cultura

29 marzo 1944 - 29 marzo 2009: anniversario dell'eccidio di Camorena. Dalla repressione fascista a quella "democratica"

giovedì 26 marzo 2009
di Comitato Cittadino Antifascista, Giovani Sinistra Orvietana
29 marzo 1944 - 29 marzo 2009: anniversario dell'eccidio di Camorena. Dalla repressione fascista a quella "democratica"

L'anniversario dell'eccidio di Camorena quest'anno, nell'ambito delle sue celebrazioni, assume un valore aggiunto, e chiama in causa il senso di responsabilità di ognuno di noi.

Ricordare oggi Camorena significa ripercorrere e rivendicare un percorso fatto di lotte e di conquiste irrinunciabili. Significa ricordare il sacrificio di chi ha fatto dell'antifascismo la propria ragione di vita e dato le basi affinché da esso potesse sorgere la Costituzione Repubblicana, mai come oggi sottoposta ad una serie continua di attacchi incrociati, dalla tutela della libertà individuale e dell'autodeterminazione, alla tutela della salute, alla parità di diritti di fronte alla legge, alla libertà di espressione...

Chi è morto per difendere tali principi non sarebbe certo contento di vedere come essi vengano calpestati da coloro i quali, invece, avrebbero il compito di tutelarli e promuoverli.

La crisi economica che sta travolgendo pezzo per pezzo un sistema fatto di fittizio benessere, annebbia mente e coscienze, facendo passare sotto silenzio una serie di norme, proposte di legge, decreti, che in un paese democratico dovrebbero quanto meno far rabbrividire.

Come sono riusciti ad ottenere tutto ciò? L'ausilio dei mezzi di informazione è stato da questo punto di vista fondamentale. Lo schema seguito risponde a semplici logiche comunicative: sviare l'attenzione dai problemi reali, dalla crisi economica che minaccia milioni di lavoratori e individuare uno o diversi capri espiatori, al fine di dare alla gente una sorta di "valvola di sfogo".

Le politiche sulla sicurezza rappresentano l'esempio perfetto in questo perverso meccanismo: prima si individua il nemico, interno, poi lo si demonizza usando la propaganda, da qui il passo verso una pubblica richiesta di un deciso intervento governativo è piuttosto breve. Ad oggi le ronde cittadine esistono ed operano in varie regioni del paese, i linciaggi ad opera di italiani nei confronti di stranieri dopo l'ennesimo stupro (ampiamente pompato dalla scatola televisiva) sono anch'essi realtà, e presto (qualora dovesse passare il disegno di legge 733) scatterà il divieto per un immigrato irregolare di accedere alle dovute cure mediche, di sposarsi, o di riconoscere un figlio; si concretizzerà infine un'altra aberrazione come il permesso di soggiorno a punti (un po' come la patente) e l'ammenda dai 5.000 ai 10.000 euro per ingresso e soggiorno irregolare, sarà punito chi favorisce l'immigrazione clandestina, ma (tipica contraddizione italiana) non chi sfrutta i lavoratori "clandestini". Si colpiscono rom e stranieri, i senza tutela, si colpisce chi non ha la possibilità di opporsi, ma si colpisce anche il libero cittadino nel suo inalienabile diritto al dissenso reintroducendo tra l'altro, all'interno di un pacchetto di norme restrittive, anche il reato di "oltraggio a pubblico ufficiale".

Ennesima beffa per una società civile figlia della Resistenza, è infine il trovarsi di fronte alla proposta di legge n.1360, con cui si vorrebbe l'equiparazione tra partigiani e repubblichini, come se non bastasse già lo sdoganamento di movimenti neofascisti che ormai impunemente continuano ad aprire sedi, a rivendicare apertamente la loro adesione alle ideologie nazi-fasciste, e a sfogare periodicamente la loro idiozia attraverso raid puntivi contro immigrati, omosessuali, e giovani studenti.

Neanche la tranquilla città di Orvieto è immune da tutto ciò, come testimoniano i numerosi attacchi della medesima matrice di cui è stato fatto oggetto lo stesso Centro di Documentazione Popolare, che tra le altre cose ospita anche la sede del Comitato Cittadino Antifascista.

Per questo ha ancora senso, oggi più che mai, tornare a Camorena, in tanti e con uno spirito e una coscienza diversi. Riappropriamoci di una ricorrenza popolare che, seppur tragicamente, ci ricorda le radici della comunità orvietana tutta, e che altri (non certo noi) hanno trasformato nel tempo in un picchetto militare.e.

Per dire No ad una deriva antidemocratica, No a politiche repressive e a logiche di controllo, No alla negazione della storia, No alla lenta cancellazione della libertà e dei diritti conquistati con il sangue di tanti, uomini, donne e bambini innocenti.

Il paese in cui oggi viviamo è quello che, dopo aver bollato l'antifascismo come inutile dietrologia, si sta dissolvendo nel mare del revisionismo e in un progressivo depauperamento dei valori Costituzionali.
E' davvero questo il paese che vogliamo?

Il programma delle iniziative

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 aprile

"Kaki Tree Project". Semi di pace per l'inaugurazione del Giardino delle Farfalle

"Orvieto a tutta Birra". Per tre giorni, la birra artigianale fa festa in Piazza del Popolo

Assemblea pubblica su "La chiusura dell'Ospedale e del Pronto Soccorso di Città della Pieve"

Zambelli Orvieto riapre le porte del PalaPapini per ospitare l'ostica Firenze

Olimpieri (IeT): "Un altro colpo alle attività produttive, bravo Germani"

In più di 150 per la "Festa del Ruzzolone". Il sindaco Terzino: "Orgoglioso di questo gruppo"

Laura Palmese (Orvieto Fc) verso il Torneo delle Regioni con la rappresentativa umbra femminile di Mister Pierini

Liberazione, la Consulta dei Giovani di San Venanzo incontra le scuole

L'assessore Gnagnarini replica a Olimpieri: "Le tasse e i ciarlatani"

Per "Amateatro", la Compagnia del Cantico porta al Boni "Cani e Gatti"

Approvato il calendario scolastico 2017-2018. La campanella suonerà il 13 settembre

Francesco Barberini vola a Napoli con il WWF e trova anche i dinosauri

Dal CIPE le risorse per i lavori al cimitero di Casemasce

Nell'anniversario della morte di Eleonora Duse

Si riunisce la Consulta del Lago di Bolsena. "Una risorsa da tutelare"

Al via la mostra-mercato delle eccellenze agroalimentari in centro storico

Seminario CIA sul registro telematico vitivinicolo. L'Umbria ha aumentato l'export di vino dell'11,35%

Valerio Natili eletto segretario generale regionale Fisascat Cisl e Fist Cisl Umbria

"Antitodi e tecniche contro l'antipatia digitale". Seminario al Palazzo dei Sette

"Sono i cittadini i primi a subire le conseguenze di una disorganizzazione organizzata"

Il Ministero dell'Interno conferma i presidi di Polfer e Polstrada

Al via la XXII edizione de "Il Libro Parlante". Gli appuntamenti di primavera

A maggio, Fiaccola Olimpica in Piazza Duomo. In Comune, la premiazione di "Ragazzi in gamba"

Nel 72esimo Anniversario della Liberazione, "Orvieto Cammina" per la libertà

Tre giorni di festeggiamenti a Baschi in onore di San Longino

Davide vs Golia, punto di vista sulle Primarie Pd

Accordo di collaborazione tra la Chinese Academy of Sciences e l'Università della Tuscia

Domenica su due ruote con il Vespa Club, arriva "Orvieto in sella"

Gianni Minà dialoga con Stefano Corradino: "Documento da cronista, vivo da protagonista"

Storia e cronaca della Resistenza italiana ed europea, arriva la mostra dell'Anpi

Scuola Keikenkai: sei campioni Italiani e cinque in attesa della maglia azzurra

Inaugurato il primo "Unitre Smile" realizzato dalla Bottega Michelangeli

Soddisfazioni in casa Radio Frequency Expert. Suo, il lotto Centro Nord

Ferma lo scuolabus e mette in salvo una bambina, poi muore

Sindaci protagonisti del cambiamento

Lo scandalo di potenza sui conflitti di interesse al mise si allarga alla geotermia

Gianluca Foresi modera il Meeting Nazionale delle Fondazioni a Gravina di Puglia

Test di successo il primo "Wine Show Orvieto, gemellato con il 50esimo della Castellana

Scampagnata del 1° Maggio nel Convento dei Cappuccini con Letteralbar

Senso unico alternato e chiusure sulla provinciale 46 di Tordimonte

Il Comune aprirà la sfilata in Vaticano per la 32esima edizione di "Viva la Befana"

In mostra le opere di Francesco Catteruccia. Proseguono i festeggiamenti per la S.Croce

Il Comune condannato dal giudice del lavoro. "Denaro pubblco speso male"

Superare ansia e timidezza

L'Ipsia di Orvieto in visita al Centro di Formazione Enel di Terni

Robert Glasper Experiment una Liberazione R&B al Museo del Vino

Marco Iacampo live al "Valvola". Presenta l'album "Flores"

Il Duomo non è un museo

In mostra le opere di Marco Gizzi. Al Palazzo dei Sette, cavalieri e templari

Passaggio del testimone per la Staffetta del Cuore a favore di Marco Simoncelli

Il PCdI esprime soddisfazione sull'incontro con don Maurizio Patriciello

"100 fiori contro la geotermia". Giornata di mobilitazione interregionale

Auguri a Rita Levi Montalcini. Per i suoi 101 anni diretta da Bologna a rete unificata. Dalle 21 di giovedì 22 aprile 2010 segui l'evento su Orvieto.TV

Gala Five: salvezza raggiunta!

Un aiuto per Haiti. "Hachiko" al Cinema Corso con il Volontariato di S. Vicenzo

Villalalago e Villa Paolina di Porano nella “Rete regionale di Ville, Parchi e Giardini”

Verso la quadratura del Bilancio? Sembrerebbe portare ossigeno il rinnovo della convenzione tra Comune e ATC

Dalla Provincia in arrivo 80.000 euro per la SP "del Piano" a Orvieto

Chiusa la stagione teatrale con Arnoldo Foà, al Mancinelli arriva a sorpresa Enrico Brignano

Scuola di Musica. Oltre 2000 firme a sostegno dell'Istituzione. A fianco degli insegnanti anche i Sindacati

Lettera aperta del Comitato antirumore. Improponibile la bozza di regolamento. Ecco le nostre proposte

L'Intercom dell'Orvietano conferma l'efficacia e l'efficienza della funzione associata di Protezione Civile su base comprensoriale

Eurotrafo. Preoccupazioni dell'UGL per la delocalizzazione. L'azienda: è grazie alle commesse da Cina e India che stiamo salvaguardando la produzione a Fabro

Precisazioni di Confcommercio sulla riunione per il QSV: "Non abbiamo cacciato nessuno, è la legge regionale che detta gli interlocutori della concertazione avanzata"

Commissariare il Comune? Forse prima si dovrebbe commissariare il Pd...

Si getta dalla Torre dell'Albornoz. Muore giovane uomo di Porano

Condanna mite per Oriano Ricci. Domani subentrerà in Consiglio Comunale a Maria Antonella Annulli