cultura

Cala il sipario sulla riuscitissima prima edizione del Fantasy Horror Award. Va a "Rec 2" di Jaume Balaguerò e Paco Plaza il premio come miglior film

lunedì 22 marzo 2010
di monica
Cala il sipario sulla riuscitissima prima edizione del Fantasy Horror Award. Va a "Rec 2" di Jaume Balaguerò e Paco Plaza il premio come miglior film

Successo oltre ogni previsione per il Fantasy Horror Award che nello scorso week end ha richiamato sulla Rupe centinaia di appassionati e addetti ai lavori del mondo dell'horror. Affollatissima anche la premiazione al Teatro Mancinelli che ha proiettato Orvieto nel clima glamour dei red carpet più famosi. La serata presentata da Francesca Bastone e Ari Lehman, il famosissimo Jason di Venerdi 13, ha visto salire sul palco del Mancinelli le star più famose e i protagonisti del mondo dell'horror, registi, scrittori, musicisti introdotti dalla musica del mitico Claudio Simonetti e del suo "Profondo Rosso".

Grande partecipazione anche ai seminari, alle anteprime e alle proiezioni che nella tre giorni di Orvieto si sono susseguiti al Palazzo dei Sette, al Cinema Corso e al Palazzo del Popolo. Le immagini del Fantasy Horror Award saranno trasmesse in esclusiva su Fantasy (canale 132 - solo su Sky) sabato 24 e domenica 25 aprile. La giuria composta da: Ruggero Deodato (regista e Presidente della giuria del Fantasy Horror Award), Lamberto Bava (regista), Francesco Castelnuovo (critico/giornalista), Ray Haboush (produttore), Jimmy Palmiotti (story editor/sceneggiatore), Dario Gulli (direttore artistico Fantasy Horror Award) e Andrea Tucci (delegato Fantasy Channel) ha decretato i vincitori delle statuette: migliore film horror Rec 2 di Jaume Balaguerò e Paco Plaza, miglior film fantasy Valhalla Rising di Nicolas Winding Refn, migliore opera a basso costo Paris by Night of the Living Dead di Gregory Morin, miglior storia in un film horror Shadow di Federico Zampaglione, miglior soundtrack di un film horror Mark Werba per Giallo di Dario Argento, miglior giovane interprete di un film horror Kristina Klebe per Zone of the Dead, miglior romanzo fantasy e horror Ho freddo di Giancarlo Manfredi, miglior fumetto fantasy ed horror Hack and Slash di Tim Seeley, miglior serie tv fantasy e horror Dead Set, migliore puntata "0" di una serie tv Fairy di Christian Bisceglia e Ascanio Malgarini, migliore iniziativa editoriale horror Cornelio di Carlo Lucarelli, miglior sito horror Horror.it di Andrea Colombo, migliore rivista horror e fantasy Sci-fi Now, migliore operatore del settore che ha contribuito al genere horror Doug Bradley per Hellraiser.


I due premi alla carriera sono andati all'attore Robert Englund e al regista Brian Yuzna. Uno special award è andato al regista Dan O'Bannon. Vincitori dei due premi speciali Federico Zampaglione per Shadow e Antonio Monti per Monkey Boy. Il concorso letterario Fantastique è stato vinto da Simonetta Santamaria, quello Fantasyland da Natascia Mora.

Shadow di Federico Zampaglione, data la grande affluenza del pubblico, è stato proiettato per tutta la notte al Cinema Corso mentre L'Uomo fiammifero di Marco Chiarini vincitore del Festival del Cairo (premio della giuria) a grande richiesta è stato replicato per gran parte della giornata. Il pubblico giunto ad Orvieto da ogni parte del mondo ha avuto modo di vivere una tre giorni a contatto con Robert Englund, Ari Lehman, Brian Yuzna, Tim Seeley, Mick Garris, Kristina Klebe, Dario Argento e Federico Zampaglione.

foto: Filiberto Mariani

Commenta su Facebook