cultura

Sabato ad Assisi la premiazione del concorso "COMUNICAREinUMBRIA"

mercoledì 10 dicembre 2008
Giunta al traguardo la decima edizione del concorso "COMUNICAREinUMBRIA" che, promosso dal Corecom dell'Umbria, quest'anno mette al centro della sezione nazionale il grave problema degli incidenti sul lavoro sotto il titolo "Il rischio non un mestiere"). La cerimonia di consegna dei premi ai vincitori del concorso-festival di produzione radiotelevisiva, si svolger ad Assisi, sabato 13 dicembre alle ore 18 nella Sala della Conciliazione del Palazzo Comunale. La rosa dei vincitori dell'edizione 2008 stata scelta da una giuria di esperti guidata dal direttore editoriale della rivista "Millecanali", Mauro Roffi. Alla manifestazione, giunta ormai alla sua decima edizione, partecipano emittenti locali, Telegiornali regionali di Rai3, scuole umbre, la Scuola di giornalismo radiotelevisivo di Perugia. Sono stati presentati 41 programmi televisivi, radiofonici e online, realizzati da 27 tv e tre radio; sono nove, infine, le regioni rappresentate. Il presidente del Corecom, Luciano Moretti, esprime profonda soddisfazione per il sempre crescente livello quantitativo e qualitativo dei lavori proposti ed ha annunciato che il Comitato sta lavorando per far diventare l'Umbria sede permanente di un Festival nazionale dell'emittenza privata. Nell'ambito delle iniziative di "COMUNICAREinUMBRIA", la mattina di sabato 13 dicembre alle ore 11,00, sempre nella Sala della Conciliazione di Assisi, si svolger una tavola rotonda su "Radio, Tv, informazione locale: i rischi del mestiere del giornalista".>/strong> Intervengono: Roberto Natale, segretario nazionale FNSI; onorevole Giuseppe Giulietti, portavoce di "ARTICOLO 21"; Fabrizio Berrini per "Aeranti-Corallo"; Filippo Rebecchini, presidente "Federazione radio televisioni"; Marco Gardenghi coordinatore commissione per l'emittenza locale della Fnsi; Dante Ciliani presidente O.d.G dell'Umbria; Marta Cicci presidente "Associazione Stampa Umbra"; Gianfranco Ricci giornalista de La Nazione.

Commenta su Facebook