cultura

Serata di Rock e spiritualità in Piazza Duomo

mercoledì 20 agosto 2003
di Davide Breccia

Successo e partecipazione per la manifestazione "I feel God", tourneè organizzata dall Chiesa Evangelica Internazionale.
Uno spettacolo basato essenzialmente sulla trasmissione di messaggi religiosi nati dal Credo Cristiano, al pubblico, eseguito in manera forse anomala per argomenti di questo tipo; in effetti, già dalla partenza, a tutto si poteva pensare tranne che ad una totale dimostrazione di amore verso Dio e verso tutto ciò che egli rappresenta per l'umanità. Forse l'unica maniera di regalare al rock una piazza straordinaria come quella della Cattedrale.

Ad aprire la serata gli Oficina G3, band brasiliana che in Brasile vanta un successo enorme, basti pensare che il loro ultimo lavoro ha venduto oltre 150.000 copie; un esplosione di Hard Rock di un impatto potentissimo, con musica di qualità ad altissimo livello tecnico, ma sempre con testi esclusivamente ispirati a Gesù Cristo e alla sua vita.

A seguire è salito sul palco Julim Barbosa (nella foto); cantante brasiliano e virtuosissimo chitarrista, che ha eseguito alcuni suoi pezzi, sempre di natura spirituale, accompagnato dagli stessi Oficina G3.
Sino ad arrivare al momento di Ornella Vanoni, che ultimamente sta collaborando con Julim Barbosa e con il progetto Ministerosabaoth della Chiesa Evangelica Internazionale; la celebre interprete ha eseguito un pezzo dello stesso Barbosa, uno di Sergio Endrigo ed un suo pezzo, tutti a volgere un messaggio di Fede cristiana.

Poi è stata la volta di un recital, dove dei bravi attori hanno messo in scena una piccola reinterpretazione della tragedia di Shakespeare Romeo e Giulietta, dove però le tragiche morti finali che tutti conosciamo, sono state sostituite da una rinuncia al suicidio dopo aver appreso il vero valore della vità per l'importanza attribuitagli dal Cristo a seguito degli sbagli dell'umanità nati dal peccato originale

In conclusione l'ultimo pezzo di saluto e presentazione; "Gloria a Lui" di Barbosa, con cui lo spettacolo ha avuto termine.
Uno spettacolo sicuramente interessante, un modo forse non convenzionale di vivere i messaggi spirituali cristiani, ma che certamente ha i suoi positivi riscontri sia nel pubblico che negli stessi interpreti di questa sconfinata realtà.

Tutto l'evento sarà di nuovo in scena ad Assisi il 21 Agosto.

Commenta su Facebook