cultura

La storia di Tersilio Albergati approda in teatro

giovedì 27 maggio 2004

Il lavoro “La grande famiglia”, progetto che stato articolato nell’arco di un triennio, debutta questo week-end alla Sala del Carmine – rispettivamente sabato 29 maggio alle 17 e domenica 30 alle 21 - con la sua prima parte, dal titolo “Il prezzo della libert”.

Il laboratorio, nato dalla collaborazione dell’Universit della Terza Et, del Laboratorio Teatro Orvieto e del Centro Musica, che hanno messo in campo le competenze di Anna Colasanti, Elisabetta Spallaccia e Anna Rita Catarcia, stato concepito con lo scopo di rinvigorire, attraverso il ricordo, le capacit mnemoniche degli anziani, indebolite non tanto dall’et, quanto dal venir meno di opportuni stimoli familiari e sociali. Gli interlocutori sono stati un gruppo di iscritti dell’Uni3 che, mettendo in comune le esperienze del proprio passato, hanno costituito una sorta di famiglia allargata, i cui legami sono dati dall’aver vissuto i medesimi tempi e le stesse vicende storiche. Sono cos venuti in superficie, a formare materia dello spettacolo, le loro testimonianze, accompagnate da musiche anch’esse scaturite, quasi per intero, dal loro ricordo. I filmati, invece, sono il risultato di una ricerca delle docenti presso gli archivi dell’Istituto Luce.

Il progetto, oltre che dall’Uni3, stato finanziato dalla Provincia di Terni, dal Comune di Orvieto e dall’Associazione di Studi Storici, Economici e Ambientali “Il Paglia Onlus”.

Sceneggiatura e Consulenza storica: Anna Colasanti

Musiche e Coro: Anna Rita Catarcia

Luci e Montaggio video: Daniele Cipolletti

Regia: Elisabetta Spallaccia

Interpreti: Tersilio Albergati, Giuseppina Baffo, Francesca Bianchini, Iva Bottoni, Raniero Caiello, Pina Camilleri, Anna Catalano, Uliana Ermini, Udilia Forbicioni, Dino Gnagnarini, Cesira Menichetti, Gabriella Michelangeli, Erina Navetto, Bruna Picciaia, Elena Tittocchia, Anna Maria Tomba, Silvana Tomba, Gina Urbano, Mario Veschitelli

Grazie alla sua testimonianza la magistratura riapr il caso

Commenta su Facebook