cultura

'Il Riscatto' conclude al Carmine la rassegna Migrazioni: un thriller di Giampiero Rappa a sfondo politico-economico

domenica 13 gennaio 2008
Dopo la splendida lettura dedicata da Luca Zingaretti al racconto Lighea di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, che ha costituito il corpus dello spettacolo “La Sirena”, in attesa del prossimo spettacolo in abbonamento (La mia scena č un bosco di Emanuele Luzzati, in programma al Mancinelli domenica 20 gennaio alle ore 17), la programmazione della Stagione Teatrale 2007/2008 si sposta alla Sala del Carmine dove, mercoledě 16 gennaio alle ore 21, la compagnia Gloriababbi Teatro interpreterŕ Il Riscatto. Lo spettacolo, ultimo appuntamento della rassegna Migrazioni che fa parte di Venti Ascensionali, č scritto e diretto da Giampiero Rappa. Il testo, ispirato dal disastro economico dell’Argentina nei primi anni del 2000 dovuto alla corruzione dilagante, mette in scena la storia di un gruppo di amici che, cresciuti insieme, si trovano ad affrontare un pesante incarico che deteriorerŕ i lieti ricordi della loro amicizia. Pur essendo, come suggerisce il titolo, la storia di un rapimento, lo spettacolo in realtŕ parla di un riscatto piů profondo e importante. I quattro amici di vecchia data accettano l’incarico di rapire una ragazza ricca contro la promessa di un lauto compenso, nella speranza di darsi un futuro migliore di quello cui si sentono destinati a causa delle loro modeste origini e della disastrosa situazione economica del paese in cui si svolge la vicenda. Uno spettacolo che lavora sull’aumento graduale della tensione e del coinvolgimento del pubblico consentendogli di scoprire le storie dei singoli personaggi e di assistere alle complicate dinamiche interpersonali in continua evoluzione-involuzione, in attesa di una via d’uscita che sembra, con il procedere della vicenda, sempre piů angusta e lontana. In scena gli attori della giovane compagnia si prendono cura dei loro ruoli, andando in profonditŕ, cercando di toccare le zone d’ombra piů oscure dell’essere umano per poter donare, alla fine di ogni rappresentazione, una possibilitŕ di riscatto per i propri personaggi. Per ulteriori informazioni tel. 0763/340493 www.teatromancinelli.it

Commenta su Facebook

Accadeva il 27 maggio