cultura

Il Mancinelli organizza una trasferta romana per il Cirque du Soleil

venerdì 22 ottobre 2004
sabato prossimo, 23 ottobre, tre pullman granturismo partiranno da Orvieto per Roma, in occasione della trasferta organizzata dall' Associazione Teatro Mancinelli per assistere allo spettacolo "Saltimbanco" del Cirque du Soleil. Sono rimasti solo 10 posti disponibili che si possono ancora prenotare telefonando al n. 0763.340493 Il grandioso evento teatrale stato inserito fuori abbonamento nella Stagione di Prosa 2004/2005 del Mancinelli.

Il Cirque du Soleil fu fondato a Quebec nel 1984 da Guy Lalibert ex suonatore di fisarmonica, trampoliere e mangiafuoco che, lavorando con un team specializzato, riuscito ad elevare l'arte circense all'altezza delle maggiori discipline artistiche. l'unico circo al mondo a non far uso di animali ed oggi costituito da una compagnia internazionale che stupisce e affascina gli spettatori con numeri acrobatici di altissimo livello. Dal 1985 gli oltre 20 spettacoli prodotti e diretti dal poliedrico regista Franco Dragone hanno girato tutto il mondo.

Uno di questi, Saltimbanco, creato nel 1992, ha debuttato a Milano il 29 aprile scorso ed ora a Roma dove ha trovato unarea abbastanza ampia da contenere gli imponenti tendoni e tutto il vastissimo complesso organizzativo. Saltimbanco stato ideato da Lalibert per celebrare la vitalit della categoria di artisti di strada a cui anch'egli apparteneva da giovane, prima di arrivare a dirigere la grandiosa compagnia del Cirque du Soleil. Pi di cinquanta "saltimbanchi" si esibiranno nel Grand Chapiteau che pu ospitare 2500 posti. Gli artisti vivono in una citt ambulante e coniugano l'arte tradizionale con una tecnologia sempre pi ardita. Si assiste cos a uno spettacolo popolare basato su una prodigiosa abilit ginnica che suscita forti emozioni nel pubblico, ma che allo stesso tempo raffinato poich usa una tecnica acrobatica di alto livello, una grande precisione sia dal punto di vista coreografico che individuale e un sincronismo perfetto nell'alternanza dei vari esercizi. I numeri provenienti dal vecchio circo, come l'acrobazia, la giocoleria, vengono mischiati con il teatro, il mimo, la danza, realizzati con strumenti di alta tecnologia, come i pirotecnici disegni delle luci di Luc Lafortune e le macchine sceniche.

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 gennaio