cultura

"La testa per pensare". Orvieto ricorda Gianni Rodari

venerdì 24 settembre 2010
"La testa per pensare". Orvieto ricorda Gianni Rodari

"La testa per pensare". Omaggio a Rodari. E' questo il titolo che l'Amministrazione Comunale / Assessorato all'Istruzione Pubblica e il Centro Studi Gianni Rodari di Orvieto hanno voluto dare ad una serie di iniziative che partiranno nel mese di ottobre. Il 2010, infatti, è l'anno delle ricorrenze per Gianni Rodari: 90 anni dalla nascita (23 ottobre 1920, ad Omegna in provincia di Verbania), 30 anni dalla morte (14 aprile 1980, a Roma), 1970 l'anno in cui Gianni Rodari vince - primo e unico scrittore per l'infanzia italiano del Novecento - il massimo premio internazionale di letteratura infantile, il Premio Andersen (Fiera di Bologna -3/6 aprile 1970).

"Il Centro Studi Gianni Rodari di Orvieto - ricorda l'Assessore alle Politiche giovanili e all'Istruzione pubblica Cristina Calcagni - è stato il primo Centro Rodari nato in Italia grazie all'impegno del nostro predecessore Adriano Casasole. Ne sono soci fondatori il Comune di Orvieto e gli eredi di Gianni Rodari, Maria Teresa Ferretti Rodari e Paola Rodari. Negli anni, il Comune di Orvieto ha dotato il Centro Studi di una sede prestigiosa, a pochi metri dal Duomo, dove sono raccolte quasi tutte le pubblicazioni italiane e straniere di Rodari e su Rodari, ma anche riproduzioni di suoi articoli apparsi su riviste e giornali, alcune copie originali di periodici in cui compare la firma dello scrittore nonché documenti vari".

"Oggi il Centro Studi Gianni Rodari di Orvieto - aggiunge - è diventato il punto di riferimento di ricercatori e studiosi dell'opera e della lunga di attività giornalistica di Rodari. E' l'unico centro in Italia che possiede le copie dei numerosissimi articoli di Rodari e una buona quantità di tesi di laurea. Tutto materiale ora in versione cartacea che presto sarà riversato in versione elettronica. Nei primi mesi dell'anno, il Consiglio di Amministrazione del Centro Studi, in cui ho l'onore di rappresentare il Comune di Orvieto, ha approvato la nuova 'mission', che si aggiunge a quelle già in funzione: l'apertura del Centro alla città, a tutti i bambini ed i ragazzi con una serie di laboratori dinamici che vedono coinvolti non solo la sede del Centro ma anche tutte le scuole".  "Tale mission - continua l'Assessore - è stata possibile solo con il coinvolgimento diretto dei nostri giovani che ruotano attorno al Mr. Tamburino e con la preziosa supervisione dell'Associazione P285. Il Centro Studi Rodari è stato oggetto di una attenta rivisitazione, catalogazione ed archiviazione di tutte le opere e di tutti gli articoli di Gianni Rodari. Una raccolta davvero unica e prestigiosa che sarà messa a disposizione dell'intera la collettività orvietana. Ringrazio della fiducia la signora Maria Teresa e la signora Paola, oltre alla grande disponibilità del direttore Mario Di Rienzo che senza sosta promuove, organizza e partecipa a convegni ed iniziative su Rodari in tutta Italia, e all'estero, con la mostra itinerante 'Gianni Rodari nel mondo' inaugurata ad Orvieto nel 2004".

"Il 4 ottobre prossimo - conclude - presso il Centro Rodari in Via Bonaventura Cerretti 2/a, presenteremo, a tutti coloro che vorranno partecipare, la sede e le attività che andremo a svolgere affinché ci sia la consapevolezza di un altro patrimonio 'unico' di cui questa città dispone. Il 27 ottobre poi, presso il Teatro Mancinelli, andrà in scena, a cura della Compagnia delle Vigne, lo spettacolo teatrale 'La casa degli errori' a cui parteciperanno tutti gli studenti della scuola primaria e secondaria di I° grado di Orvieto. Lo spettacolo, inoltre, sarà fruibile in streaming attraverso il progetto 'telecontiguità', di cui sono in corso le verifiche di fattibilità a cura di Tiziana Barcaroli, in tutti i plessi scolastici di Orvieto e/o del Comprensorio, affinché i bambini più piccoli, e quelli che non potranno essere fisicamente presenti alla rappresentazione, al Teatro Mancinelli, possano comunque partecipare all'iniziativa.

Trascorso il mese rodariano, l'omaggio a Rodari proseguirà con l'Albero di Natale che quest'anno conterrà poesie in stile Rodari a cura della Scuola Media Scalza e Signorelli. La poesia più bella sarà premiata dal CdA del Centro Studi Gianni Rodari. In me e in tutti noi il ricordo di Rodari ancora oggi presente in mezzo ai giovani".
____________________

OMAGGIO A RODARI 2010 - Gianni Rodari 23 ottobre 1920 / 14 aprile 1980

1 ottobre: 20 Storie per 20 Minuti
Scuola Media Luca Signorelli - dal Lunedì al Sabato 13:20 - 13:45

4 ottobre ore 17: Inaugurazione del Centro Studi Gianni Rodari
- Via Bonaventura Cerretti 2/a

15 ottobre: Laboratori - Arte, Musica, prosa e Poesia
In collaborazione con le Scuole

27 ottobre: La Casa degli Errori
Teatro Mancinelli - ore 9:30 - 11:30

Natale 2010 - un Albero carico di Poesie

Commenta su Facebook