorni di appuntamenti per la sesta edizione per "Olio diVino"

La "Festa dell'Olio" di Montecchio compie 42 anni

A 12 anni dalla scomparsa, Orvieto ricorda Padre Chiti. Il programma delle celebrazioni

Dal Bianconi al Rivellino, piovono spettacoli nella Tuscia dei teatri

Le ragioni del No. Incontri a Orvieto, Acquapendente e Castel Giorgio

La Fondazione per il Csco è di nuovo accreditata quale agenzia formativa presso la Regione

Al Teatro dei Calanchi è di scena "Abdullino va alla guerra"

Bandiera verde a "Il Secondo Altopiano", qualità e impegno quotidiano per l'agricoltura naturale

Alessandro Benvenuti torna al Boni da protagonista con lo spettacolo "Chi è di scena"

Approvata la convenzione per istituire l'Ufficio speciale ricostruzione post sisma 2016

La Scuola dell'Infanzia di Pantalla dedica un'aula alla "maestra Barbara"

Le eccellenze dell'Umbria in vetrina alla Borsa internazionale del turismo enogastronomico

Iniziati i lavori alla scuola di Giove, 205 studenti trasferiti a Guardea e Penna in Teverina

Psr 2014-2020, operativi i cinque Gal dell'Umbria, a disposizione 32 milioni di euro per sviluppo locale

XXXIV Trofeo delle Regioni, convocati otto nuotatori della Uisp Orvieto Medio Tevere

Geotermia, chiesto un incontro al Mise. Nevi: "L'Umbria non ha bisogno di rinvii"

Geotermia, il centrosinistra si spacca. Fiorini: "Giunta e seguaci hanno già deciso"

Scuola, approvato il Piano provinciale offerta formativa e programmazione 2017-2018

Undicesima seduta del 2016 per il consiglio comunale. In 23 punti l'ordine del giorno

A Ficulle torna "Olio diVino". Due giorni di degustazioni, musica e convegni

Gestione dei rifiuti, Rotella (Porano Bene Comune) interroga l'amministrazione

Geotermia al Bagnolo. Ambientalisti cauti: "C'è poco da esultare"

Cambio al vertice della Cro. Comitato risparmiatori: "Disponibili al confronto"