cultura

Benedetta Craveri. Tra regine e amanti l'Ancien Régime declinato al femminile

lunedì 24 aprile 2006
di Davide Pompei
Il “Libro Parlante” si richiude e torna sullo scaffale, dando appuntamento alla decima edizione. È una donna a concludere domenica 30 aprile alle 18:15 il lungo weekend orvietano di cultura e a regalare l’ultima emozione della rassegna di quest’anno, aperta l’8 aprile con “I segreti di Roma” di Corrado Augias. Benedetta Craveri presenta “Amanti e Regine”, libro nel quale, con rara capacità di narrare, racconta delle grandi donne della storia che della loro presunta debolezza hanno fatto uno strumento di dominio, influenzando le sorti di uomini al potere, di paesi e intere dinastie. È un viaggio affascinante nell’universo femminile, di rara precisione e bravura, querllo che l’insegnante di lingua e letteratura francese all’Università della Tuscia e membro della commissione per i premi alla cultura della Presidenza del Consiglio compie, concentrando tutta la sua attenzione sulla Versailles dell’Ancien Régime e su quel potere femminile così precario, traballante, effimero e tellurico come la vita stessa. Pagina per pagina, si delineano i ritratti di donne eccezionali e si spalanca un universo sconosciuto su un potere sotterraneo, ma sovrano, che segretamente ha governato la Francia per secoli. E le sue donne sono pronte ad affinare bellezza, scaltrezza, intelligenza, intuizione e, se necessario, crudele perversione svelando l’altra faccia della fastosa ricchezza dei potenti, caricandola di ansia, dolore, senso di abbandono. Il bramato potere diventa per qualcuna peso inutile, intralcio, ingombro per i desideri del re o per il bene della nazione, un destino di ripudio (come la “corona perduta” di Margot), di monacazione (come per Madame La Vallière) o di morte (come per due delle sorelle Mailly). Benedetta Craveri compie un percorso originale e complesso, con una scrittura gradevole che ha il piglio mai noioso della narrativa e la lucida esattezza della biografia storica ben documentata, che mostra il ruolo centrale della donna per le relazioni diplomatiche, l’importanza assunta dalle dame, lascive nei salotti e maliziose nelle camere da letto. L’autrice pone l’accento sull’arte femminile di “pubblicizzarsi”, sulla consapevolezza che queste donne avevano del proprio valore simbolico e quindi sulla grande attenzione che prestavano nel fornire di se stesse un’immagine altamente manipolata, in grado di trasmettere solo ciò che volevano far credere. Il taglio dell’opera, inoltre, illumina trasversalmente tutti i grandi sovrani, svelando segreti difficilmente reperibili altrove. Superlativa e a tratti commovente, la Craveri non indulge su vacui sensazionalismi né scade nella retorica patetica del romanzetto rosa, continuando a delineare le sue figure, fotografandone pregi e difetti, e rimarcando la loro straordinaria capacità di sopravvivere in periodi storici aspri e crudeli. Sovvertendo l’antico pregiudizio per il quale affidare a una donna una qualsivoglia responsabilità di governo sia “cosa ripugnante alla natura, contumelia a Dio, sovvertimento del retto ordine e di ogni principio di giustizia”, l’autrice dimostra come Caterina de’ Medici e tutte le altre regine di cuori, da Anna d’Austria a Maria Antonietta, da Gabrielle d’Estrées a Madame du Barry, quel potere se lo siano arrogato, vanificando leggi e consuetudini che glielo negavano. “Virile o delicata, austera o frivola, libertina o sessuofoba, la preziosa coltivava un’alta idea di se stessa e del rispetto che le era dovuto, e questo atteggiamento non era soltanto frutto dell’orgoglio di casta, ma nasceva dalla tragica consapevolezza della fragilità della condizione femminile”. Attraverso la voce sussurrata delle sue protagoniste, la Craveri riscopre quella “rivoluzione dei salotti” francesi del 1600 andata avanti per due secoli grazie alle donne, che ha conosciuto inciampi, ma che al contrario di sanguinose guerre non ha mietuto nessuna vittima. Le potentissime amanti reali, con la loro formidabile per quanto discreta influenza, per inserirsi negli ingranaggi del potere maschile senza esserne stritolate, dovettero imparare a giocare d’astuzia, a crearsi alleanze e distribuire favori, a farsi maliarde e ammiccanti, a sedurre per corrompere, a punire e sinuosamente uscire di scena al momento giusto. Il lettore spazia tra luoghi istituzionali e impensabili anfratti segreti, luminosi ed oscuri, regge ed alcove, urla di folla e patiboli, dame di incredibile bellezza e regine imperiose, rumori di spada, tende e parrucche, merletti e veleni, attraverso letti e troni risale lungo i sentieri impervi di quell’inverecondo bagaglio di passioni che è l’anima. E su tutto, quella che Montesquieu chiamava “la delicata, lieve, perpetua menzogna dell’amore”. Una rappresentazione fascinosa che la potenza evocativa della parola ha reso viva e palpabile, una narrazione prosaica e poetica che si ferma un attimo prima che l’atmosfera incantata di Versailles si frantumi per sempre. Storie che trasudano femminismo e umanizzano la grande storia, riconducendola ai contraddittori capricci dei sentimenti umani, dal momento che è l’anima il vero palcoscenico dei fatti e la forza motrice della storia.

Questa notizia è correlata a:

Tutti insieme appassionatamente. Con un fitto calendario il Libro Parlante diventa Kermesse letteraria

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 ottobre

"Gli Scalzi di Orvieto: storia di una Confraternita". Presentazione del libro di Luca Giuliani e visita alla chiesa

Riparte "Train...to be cool". La Polizia Ferroviaria di nuovo nelle scuole

"Etruria e Roma". All'Unitre, le lezioni di storia antica a cura di Giuseppe M. Della Fina

Autovelox sulla Cimina. Moneta rassicura: "Serve per controllare revisione e assicurazione"

"Autumn in Todi, suoni e sapori d'autore" nella Città di Jacopone

Pietro

"Giulia Farnese, la Bella". Visita guidata teatralizzata al Castello Orsini

"Dirty Dancing" al Mancinelli. Atteso ritorno per la Compagnia Mastro Titta

"A spasso con ABC" per le meraviglie del Lazio. Narratori del futuro in cerca di un altro sguardo

Nuova seduta per il Consiglio Provinciale. All'ordine del giorno, scuole e strade

"Progettare in Europa". Trenta associazioni al corso di formazione del Cesvol

Nuovi orari di apertura al pubblico degli Uffici Demografici

Un libro per ricordare l'ex sindaco Palozzi, a quindici anni dalla scomparsa

Aperto un conto corrente per sostenere il restauro della Chiesa di Titignano

Al Csco inaugurato il corso per "Tecnico specializzato in accoglienza". In mostra l'arte di Fasasi

Grossi all'Unitus per "Gli usi civici nella Tuscia: la storia, il regime giuridico e l'utilizzazione economica"

E45-E55 Orte-Mestre, via all'ammodernamento delle barriere di sicurezza per oltre 78 milioni di euro

"Un pomeriggio dal dottor Cechov". Appuntamento in Biblioteca per "Libriamoci"

Verso la tariffa puntuale dei rifiuti. L'esecutivo approva il progetto di implementazione del sistema

La lotta all'ictus per tutta l'Umbria riparte da Orvieto

Il Teatro Comunale "Accademia degli Avvaloranti" alza il sipario sulla nuova stagione

Dalla Tuscia all'Amiata, fino in Val d'Orcia. Dove l'autunno si lascia gustare

Olio protagonista con "Frantoi Aperti". Fiumi di oro verde irrigano l'Umbria

La valutazione dell'annata olearia 2016, la vicinanza della Regione al comparto

Dei fiori e di ricordi

Orvieto Fc, vittoria in rosa contro Agello

"Scantinate nel borgo". Tre giorni da bere, tra cantine aperte e sapori tipici

L'Umbria da Papa Francesco. Anche San Venanzo partecipa al pellegrinaggio giubilare

La "Fiera della Castagna e dei Prodotti Tipici della Montagna" compie trent'anni

Ad Ospedaletto gli "Amici del Monte Peglia" organizzano la Fiera della Castagna

Umbria Jazz Winter, aperte le prevendite. Ecco chi arriva a fine anno

Via libera all'accordo di programma per nuovi servizi sanitari. Investimenti per oltre 33 milioni di euro

Ad Orvieto Scalo apre "Rosso Vivo". Nuova pizzeria nei locali dell'ex Coop

A cena con Paci e Ceccherini, a Porta d'Orvieto arriva "La Iena del Don Matteo"

"Tutti per uno". Pranzi e cene di solidarietà nel Lazio per ricostruire l'Alberghiero di Amatrice

Vetrya Orvieto Basket all'esordio casalingo in campionato

Manutenzione in arrivo sulle strade comunali, ecco i centri abitati e zone esterne interessate

"La salute è servita. Come è cambiata la mensa scolastica". In distribuzione l'opuscolo informativo

Gnagnarini fa chiarezza sulla situazione finanziaria del Comune

Di Girolamo ufficializza le dimissioni in Consiglio provinciale

A Caprarola via al ciclo "Esodi". Per parlare di migrazioni, accoglienza e integrazione

In basilica concerto dalla Banda Musicale della Polizia di Stato

"Lago nostro, futuro nostro". Proiezione al Museo della Navigazione delle Acque Interne

"AironeLab: adotta un laboratorio. C'è bisogno di te!"

Manutenzione stradale, presto i lavori. Approvato l'odg presentato da Luciani

Polemiche sui conguagli in bolletta, la Sii chiarisce i contorni della vicenda

Al Museo del Fiore, per imparare a costruire una mangiatoia per gli uccellini

Vendemmia amorosa

In 500 tra volontari e disabili Unitalsi per la Giornata del Malato

Due solitudini e un abito. La sartoria di Pino Strabioli e Alice Spisa convince il Mancinelli

Alzheimer: una lotta contro la disabilità. Un convegno per comprenderlo

Gli allievi dei corsi estivi ospiti a Milano della stagione concertistica di Casa Verdi

Vergaglia (M5S) interroga l'assessore su sviluppo e marketing territoriale per Bardano

Assegnato a Robert Triozzi il premio internazionale "The heart before all"

Linux Day 2014. Il 25 ottobre la giornata dedicata al software libero ed open source.

Di odio si muore tutti

Orvieto Felice e le idee nuove (nuove?) per la cultura.

Pregiudicato denunciato. In macchina aveva un coltello da 25 centimetri

Microchip gratuito per cani, l'iniziativa del Comune a favore degli amici a quattro zampe

A caccia di fantasmi nel Castello di Alviano

Il Centro di documentazione contribuisce al festival di scambio e formazione

Motori caldi per la 27esima Mostra mercato nazionale del tartufo e dei prodotti agroalimentari di qualità

Truffa dei salumi biologici, i suini macellati a Orvieto fino al 2010

L'Orvietana non regge il passo della capolista, all'Amerina i tre punti

Domenica di amarezze: il Ciconia ritrova la via della sconfitta

Riesce l'iniziativa "Puliamo la Piave", ma è polemica su un mandorlo tagliato

Grande domenica di festa per l'Orvieto Basket

Vittorio Franchetti Pardo presenta il volume "La cattedrale di Orvieto: origine e divenire. Scritti editi e inediti"

Dal Prusst 625 mila euro da destinare alla realizzazione del Parco Urbano del Paglia

Gli studenti puliscono e riscoprono un tratto della "Selciata dei Cappuccini"

In barba al commissario

Tagliare, sanare o lasciare: è il giorno dell'improrogabile Consiglio del riequilibrio. Mercoledì 20 ottobre Orvietonews.it seguirà la seduta con frequenti flash in diretta

Sul concerto anche un'interrogazione della consigliera Belcapo

Orvieto e il suo Bilancio

20 ottobre 2010 - Flash dal Consiglio Comunale. La relazione del Sindaco Concina - Disavanzo 2010 a 9 milioni e mezzo di euro da sanarsi con alienazioni. Iter ex Piave da definirsi entro il 2011. Derivati.

L'intervento del Presidente del Consiglio Comunale. Frizza annuncia il suo voto favorevole al bilancio e al documento di Concina

Gli assenti

Alcuni interventi e la replica del sindaco

Dichiarazioni di voto. Tonelli vota a favore e strappa il documento del centro sinistra. Passano le linee programmatiche 11 a 6

Flash dal Consiglio Comunale. Il Bilancio dell'assessore Romiti. Passa il Bilancio e l'anatra zoppa non c'è più

LINUX DAY 2010 - sabato 23 ottobre al Centro Studi. Linux e Scuola per un "cantiere di libera cultura"

"La serva padrona" di Giovanni Battista Pergolesi al Santa Cristina di Porano sabato 23 ottobre

"Il PDCI e il centro sinistra espellano i consiglieri favorevoli alla Giunta Concina": duro dissenso della segreteria provinciale di PRC

Ambiente. 150 studenti di Narni in visita all'Oasi di Alviano

Le linee di indirizzo per il risanamento del Comune di Orvieto

Il PD Orvieto si prepara all'espulsione di Frizza e Meffi: "Finalmente il Partito Democratico può ripartire da una base di maggiore chiarezza"

Un Assessore in mezzo ai giovani

De Sio: "La maggioranza conseguita è il frutto di un'assunzione piena di responsabilità"