cultura

La Scuola Librai Italiani presenta a Perugia il secondo corso. Già aperte le iscrizioni

domenica 16 dicembre 2007
La Scuola Librai Italiani (SLI), nata ad Orvieto nel 2006 per iniziativa dell’ALI (Associazione Librai Italiani) e della Fondazione per il Centro Studi ‘Città di Orvieto’, centro di alta formazione destinato a chi aspira ad un inserimento professionale nel mondo librario, presenta il secondo corso a Perugia. All'incontro con la stampa, previsto lunedì 17 dicembre, alle ore 11.30, nella Sala Fiume di Palazzo Donini, interverranno l’assessore regionale alla Cultura Silvano Rometti, il presidente dell’Associazione Librai Italiani e Scuola Librai Italiani Rodrigo Dias, il presidente della Fondazione Centro Studi “Città di Orvieto” Pikko Peltonen, il direttore tecnico Scuola Librai Italiani Riccardo Campino, il preside della facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Perugia Giorgio Bonamonte. Obiettivo del corso della SLI è quello di formare librai qualificati anche con lo scopo di ampliare il mercato italiano attraverso l’apertura di nuove librerie, in particolare in località in cui non esistono o sono carenti. Il primo Ciclo di lezioni della Scuola si è concluso lo scorso sabato, con una cerimonia pubblica che si è svolta a Roma nell'ambito della Fiera della piccola e media editoria, alla presenza di Danielle Mazzonis, sottosegretario al ministero dei Beni e delle Attività Culturali. I risultati – hanno riferito gli organizzatori – sono positivi e la totalità dei partecipanti sarà occupata nel settore, o mediante l’apertura di nuove librerie, o attraverso l’inserimento professionale in punti vendita già esistenti. La SLI, novità assoluta per l'Italia, può contare per la parte didattica sul supporto qualificato di un pool di atenei costituito dal Dipartimento di Economia e Direzione Aziendale dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, a cui è affidata la direzione scientifica della scuola, dalla Facoltà di Lettere e Filosofia – Polo Scientifico Didattico di Terni – Narni - Orvieto dell’Università degli Studi di Perugia e dalla Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. L’apertura internazionale della Scuola Librai Italiani ha inoltre permesso di attivare proficue collaborazioni con le più importanti scuole europee del settore, come le “Schulen des Deutschen Buchhandels” di Francoforte e “l’Institut National de Formation de la Librairie” di Montreuil, che permetteranno di intensificare gli scambi didattici e gli stage presso le librerie straniere. Il 2° Corso di Alta Formazione in Gestione della Libreria, della durata di un anno accademico (da marzo a dicembre 2008), diviso tra lezioni in aula (300 ore) e stage in librerie (500 ore), è destinato a giovani laureati di qualsiasi facoltà, previo test d’ammissione. Le iscrizioni al 2° corso sono già aperte e il termine ultimo per presentare le domande di ammissione è fissato al 18 gennaio 2008. Info: ww.scuolalibraitaliani.it - tel. 0763.306535 Riccardo Campino 339.4939097 - campino@scuolalibraitaliani.it

Commenta su Facebook