cultura

Onirica e ironica 'La commedia degli errori' di Shakespeare chiude la brillante stagione del Mancinelli

giovedì 19 aprile 2007
Uno Shakespeare d’annata, ispirato da un testo di Plauto, il notissimo Menecmi. L'ultimo spettacolo in abbonamento per la stagione 2006/2007 del Mancinelli, "La Commedia degli Errori", andrà in scena alle 21 di sabato 21 aprile. Una delle prime commedie di Shakespeare, che è stato attore e capocomico prima che autore, e mette in scena due gemelli di carattere molto diverso, che creano una serie di situazioni irriverenti con le quali hanno riso generazioni di spettatori nella versione del grande autore latino, che offre spunti comici anche in quella del poeta inglese. Giuseppe Pambieri, che del lavoro è anche regista, ne interpreta entrambi i volti e che, dopo i grandi successi televisivi, ritorna volentieri al suo primo amore il teatro, accompagnato dalla figlia Micol, fresca e brava, da Nino Bignamini, Vera Castagna, Maurizio Annesi e molti altri. La storia parte all’alba, con la condanna a morte di Egeone, e procede con sbalzi e ironie che condiscono il tutto, fino ad arrivare al riconoscimento con i due servi gemelli che si confrontano come in un unico specchio. Uno spettacolo con momenti onirici, ma anche acido, crudo, ritmico, punteggiato dalle reciproche incomprensioni che non hanno epoche.Ne La Commedia degli errori si riscontra la classica unità di tempo, di luogo, d’azione, con scambi di persona e momenti folli che rasentano il clima da sogno, pur con le dovute attualizzazioni che il regista ha voluto. Per ulteriori informazioni sullo spettacolo si può contattare il botteghino del teatro (Tel. 0763/340493) o consultare il sito www.teatromancinelli.it

Commenta su Facebook