cultura

Concluso il V Master in Pianificazione e gestione dei centri storici minori. Sabato al CSCO presentazione degli elaborati progettuali

martedì 17 aprile 2007
Orvieto si offre dal 2002 come naturale laboratorio dove si studia il rapporto tra identità e trasformazione dei centri storici minori. La città è, infatti, sede del Master universitario in Pianificazione e gestione dei centri storici minori e dei sistemi paesistico-ambientali, attivato dalla Prima Facoltà di Architettura “Ludovico Quaroni” dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, in collaborazione con la Fondazione per il Centro Studi “Città di Orvieto”. Questo corso di alta formazione, diretto dalla Professoressa Manuela Ricci, con la sesta edizione che avrà inizio il prossimo 7 maggio, assumerà la nuova denominazione di “Master ACT – Valorizzazione e gestione dei centri storici minori – Ambiente Cultura Territorio, azioni integrate”. Il Master sarà affiancato da “FO.CU.S. – Formazione Cultura Storia”, il centro di ricerca istituito da “La Sapienza” per la valorizzazione dei centri storici minori. Il V Master si concluderà venerdì 20 aprile e i ventiquattro allievi, tutti professionisti architetti ed ingegneri provenienti dalle varie regioni d’Italia che hanno compiuto ad Orvieto un ciclo formativo a carattere inter-disciplinare e laboratoriale durato un intero anno, presenteranno alla città che li ha ospitati i propri elaborati progettuali. I lavori sono tutti finalizzati alla valorizzazione dei contesti urbani, ambientali e paesaggistici dell’area orvietana e costituiscono la sintesi di un lavoro molto meticoloso e di un percorso di studio che ha consentito una proficua alternanza di momenti di approfondimento teorico e di fasi di pratica applicazione nei laboratori di progettazione. Quelle che saranno illustrate pubblicamente venerdì 20 aprile, a partire dalle ore 9, presso l’Aula Magna del Centro Studi “Città di Orvieto” in Piazza del Duomo, sono proposte che gli architetti e gli ingegneri che hanno proficuamente frequentato il Master 2006-2007 hanno messo a punto dopo essersi confrontati con i rappresentanti delle amministrazioni locali e con le associazioni di categoria, partendo proprio dalle loro sollecitazioni e dai loro suggerimenti. Il lavoro si è svolto in diverse fasi: l’identificazione dei temi di ricerca, la costruzione della maglia progettuale, l’individuazione dei soggetti coinvolti. Attraverso un vero e proprio gioco di ruolo i corsisti sono stati immediatamente immessi nella realtà orvietana. Sono state, infatti, due le “linee guida” del corso: legare il Master ai programmi delle pubbliche amministrazioni locali e coinvolgere i docenti in un progetto comune, all’insegna dell’integrazione e della produzione di “utilità reciproca” nei confronti delle comunità che interagiscono positivamente con il Master stesso. L’obiettivo principale, ampiamente raggiunto, era quello di preparare professionisti competenti in azioni di valorizzazione delle risorse culturali ed ambientali, esperti in programmazione complessa e in valutazione degli interventi di trasformazione urbana e territoriale.

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 settembre

Dopo due anni riapre la Torre di Chia. "L'Anno dell'India" omaggia Pier Paolo Pasolini

Università della Tuscia, ecco i primi laureati in Ingegneria Meccanica

Genetliaco ai tempi dei social per Pietro Bilancini. La memoria virtuale della sua comunità

Vladimir Luxuria presenta il libro "Il coraggio di essere una farfalla"

Vetrya Orvieto Basket in campo per la prima di Coppa

Alla scoperta di Viterbo Medievale, tra antichi palazzi e famiglie influenti

Incidente stradale tra auto e moto, muore una coppia di cinquantenni

Il Sap attacca: "I tagli alle risorse per la sicurezza si abbattono sui cittadini"

Spettacolo pirotecnico allo Stadio Comunale per San Marco Papa patrono

"Rimboschiamoci le maniche per… Puliamo il Mondo". Due appuntamenti per grandi e piccini

Personale della Provincia in assemblea. Il 6 ottobre, sciopero nazionale

Lugnano in Teverina ospita la Maratona dell'Olio 2017, svelate le date

Giornata dell'Alzheimer, inaugurato il laboratorio di stimolazione cognitiva della Media Valle del Tevere

Mobilità notturna e agevolazioni per gli studenti universitari con "Gimo"

Libri di testo scolastici, entro il 20 ottobre la presentazione delle domande per i contributi

Presentazione di "Una poesia" e proiezione de "Il fiume ha sempre ragione"

L'esperienza del Contratto di Fiume del Paglia al convegno nazionale "I Paessaggi delle Acque" di Venezia

"Dalla passione alla professione". Intervento di Gianluca Foresi al "Festival del Medioevo"

Match rosa per l'Orvieto FC. Roberta Dieci presenta il romanzo "I sogni non fanno rumore"

Psr Umbria 2014-2020, svolta nei rapporti con l'organismo pagatore per accelerare i pagamenti

Disco verde al rifacimento del campo sportivo di Sferracavallo

Fs Italiane, rafforzato il Piano anti-aggressioni per salvaguardare personale treni e stazioni

Orvieto FC, le ragazze di mister Seghetta a Norcia. Al PalaPapini big match contro il Foligno

Progetto "Facciamo Musica", aperte le iscrizioni ai corsi musicali

La casa di Kafka

"Festa delle Mille Culture", nel segno dell'aggregazione e della condivisione

Blastofago alla marina, il Comune interviene a tutela della pineta

Bon Ton protagonista a "I Primi d'Italia", il festival nazionale dei primi piatti

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni