cultura

Parole e immagini alla Galleria Zerotre. Ambra Laurenzi al suono di Emily Dickinson

giovedì 21 aprile 2005
Appuntamento innovativo venerdì sera alla Galleria Zerotre di Liliana Grasso. Nella galleria, rinnovata negli ambienti per la nuova stagione, non saranno solo le suggestive immagini fotografiche di Ambra Laurenzi ad accogliere, ma le parole precise e taglienti, sospese ma sempre scagliate con esattezza a un personalissimo bersaglio di Emily Dickinson.
L'appuntamento è per le ore 21, nell'ambito delle iniziative che la nostra rivista on line www.fabruaria.it ha organizzato in collaborazione con la Biblioteca Comunale "Luigi Fumi", il Laboratorio Teatro Orvieto e, in questo caso, la preziosa disponibilità della Galleria Zerotre.
La mostra, che si intitola "Silenzi", vuole suggerire quei silenzi per così dire "parlanti", evocatori di "altro", quei luoghi/non luoghi - atmosfere spiazzanti dell'anima - che sia le immagini di Ambra Laurenzi, sia le parole di Emily Dickinson, attraverso diversi segni riescono inequivocabilmente a suggerire. Non è un caso che si chiami "Silenzi", edita da Feltrinelli, una delle più riuscite raccolte di versi di Emily Dickinson, tradotta e curata da Barbara Lanari.

La mostra fotografica di Ambra Laurenzi resterà aperta fino al 28 aprile.

Venerdì sera l'autrice sarà presentata da Maria Luisa Salvadori, direttrice della Biblioteca Comunale e redattrice di Fabruaria. Successivamente Elisabetta Spallaccia - attrice del Laboratorio Teatro Orvieto - Teresa Equitani e Laura Ricci leggeranno alcuni testi di Emily Dickinson. A conclusione delle letture sarà Elisabetta Spallaccia a interpretare uno stupendo, emblematico testo di Georges Pérec

Commenta su Facebook