cultura

Premio Internazionale Diritti Umani "Città di Orvieto". Lectio Magistralis di Carla Del Ponte

venerdì 22 maggio 2009
Premio Internazionale Diritti Umani "Città di Orvieto". Lectio Magistralis di Carla Del Ponte

Nel momento in cui i diritti umani sono di scottante attualità non solo in Italia ma in tutto il mondo, Orvieto ha l'onore di ospitare Carla Del Ponte, ex-Procuratore capo del Tribunale Penale Internazionale per il Ruanda e l'ex-Jugoslavia, oggi Ambasciatore della Svizzera in Argentina.
E' lei la vincitrice della IX edizione del Premio Internazionale Diritti Umani "Città di Orvieto", che le verrà conferito domani 23 maggio. La cerimonia di consegna avrà luogo nella città del Duomo, a partire dalle ore 9.30, presso la Sala dei Quattrocento del Palazzo del Popolo.

L'evento, che per la sua eccezionalità richiede servizi di prevenzione, vigilanza, ordine e sicurezza pubblica particolari, è istituito ed organizzato dal Comune di Orvieto sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, e viene attribuito, ogni anno, a soggetti o organizzazioni che si sono distinti nella difesa dei diritti umani e per il quale il Premio sia di supporto alla prosecuzione dell'opera.

"Lo sguardo sull'altro" è il tema del Premio di quest'anno, scelto dalla Giuria prendendo come riferimento l'art. 7 della "Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo" ("Siamo tutti uguali di fronte alla legge"), con l'obiettivo, soprattutto, di capire quali forme di tutela si possono mettere in atto al fine di prevenire, curare e anche sanzionare forme di discriminazione violenta verso chiunque.
Carla Del Ponte durante la sua attività di magistrato ha svolto un'intensa azione di contrasto alla criminalità economica, al traffico internazionale di droga e al crimine organizzato concretizzatasi con diverse collaborazioni con gli organi giudiziari di altri paesi; in Italia, ad esempio, collaborò con il Giudice Giovanni Falcone, assassinato nel 1992 dalla mafia insieme alla moglie e agli agenti della scorta. Qualche anno prima la Del Ponte era sfuggita provvidenzialmente ad un attentato nella casa del magistrato, a Palermo, nelle cui vicinanze era stato nascosto dell'esplosivo.
E proprio il 23 maggio 2009, 17° anniversario dell'assassinio di Giovanni Falcone, Carla Del Ponte terrà per gli studenti delle scuole superiori di Orvieto una Lectio magistralis sui Diritti Umani e la legalità.
Il Premio Internazionale per i Diritti Umani 2009 viene consegnato - così cita la motivazione - ad una "persona che ha deciso di fare della sua vita uno strumento di guerra al male che genera l'orrore quotidiano, che lentamente rischia di narcotizzarci (....), che ha dedicato la propria vita ad indicare e perseguire gli artefici e gli ideatori del male, esponendosi in prima persona e cercando di trasmettere l'intera gamma dell'espressione valoriale che l'idea di giustizia può ispirare....".

Il Programma della cerimonia di consegna del Premio prevede:
Giovanni Conso (Presidente Giuria del Premio - Presidente Accademia Nazionale dei Lincei)
Apertura dei lavori

Stefano Mocio (Sindaco di Orvieto)
Saluti della Città di Orvieto

Gaetano Silvestri (Giudice della Corte Costituzionale)
La tutela dei diritti dell'uomo in Europa

Pirkko Peltonen (Assessore Grandi Eventi culturali del Comune di Orvieto)
Profilo della vincitrice

Clelia Piperno (Membro Fondatore Giuria del Premio)
Motivazioni del Premio

Carla Del Ponte (Ambasciatore Confederazione elvetica ed ex-Procuratore capo del Tribunale Penale Internazionale per il Ruanda e l'ex-Jugoslavia)
Vincitrice del Premio
Lectio magistralis

Gli studenti delle scuole superiori di Orvieto sul tema "Lo sguardo verso l'altro" - Percorsi didattici sul tema
Liceo d'Arte
Liceo Scientifico "Ettore Majorana"
Istituto Tecnico Statale Commerciale e per Geometri
Liceo Classico "F.A. Gualterio"

 

 

Commenta su Facebook