cultura

Dedicata alla notte la 5^ edizione di Orvietocortofest

martedì 22 aprile 2008
E’ in programma ad Orvieto, dal 24 al 27 aprile presso la Sala del Carmine, la 5ª edizione di Orvietocortofest, Concorso internazionale per cortometraggi. La manifestazione è organizzata dall’Arci Comitato Territoriale di Orvieto e dal Circolo Cinematografico Armata Brancaleone, in collaborazione con l’Associazione culturale "laterradimezzo", con il patrocinio del Comune di Orvieto/Assessorato alla Cultura, della Provincia di Terni, della Regione Umbria e dell’UCCA, Unione Circoli Cinematografici Arci. Quest’anno il concorso si è ulteriormente ampliato rispetto alla scorsa edizione: alle cinque sezioni già presenti (due riservate alle opere di fiction, una sul tema della “notte” e l’altra a tema libero, una sezione documentari, una riservata ai videoclip musicali ed una ai cartoon e ai video di animazione), si aggiunge una sezione riservata alle sceneggiature da sviluppare a partire da un tema costituito da tre fotografie proposte dall'organizzazione. Quest’ultima sezione si chiama “Da grande sarò corto”, perché come premio all’autore della sceneggiatura vincente si darà la possibilità di poterla produrre e farla diventare un vero cortometraggio. All’organizzazione, attraverso un bando di concorso promosso tramite internet sui siti specializzati, sono giunti nelle scorse settimane quasi 500 cortometraggi: circa 350 di fiction, 51 documentari, 50 videclip e altrettanti cartoons provenienti da tutto il mondo. Naturalmente l’Italia fa la parte del leone, ma numerosi sono anche i corti giunti da Spagna, Germania, Francia, Belgio, Olanda, Danimarca, Austria, Usa, Canada, Turchia, Brasile, Slovenia e Colombia, cosa questa che caratterizza sempre più il festival come internazionale. I cortometraggi sono stati visionati e selezionati dal comitato organizzatore e i migliori – circa 100 complessivamente tra le cinque sezioni – saranno proiettati nel corso delle serate finali del festival aperte liberamente al pubblico. Una giuria composta da esperti giudicherà i corti selezionati ed assegnerà i premi: il montepremi complessivo in denaro per questa edizione è di € 3.500,00, ai quali si aggiunge una fornitura tecnica del valore complessivo di circa € 7.000,00 consistente nell’utilizzo di una videocamera s16 mm professionale, la disponibilità di un teatro di posa ed altro materiale tecnico per poter girare un cortometraggio, messa a disposizione dall’Associazione culturale "laterradimezzo". Ed infine, a tutti i premiati sarà consegnata anche la statuetta simbolo della manifestazione, creata dall’artista orvietano Michele Golia. I premi saranno assegnati per i migliori cortometraggi di ciascuna sezione, ma anche, limitamente alle opere di fiction, per il miglior soggetto, la migliore fotografia e il/la miglior/e attore/attrice oltre ad eventuali menzioni speciali per opere di particolare rilievo. Presidente della giuria di questa edizione è Ciro Giorgini, autore della trasmissione cult di Rai 3 “Fuori orario”, che presenterà una piccola chicca all’interno della manifestazione, una sua selezione montata di corti d’autore (Antonioni, Olmi, Welles, Hitchcock, Rossellini) dal titolo “fragili improvvisi abbagli”. Il festival sarà preceduto da un workshop di sceneggiatura tenuto dal regista Giovanni Covini, che si terrà presso il laboratorio di Prodo dell’Associazione culturale laterradimezzo, in programma dal 21 al 23 aprile. Infine, un altro evento di questa edizione sarà la presenza durante le giornate del festival, all’interno del Caffè Montanucci, della mitica “Bianchina” della Autobianchi che François Truffaut regalò a Fanny Ardant, moglie del regista scomparso e sua ultima musa cinematografica. E sempre all’interno del Caffè Montanucci, nella saletta interna, sarà proiettata un’ampia selezione dei corti in concorso già passati nella proiezione ufficiale della Sala del Carmine ed il film “Effetto notte” di Truffaut. Come detto, infatti, il tema di questa edizione è la notte, vista nelle sue molteplici sfaccettature: notte, come simbolo dal doppio aspetto in contrapposizione al giorno, notte, come luogo privilegiato di piacere, sensualità, passione, desiderio, notte, nella quale si annullano tutte le differenze, notte, come luogo di paura, incubo, solitudine, angoscia, insonnia. Orvietocortofest - Concorso per cortometraggi Orvieto, 24 - 27 aprile 2008 - Sala del Carmine ingresso libero Per il PROGRAMMA in dettaglio clicca qui

Commenta su Facebook

Accadeva il 11 dicembre

"ValorePaese". Immobili in concessione, con la promessa di rinascita

Pronta la prima area di sgambatura per cani, già previste altre due

Cena degli Auguri di Natale ed assemblea generale per l'Unitre

Vetrya Orvieto Basket d'autorità in casa della capolista

"Questa nostra Italia". In tanti a Orvieto per l'ultimo libro di Corrado Augias

Pulcinella

Orvieto FC, la prima squadra ritorna in vetta. Momento magico per la società

Orvieto Comune Europeo dello Sport 2017, la tribuna dello Stadio ha il tetto bucato

Quella faccenda lunga della "Settimana Corta"

Comitato Pendolari Roma-Firenze: "Delusi dall'assessore Chianella"

L'Orvietana mette paura alla capolista

In Via Vecchietti torna il Mercatino di Natale della Solidarietà

Pagamento mensa e trasporti, il bollettino arriva a casa

Torna "Valner.In.A.Box", il regalo che non dimentica l'Umbria post sisma

"Campioni in Cattedra" con il Coni, Alessio Foconi alla Scuola Primaria "Barzini"

Gli studenti dell'Istituto Comprensivo a "Mezzogiorno in famiglia"

Televisori sintonizzati su Raitre, Orvieto in onda su "Geo&Geo"

Assemblea regionale di "Potere al Popolo Umbria"

XXV Convegno Internazionale di Studi su Storia e Archeologia dell'Etruria

Prestiti "ad occhi chiusi" in biblioteca per un invito alla lettura a sorpresa

Guasto meccanico all'ascensore del sottopasso ferroviario

In 350 sulla Rupe per la tre giorni di "Orvieto Tango Winter"

Consulta per il sociale e Consulta giovani al Villaggio di Natale con la mostra di pittura

Medaglia d'Oro alla Protezione Civile, sede umbra collegata per la cerimonia

Raffiche di vento e pioggia, si moltiplicano gli interventi dei Vigili del Fuoco

Giornata di studio all'Unitus, Lazio terreno fertile per il futuro