SCOPRI

Offerta Banner
99 euro per 30 giorni

cultura

Dai tesori dell'OPSM: un'Annunciata del tutto particolare

sabato 22 ottobre 2005
di Laura Ricci
Paul Valéry affermava, tra i molti pensosi lampi che con seria provocazione ha lanciato, che si dovrebbe andare nell’immensa, pregevole sommatoria di un grande museo per vedere una sola opera: soffermarsi e cercare di carpirne il segreto. Era un parco, un essenziale, a suo modo un asceta: sapeva che per entrare nel profondo bisogna rinunciare alla quantità.
Penso a questa boutade, peraltro fatta da un esperto (era membro, nel suo Paese, del Consiglio dei Musei nazionali), ogni volta che, in un museo, un’opera – tra le molte e molto pregevoli che in ogni museo naturalmente sono – mi immette nella sua totale fascinazione; ossia: mi coinvolge, mi emoziona, mi rapisce, mi svela qualcosa di sé e di me, in qualche modo mi regala il suo segreto. Non accade poi così spesso, ma accade. E forse Paul Valéry aveva ragione, perché, in ogni museo, se accade, non avviene comunque più di una volta.

Non è per tutti lo stesso luogo, la stessa tela, la stessa statua; le epifanie hanno strati diversi e differenziati: è comunque qualcosa per cui ci diciamo “ ecco, solo per questo, anche solo per questo è valsa la pena essere qui ".



Per me, una delle rivelazioni più fonde, un’emozione-fascinazione fortissima è stato l’incontro con l’Annunciata e l’Angelo annunciante di Francesco Mochi. Se, più viaggiatrice che residente, avessi percorso anche mille chilometri e oltre per raggiungerli casualmente, solo questo sarebbe bastato a farmi ritenere appagata dal viaggio.

Lei è lì, una Vergine annunciata come non se ne sono mai viste, del tutto lontana dalla ieratica innocenza di ogni altra Annunziata scolpita o dipinta. Non un’ignara, stupita, ingenua, inconsapevole adolescente: più Visionaria che Vergine lei sa. Quel suo volto drammatico, quello sgomento, quello sguardo increspato, doloroso, conoscono già quello che sarà il dolore della Madre. La Madre che è già in quel suo corpo: formoso, maturo, possente, una maternità consumata più che da accogliere.



Maria è lì, sorpresa e impaurita, sembra quasi difendersi, resistere al turbinio dell’angelo: è come se sapesse quale fardello dovrà sostenere. Mater prescelta, ma anche mater dolorosa. E lui, l’Angelo annunciante, nel turbinio delle sue vesti, nell’inarrestabile posa, non demorde, indica: ... vuolsi così colà dove si puote… Resistere non è consentito: l’angelo vorticoso, imperioso, blocca la donna al suo destino, ne decreta senza scampo la maternità sofferta.

Tutto questo potremmo spiegarlo con la storia dell’arte, con il superamento del Manierismo, forse con la sacra, sensuale “perversione” del Barocco. Francesco Mochi gli appartiene (Montevarchi 1580 - Roma 1654), anzi ne è anticipatore; e l’Annunziata e il suo Angelo furono eseguiti tra il 1605 e il 1608, per incarico della famiglia Farnese, per essere posti – cosa che non fu – ai lati del Coro della Cattedrale: per questo sono così inscindibili, così dolorosamente complici.
Potremmo spiegarlo, ma in questo contesto non occorre. La fascinazione è come la grazia, non ha bisogno di enunciazioni troppo logiche: semplicemente "è", ed è poetica.

Le foto nell'articolo compaiono per gentile concessione dell'Opera del Duomo.

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 novembre

Volontari nei supermercati, torna la "Giornata Nazionale della Colletta Alimentare"

L'armatura etrusca della "Tomba del Guerriero" va in esposizione in Germania

L'Istituto "Dalla Chiesa" in evidenza al Young G7 di Terni

Al "Moby Dick" marionette e matite svelano i segreti di Pinocchio

"Agisci oggi per cambiare domani". L'impegno del Lions Club nella lotta al diabete

Insieme per contrastare il diabete, l'Azienda Usl Umbria 2 sottoscrive la convenzione con sei onlus

Omphalos Lgbti: "Crociata medioevale contro i libri sulle famiglie"

Caos treni, Marini: "Stiamo lavorando per tutta la regione. Frecciarossa da Perugia ma anche su Orte"

Consiglio comunale straordinario sul futuro della sanità locale

"Tartaruga mon amour". Festa a sostegno delle attività integrate dell'Asd Tartaruga Xyz

Riparte da Sipicciano il progetto "LibriLiberi" con il seminario "Libera la Voce"

Femminicidio, le consigliere di parità: "Occorrono più iniziative e più risorse"

Addio a Pier Augusto Breccia, il Maestro della Pittura Ermeneutica

Geotermia, acqua, rifiuti e discariche al centro di un incontro pubblico

Cresce l'attesa per "Orte in Cantina", percorso enogastronomico itinerante con vini di qualità

A Palazzo Coelli, l'ISAO promuove una Giornata di Studi su Ippolito Scalza

Maratona dell'Olio, "l'oro verde per promuovere le nostre bellezze"

Pavimentazione di Via Manzoni ripristinata entro il primo semestre 2018

Giornata di Studi dedicata a S.Bonaventua di Bagnoregio nell'ottavo centenario della nascita

"Una voce contro il silenzio. Jazz contro la violenza sulle donne" al Teatro Boni

Stefano Stellati confermato presidente dell'Unione Giovani Commercialisti

Festa dell'Albero 2017, oltre cento nuove piantumazioni per favorire il ritorno dello scoiattolo rosso

Al Teatro Caffeina, Francesco Caringella presenta "Dieci lezioni sulla giustizia"

Cgil, Cisl e Uil presentano le buone prassi per la salute e la sicurezza nei posti di lavoro

Storia dell'Arte all'Unitre, Donato Catamo svela il mondo di Pablo Picasso

Attesa finita, si inaugura la Complanare. Tappa per tappa, il lungo iter

Sostenibilità ambientale, obiettivo cardine del Piano d'Ambito Regionale

"La Piazzetta" porta in scena la commedia "Purga e Cioccolato"

Con Teatro Studio parte la rassegna di corti teatrali in Biblioteca

"Ma io non me la cerco mai!". Due giorni di appuntamenti con l'Associazione Battiti

I Carabinieri celebrano la Virgo Fidelis, patrona dell'Arma

"Orvieto, ripartiamo insieme". Microfono aperto a Palazzo dei Sette

Iniziativa del comitato AdessoOrvieto per Matteo Renzi con il sindaco di Fabro Maurizio Terzino

A Villa Faina di San Venanzo la mostra "La protesta nuda" del pittore Massimo Musicanti

Le donne uccise in Italia nel 2012

Le iniziative parlamentari

Allo Scalo niente luminarie natalizie ma aiuti concreti agli alluvionati

Presso il Palazzo di Maria Bambina incontro su "Iniziazione cristiana di stile catecumenale"

Pane, Olio e Fantasia. Il programma

Al ridotto del Mancinelli grande emozione per la prima del progetto nazionale "Nati per la Musica"

Dal SII oltre 800mila euro di investimento per l'emergenza. Depuratori e impianti di distribuzione: "nessun problema di potabilità"

Dissesto idrogeologico, riunione Regioni-Ministro Ambiente. L'assessore Rometti: "Bene l'impegno del Ministro"

Avviata in Comune la raccolta di firme a sostegno dell'iniziativa referendaria sulle indennità spettanti ai parlamentari

Assistenza e consulenza sulle auto alluvionate

Iniziativa di solidarietà privata

Agevolazioni per acquisti di ferramenta ed utensileria

Il MaxiGiuli riapre sabato 24 novembre

La ORA di Fausto Paradiso operativa con le revisioni, officina in riapertura

La COAR della famiglia Anselmi ha riaperto ed è operativa

Assistenza gratuita sui pc alluvionati

La Autoforniture della famiglia Sborra operativa con servizio consegna ricambi

Danni per oltre 220 milioni di euro dalle alluvioni. La presidente Marini in Commissione Ambiente alla Camera

Alluvione. Come potremmo limitare i danni?

Olio consapevole con l'Associazione L'Albero di Antonia

Fine settimana dedicato all'olio. A Ficulle c'è "OlioDiVino"