cultura

Posegue la Stagione musicale 'Motivi'. Concerto di violino e pianoforte a Palazzo dei Sette

sabato 22 aprile 2006
Prosegue "Motivi", la Stagione musicale organizzata dall'Associazione "Luigi Mancinelli" per concorrere, con il supporto dei Maestri della Scuola di Musica e di alcuni ex allievi di talento o, come in questo caso, da musicisti di altre scuole e di altre regioni, ad animare con buona musica, appartenente a vari generi, la citt. Dopo il Concerto jazz di sabato 8 aprile al Palazzo del Gusto (nella foto) - che ha visto molta partecipazione di pubblico giovanile - e la parentesi pasquale, a deliziare il pubblico sar questa volta, alle ore 18 di sabato 22 aprile a Palazzo dei Sette, il genere classico, con Agostino MATTIONI al violino e Ilaria CARNEVALI al pianoforte. Di seguito il programma previsto: W.A.MOZART Sonata n 13 k 454 in Si b maggiore per vl e pf Largo-Allegro Andante Allegretto L.V. BEETHOVEN Sonata n 7 op. 30 N 12 in Do minore per vl e pf. Allegro con brio Adagio cantabile Scherzo Finale - Allegro M. RAVEL Sonata n1 in sol maggiore per vl e pf Allegretto Blues: Moderato Perpetuum mobile: Allegro Al termine del Concerto l'aperitivo sar offerto dal forno "La Dolce Vita" di Orvieto. Note sui musicisti Agostino Mattioni, nato nel 1978, inizia lo studio del violino presso la Scuola di Musica di Fiesole con il M M. Puliti proseguendo con il M A. Cacciamani, e si diploma nel 2001 allIstituto pareggiato R. Franci di Siena. Prosegue gli studi violinistici con vari maestri tra cui M. Fornaciari, P. Chiavacci, E. Porta, P. Vernikov, A. Vinnitsky, O. Semchuk, A. Krecher, G. Pranzetti, L. Mangiocavallo, con il trio di Parma e F. Rossi per la musica da camera. Dal 2004 stato ammesso al corso di perfezionamento presso il Conservatorio della Svizzera Italiana a Lugano studiando sotto la guida del M C Chiarappa. Frequenta vari corsi orchestrali internazionali. Tra cui quello di Orvieto (Spazio Musica), quello di Saluzzo, il corso Mimesis tenuto dal Teatro del Maggio Musicale Fiorentino dove ricopre varie volte il ruolo di Spalla dei Secondi Violini, la masterclass per orchestrali di Ferrara dove ha occasione di studiare e suonare con T. Brandis e D. Gaede (rispettivamente spalle dei Berliner e Wiener Philarmoniker). Nel 2004 risulta idoneo allaudizione della Malher Jugend Orchestra diretta da Claudio Abbado. Nello stesso anno inizia a collaborare con lOrchestra Sinfonica di Roma con vari direttori e solisti tra cui A. Nanut, O. Maga, G. Nehuold, F. La Vecchia, B. Canino, A. Ciccolini, S. Mintz, B. Belkin, E. Dindo, J. Achucarro, M. Rizzi. Nellestate 2005 viene chiamato a partecipare al Kunstfest di Weimar in Germania in qualit di primo violino dellorchestra del suddetto festival. Nello stesso periodo inizia a dedicarsi anche allo studio e allesecuzione di musica barocca partecipando ad alcuni concerti con L. Ghielmi cembalista di fama internazionale. Ilaria CARNAVALI, nata a Milano nel 1977, ha studiato con Annibale Rebaudengo presso il Conservatorio di Milano, dove si diplomata nel 1999 con il massimo dei voti. Ha proseguito gli studi pianistici perfezionandosi con Alberto Miodini, Gianni Valentini, Robert Leherbaumer, Alain Plans, e, per la musica da camera, col Trio di Parma e con Alain Meunier presso lAccademia Chigiana di Siena. Ha fatto parte dellorchestra giovanile Italiana e dellAccademia del Teatro alla Scala. Attualmente prosegue gli studi composizione e sta per conseguire il biennio di specializzazione in pianoforte al Conservatorio di Milano. Insegna pianoforte ed pianista accompagnatrice alla Scuola di Musica di Fiesole. Si dedica in particolare alla musica da camera, con cui ha avuto importanti esperienze in svariate formazioni dal duo al quintetto. Ha suonato per vari festival (Autunno Musicale di Como, Festival di Barga, Societ dei Concerti di Milano, Aosta Classica) e in importanti sale da concerto in Italia e in Europa, tra cui, recentemente, la Kammermusiksaal della Philharmonie a Berlino, in un programma di musica da camera in collaborazione con alcuni membri dellorchestra.

Commenta su Facebook

Accadeva il 27 maggio