cultura

Dall'Inferno all'Infinito: scorre ma non convince lo spettacolo di Monica Guerritore

domenica 15 novembre 2009
di Jacopo Teodori
Dall'Inferno all'Infinito: scorre ma non convince lo spettacolo di Monica Guerritore

La stagione del Teatro Mancinelli è proseguita, dopo lo spettacolo "Il Vangelo secondo Pilato" con lo spettacolo di Monica Guerritore "Dall'Inferno all'infinito".
Lo spettacolo è interamente concentrato sulla figura dell'attrice che recita testi letterari o poesie, la scenografia è composta da una sedia e un tavolino con sopra una candela. Si parte da Dante con il primo canto dell'inferno e altre scelte di celebri brani, per passare poi a Morante, Pasolini, Patrizia Valduga, Leopardi, fino all'ultimo scritto di Pavese prima del suicidio.
L'idea, il filo rosso che dovrebbe collegare tutte queste citazioni, è quello di un incontro con il nostro "Io interiore", guidati dalle parole dei grandi autori del passato. Dunque come Virgilio fu la guida per Dante così la Guerritore dovrebbe esserlo per lo spettatore.
L'idea, non nuova, è sicuramente interessante, ma lo spettacolo lascia molti punti oscuri. Innanzi tutto la durata, circa 55 minuti: la qualità non è data dalla quantità, ma il costo del biglietto per neanche un'ora di spettacolo può apparire non del tutto adeguato.
Per tornare alla sostanza teatrale: i testi scelti, se pur sicuramente bellissimi, sono difficilmente collegabili tra di loro; sarebbe stata opportuna una spiegazione dell'attrice che aiutasse lo spettatore. Timidamente alla fine la Guerritore lo ammette, tra le righe, quando dichiara che questo è il viaggio di una persona arrivata a metà della sua vita, come Dante, e che guardandosi indietro ha ripercorso la sua vita portandola in scena con i testi che riteneva più opportuni. Questi testi, continua l'attrice, sono stati scelti in maniera soggettiva, ogni singola persona poteva sceglierne altri. Proprio perché questo percorso è soggettivo andava spiegato, lo spettatore andava guidato in modo più evidente.
Anche la spiegazione del V canto dell'Inferno lascia dubbiosi: la Guerritore afferma che la storia di Paolo e Francesca è il primo caso, in letteratura, di un amore libero, sul quale Dante - l'autore - non dà giudizi. Se si tratta di un'opinione dell'attrice possiamo accettarla, se parliamo di una spiegazione del testo assolutamente no. Perché Dante comunque situa Paolo e Francesca nell' "eterno dolore", tanto per usare l'epigrafe della porta infernale; ed esistono storie medievali più antiche trattate dai loro autori con ancora maggiore libertà e pietas. Come dimenticare, ad esempio, le varie versioni medievali di Tristano e Isotta, più antiche rispetto alla Commedia di Dante, o le sia pur faticose testimonianze e interpretazioni, ancora in corso di ricostruzione, ma non assenti, della storia di Eloisa e Abelardo, che al pari precede il grande poema dantesco?
La parte migliore è stata la recitazione, che tuttavia non convince pienamente. L'attrice carica di troppa retorica i versi di Dante, anche la musica in alcuni punti sembra eccessiva. La forza delle parole di questi testi è più che sufficiente per emozionare, voler portare lo spettatore all'emozione con l'aiuto della musica sembra una forzatura.
Lo spettacolo comunque divide, vi sono giudizi positivi ed altri negativi. Non casualmente l'applauso scatta solamente alla fine ed è molto convinto da parte di alcuni spettatori, debole o inesistente da parte di altri.
Spettacolo comunque da vedere.

Nella foto, tratta da wikio.it, Monica Guerritore in "Giovanna d'Arco". In parte lo stesso, in questo spettacolo, l'essenziale costume di scena. Di nuovo lunghe, ramate e folte, invece, le chiome dell'attrice.

Commenta su Facebook

Accadeva il 25 maggio

Il tramonto della Rupe, la storia di Margherita Aldobrandeschi tra le "Donne di potere"

Da Bolsena a Orvieto per la 22esima edizione della Marcia della Fede

Sosta vietata

Festa grande per i 40 anni del gruppo sportivo "Colonnetta Calcio"

"Allerona Petit Tour". Tra i sentieri e le strade del vino in mountain bike

Piloti orvietani pronti alla sfida sulle Alpi Carniche

I Comuni del Sistema Bibliotecario "Lago di Bolsena" e il ricordo della Grande Guerra

Ciao Sergio, "Sit tibi terra levis"

Eseguiti altri interventi di pulizia della rupe. "Linea dura contro chi abbandona rifiuti"

Via ai lavori lungo la Strada della Stazione. Prorogati quelli in Via Alberici e in Via Ghibellina

Buone pratiche per la prevenzione dei fenomeni infortunistici, protocollo d'intesa tra Usl e Inail

Il Centro socio-riabilitativo "Capotorti" partecipa a "Marelibera" 2018

Giacomo Gusmano nominato presidente della Sezione di Terni dell'Ancri Umbria

Angelo D'Acquisto a Taormina. Lo chef rappresenta l'Umbria a "Cibo Nostrum"

Pino Strabioli alla giornata di chiusura del progetto scuola "A spasso con Abc"

Carenza di personale sanitario. Zeno (Pci): "La situazione è grave"

Nasce "Cantiere Orvieto". Emilio Casalini presenta "Cantieri di Narrazione Identitaria"

Gino Roncaglia presenta il libro "L'età della frammentazione. Cultura del libro e scuola digitale"

Meeting di cosplayer, arrivano i protagonisti di "Assassin's Creed" e "Il Trono di Spade"

"UmbriaMiCo - Festival del Mondo in Comune". Sei città, un intreccio di eventi

"Rilanciare la stagione della prevenzione strutturale per aumentare la sicurezza"

L'Orvietana libera Fatone, non sarà lui il tecnico per il prossimo campionato

Civita di Bagnoregio protagonista alla Biennale di Architettura di Venezia

Chi vincerà le elezioni regionali in Umbria

Premio "OrvietoSport" 2015. Tutti i premiati, le menzioni speciali

"Orvieto in Fiore", anche senza sole. Al S.Maria della Stella il Palio della Palombella

Grazia Di Michele in visita a "Oltre la finestra". Allestimento prolungato fino al 2 giugno

Falsi maiali biologici, nel mirino un allevamento orvietano

Al Palazzo dei Congressi convegno su "Cento Anni di Grande Guerra in Italia"

Servizi intensificati in occasione della Pentecoste. Denuncia e foglio di via per due nomadi

L'Asd Tennis 90 organizza l'edizione 2015 del Circuito dell'Olio

Francigena Marathon da Acquapendente a Montefiascone. Oltre 700, gli iscritti online

La tre giorni didattica inserita nel progetto "Approccio multidisciplinare al sito archeologico di Carsulae" fa centro

Carta costituzionale e bandiera italiana ai 18enni per la Festa della Repubblica

Castel di Fiori profuma per l'edizione 2015 di "Archeoflora"

Seconda edizione per il mercatino delle eccellenze

Cena elettorale a San Venanzo, al centro del dibattito il degrado della SS 317

In tanti alla "Giornata della Salute". Parola d'ordine: prevenzione

Amanda Sandrelli al Mancinelli per "Oscar e la dama in rosa"

Posti ancora disponibili per il seminario teatronaturale#01

Oggi i funerali di Beatrice Orsini

Incontro al Palazzo dei Sette su "Droga, doping e adolescenza. Che fare?"

Al Palazzo del Popolo, via al convegno "I linguaggi del corpo alla luce del contributo delle Neuroscienze e della Esperienza Ipnotica"

Sottoscritti i contratti di locazione del Belvedere e di comodato gratuito per l'ex scuola di Corbara