cultura

A Orvieto il 16° Convegno Nazionale della Società Italiana di Patologia Ittica

mercoledì 26 maggio 2010

Da giovedì 27 a sabato 29 maggio, la sala convegni di Palazzo Coelli, sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto, ospiterà un evento scientifico di rilevanza nazionale, il 16° Convegno della Società Italiana di Patologia Ittica. Si tratta di un'intensa "tre giorni" organizzata dalla S.I.P.I. in collaborazione con l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Umbria e delle Marche, l'AUSL 4 di Terni, l'Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di terni ed Orvieto Studi - Fondazione per il Centro Studi "Città di Orvieto".
La S.I.P.I. nasce nel 1987 a Padova con lo scopo di promuovere, incoraggiare e sviluppare studi e ricerche nel campo della patologia degli animali acquatici e di quanto a questo direttamente o indirettamente collegato. Sin da allora contribuisce a diffondere l'applicazione pratica delle conoscenze scientifiche e tecniche acquisite, favorisce e coordina i rapporti con le istituzioni scientifiche e con i singoli cultori della materia, sia in campo nazionale che internazionale.


Il convegno di Orvieto si aprirà alle ore 14.30 di giovedì 27 maggio con gli indirizzi di saluto della Professoressa Maria Letizia Fioravanti, presidente della S.I.P.I., del Dott. Silvano Severini, direttore generale dell'IZS - Umbria e Marche, del Dott. Vincenzo Panella, direttore generale AUSL 4 di Terni, del Dott. Claudio Ghittino, del Dott. Danilo Serva e del Dott. Marco Cristofori per il comitato organizzatore locale.
Il programma della prima giornata si articolerà poi in due distinte sessioni, la prima dedicata a "Farmaco e sanità in acquicoltura", la seconda alle "Patologie nutrizionali emergenti".
Venerdì 28 maggio si svolgerà un workshop su "Benessere e sperimentazione animale in acquacoltura", moderato dal Dott. Danilo Serva, dirigente veterinario della AUSL 4 e presidente dell'Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Terni.


La mattina di sabato 29, i lavori si concluderanno con una serie di comunicazioni scientifiche. Nel pomeriggio è programmata una visita ad un impianto di troticoltura in Valnerina.
Il convegno nazionale della S.I.P.I. ad Orvieto testimonia la crescente attenzione riservata dalle università e dalle società scientifiche per il polo formativo e di ricerca che da anni si sta consolidando presso Orvieto Studi - Centro Studi "Città di Orvieto" nel settore della medicina veterinaria, della sanità pubblica e della promozione della salute. Un "polo" che può già contare sul Ce. R.S.Al. - Centro studi per la Ricerca biostatistica ed epidemiologica in Sicurezza Alimentare, la Scuola di Specializzazione in Psicologia della Salute, la "neonata" Scuola di Perfezionamento in Medicina Veterinaria Preventiva, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare ed il "nascente" Centro di Formazione sulle Malattie Rare (For.Ma.Re), tutte iniziative che vanno ad aggiungersi, integrandoli, con i numerosi corsi tenuti presso Orvieto Studi, fin dal 2005, in collaborazione con il Ministero della Salute, l'Istituto Superiore di Sanità, la Regione dell'Umbria e l'AUSL di Terni.

 

 

Commenta su Facebook