cultura

A Lubrano, giornalista del consumo consapevole, il premio Grappolo d'Oro. Dentro la notizia le foto di Calici di Stelle

venerdì 11 agosto 2006
È un piccolo regno, Monterubiaglio, il vessillo di una sensibilità rara, da custodire. Un paese dove ti immagini le vigne arrivare sin dentro le cantine per poi riuscire, arredare il bel centro e danzare una farandola attorno al castello. Sarà per il nome – che evoca un vino rubicondo - oppure per aver dato i natali ai fratelli Cotarella; fatto è che la festa di “Calici di Stelle” a Monterubiaglio pare fluire dalla terra con la spontanea grazia d’un tralcio. Così, anche l’edizione “numero 10” della manifestazione dedicata alle stelle cadenti e al vino di qualità (e qui curata dalla Mastrini Production & Comunication) passa in archivio. A dire il vero, di stelle cadenti, per via del tempo, se ne sono viste poche mentre si è corso il rischio di vedere la pioggia. E siccome Monterubiaglio è paese “magico”, un rito apotropaico (un esorcismo che ogni anno si ripete dimostrando una efficacia teutonica) ha scacciato le nubi gonfie di pioggia lasciandone sì delle altre, ma meno proterve. [ Vedi la Galleria Fotografica ] La serata, nelle trame dei convenevoli e dell’accoglienza, era stata preparata dalla Società Itinera in collaborazione con l’associazione Gust’Arte, la Strada dei vini Etrusca-Romana in provincia di Terni, i sommeliers della Fisar di Orvieto. Dodici le cantine presenti, talune anche con i “pezzi da novanta”, e sezione gastronomica in forma di compendio territoriale e distribuita con grande liberalità. Pubblico ordinato, felice. Difficile non esserlo: le ragioni del vino autenticamente buono hanno la forza della gioia. Ne basta poco, pochissimo, per abbandonarsi ai velluti del tatto e alla sequenza di aromi in contrappunto fiorito. Il premio – il “grappolo d’oro”, destinato ad un personaggio pubblico distintosi per la capacità di comunicare e testimoniare efficacemente il mondo del vino – è stato consegnato ad Antonio Lubrano, giornalista RAI e umbro d’elezione (abita da anni a Paciano). Sul palco, oltre al premiato, l’assessore all’Agricoltura della regione Umbria Carlo Liviantoni, Renzo e Riccardo Cotarella, il Sindaco di Castel Viscardo Massimo Tiracorrendo e il vicesindaco e assessore al turismo Daniele Longaroni. Lubrano, felice dell’accoglienza e del riconoscimento, ha reso un poetico omaggio all’Umbria narrando di quel “silenzio” che in queste terre rappresenta lo sfondo che accompagna la natura, i sapori, i colori, le emozioni. Un silenzio che non è afasia quanto risultato di un’armonia di suoni delicati e sottili. Un valore, ha detto Lubrano, da difendere ad ogni costo. Una bella serata animata dalla musica – mai banale e di qualità - di un gruppo di giovanissimi che si è cimentato con i classici del pop inglese e statunitense. Una bella festa per riaffermare la cultura del vino che poi è, in queste terre, qualità della vita, benessere, valori civili e, non da ultimi, valori estetici.

Commenta su Facebook

Accadeva il 15 agosto

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni