cultura

Parole in 'Salsa alla Rolanda'. Un pot pourri di irresistibili ricette chiude il Laboratorio di Lettura del Laboratorio Teatro Orvieto

giovedì 14 giugno 2007
di laura
I riposti carichi di vivande e odori di Palazzo Safamita de “La zia marchesa” di Simonetta Agnello Hornby, un esilarante “elogio della sbronza consapevole” di Dario Voltolini a base di allusioni su reali e rinomate etichette, il celebre ovo fresco della nonna anni Sessanta ne “La pecora nera” di Ascanio Celestini; i cappelletti all'eugubina di Danila Comastri Montanari in “Solo questione di tempo”, destinati a uccidere, con lenta ma implacabile strategia, un marito troppo ingrato e rozzo; gli agghiaccianti, ironici assassini di animali - in questo caso una carpa – del “Libro di cucina” di Alice Toklass; e ancora, direttamente dal debordante erotismo culinario dell' “Aphrodita” di Isabel Allende, gli inganni della nouvelle cuisine e l'estasi mortale che sostanze ed essenze possono procurare in abili e perversi dosaggi; un brano a sfondo politico-sociale di Beppe Grillo - ma che mangiamo? ma che mangiate? - , un tuffo nei piů decadenti, struggenti albori del Novecento con le appiccicose, assortite paste de “Le golose” di Guido Gozzano... Cosě, dando voce a un intrigante, appetitoso menů di “colori, odori, profumi di parole senza ritegno”, il Secondo corso di Lettura a voce alta del Laboratorio Teatro Orvieto, diretto da Elisabetta Spallaccia, ha concluso l'attivitŕ 2007. Un insieme di “vivande” studiato in minimi e gustosi particolari, per offrire quelle “Parole in Salsa alla Rolanda” che, interpretate da corsiste e corsisti, si sono unite, durante la serata, a ricette reali altrettanto stuzzicanti e squisite, messe insieme dalla genuina garanzia della gestione familiare de “Al Pozzo Etrusco” - Rolanda, Emiliana e Christian -, il locale che ha ospitato la serata. E il brano conclusivo, un simbolico caffč tratto da “Superwoobinda” di Aldo Nove, č stato rivisitato e offerto ai presenti da Enrico, l'ultimo lettore, anche per contestualizzare, con affetto e ironia, la piacevolissima serata a Orvieto e, in particolare, dalla Rolanda. Gabriella, Cecilia, Aldo, Olimpia, Teresa, Emanuela, Massimo, Daniele, Celeste le altre voci interpretanti: tutti e tutte bravissimi/e, arrivati negli anni a una sempre piů coinvolgente maestria da livello ormai avanzato. Importanti e suggestivi, oltre che pienamente azzeccati, anche gli effetti determinati dal “condimento musicale” sparso sulle parole, curato da Agostino Mattioni. Una realtŕ ormai consolidata questa dei laboratori di lettura del Laboratorio Teatro Orvieto, nata quattro anni fa dall'esperienza delle “Letture al caffé” nell'ambito della manifestazione di Venti Ascensionali e in progressiva crescita, tanto da comprendere ormai un corso per principianti e un corso avanzato. Sono cresciuti i corsisti, negli anni, acquisendo capacitŕ espressive e interpretative sempre piů precise e curate, ma anche la docente, Elisabetta Spallaccia – attrice, regista e docente in vari corsi e progetti del Laboratorio Teatro - che a sua volta ha acquisito esperienza, sicurezza, nuovi mezzi e nuove potenzialitŕ. Ottima “cena” di fine corso dunque, in ogni senso, tutti e tutte soddisfatti; e pronti/e a ricominciare, con la prossima stagione, un'esperienza che č cultura, passione, relazione e divertimento.

Commenta su Facebook

Accadeva il 13 dicembre

Ludovico Cherubini strepitoso a Spoleto, fa suo l'Open Regionale Assoluto di Spada Maschile

Mostra collettiva d'arte per gli studenti del Gordon College

A grande richiesta al Mancinelli torna per il sesto anno "Canto di Natale"

All'Unitus si parla di "Evoluzione delle tecnologie in ambito digitale" e "Project Management"

Promozione della lettura, sì della Regione allo schema di protocollo d'intesa con l'Associazione italiana biblioteche

"Disagio e pregiudizio minorile", convegno in sala consiliare su bullismo e violenza

Un aquilone, forse

Di fiori

Il colonnello Maurizio Napoletano alla guida del Comando militare dell'Esercito Umbria

Concerto Baratto per la Caritas. Maurizio Mastrini al Teatro degli Avvaloranti

Un'ordinanza del sindaco vieta l'accesso alla frazione di Pornello per motivi di sicurezza

Consumo di alcolici, i dati dell'indagine "Passi" nel territorio

In sala consiliare c'è il convegno su minori stranieri non accompagnati

All'Auditorium Comunale va in scena "Il Presidente, una tragica farsa"

Ussi Umbria si conferma campione d'Italia. Finale dedicata a Dante Ciliani e ai terremotati

"Natale in Musica", tutti i concerti della Scuola Comunale di Musica "Adriano Casasole"

Paolo Maurizio Talanti rappresenta il Comune di Orvieto nel consiglio direttivo di Felcos Umbria

Via le auto da Piazza della Pace, c'è la pulizia straordinaria

"Venite Adoremus". Concerto in Duomo della Corale "Vox et Jubilum"

Giornata di Studio per la Polizia Locale, tanti gli argomenti affrontati

Sei incontri per "Stare bene a scuola e a casa". Via al corso promosso da Iisacp, Orviet'Ama e Sert

Milano, troppo Milano o forse no

Elegia per una morte cattiva

Percorrevo con te una assolata

"Lazio in gioco", l'Istituto "Leonardo da Vinci" per il contrasto alla dipendenza da gioco d'azzardo

"Natale sicuro", la polizia intensifica il controllo del territorio