cultura

I 'frullati' di Vittorio serviti da Rita

sabato 18 novembre 2006
di Elio Taffi
I diversi giornalisti presenti in sala sapranno fare cronaca adeguata della bella serata poetico-musicale di venerdě 17, inserita nella rassegna “Venti ascensionali 2006”, durante la quale la Sala del Carmine si č fatta piccolo salotto retrň con tanto di tč, buone letture, ospiti promiscui (alcuni vivaci altri inusitati) e gradevole musica di sottofondo. Ecco, č proprio di questa che io vorrei parlare… Vittorio Tarparelli č chiamato ad un compito tanto lieve quanto delicato, quello di fornire note per un flauto che accompagnerŕ alcune voci recitanti (tra cui una Cecilia Stopponi che per il sottoscritto č risultata una vera sorpresa), le quali si contrappunteranno con versi estrapolati dall’ultimo lavoro poetico della luminosa Laura Ricci; “Voce alla notte”, il titolo del libricino… Spesso capita: il connubio parola-musica č in grado di incantare gli spettatori, in particolare quando il testo si rivela cosě felicemente “musicabile” come quello di Laura; e le voci ed il suono melodioso del flauto riescono a trasmettere con giustezza quel clima notturno, misterioso, mielato, sfuggente, decadente che mi fa ricordare perfettamente il sapore delle musiche (in mi bemolle maggiore) per fiati del Mozart del periodo massonico. Orvieto č cittŕ generosa con gli amanti di Calliope: ha dato i natali a numerosi figli, tra cui bravi direttori, violinisti, flautisti, organisti, pianisti, e adesso ci si ricorderŕ anche di un compositore, Vittorio Tarparelli, che ha dato un’impronta di tutto rispetto alla serata regalando dei brani veramente interessanti; laddove il termine interessante non č un imbarazzato aggettivo generico generato dalla ignoranza della materia, bensě la reale sensazione emotiva stimolata dall’ascolto… I teneri “frullati” che Vittorio impone al flauto, quasi a suggerire il verso dei grilli estivi, ed il tema predominante della piccola suite, in scala semimaggiore, sono ancora vivi nella mia memoria e credo anche in quella degli altri attenti astanti, e reclameranno produzioni compositive ulteriori nei prossimi tempi. Indubbiamente, plauso anche a Rita Graziani, le cui doti tecniche, al flauto, sono ben note, e a Laura Ricci, che con le sue suggestioni poetiche ha permesso una serata alternativa e piacevolissima.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità