cultura

Il turismo orvietano premiato a Cracovia

venerdì 23 maggio 2003
Lo scorso 17 maggio, a Cracovia (Polonia), la Città di Orvieto è stata premiata nella sessione riservata al "turismo religioso e culturale", nell'ambito dei premi europei ai "Benemeriti del turismo". Si è trattato della 21^ edizione dei premi europei "benemeriti del Turismo e dell'Ospitalità" e "Una vita per il turismo" che ogni anno vengono assegnati dalla Federazione Europea della Stampa Turistica.

Oltre ad Orvieto, nella sessione "turismo culturale e religioso" sono state premiate le città di Montefalco e Montecassino. Nella sessione dedicata alla "promozione e sviluppo del turismo culturale" è stata premiata la città di Siena, mentre la città di San Gimignano per il "turismo sostenibile" e le Terme liguri di Pigna per il "turismo termale", ad Otranto e a meta di Sorrento è andato il premio per il "turismo marinaro". Altri premi individuali, sono andati a Donatella Cinelli Colombini (Toscana) pioniere dello sviluppo dell'eno-turismo, al giornalista Enrico Bosi per l'informazione turistica, all'Hotel Tiziano di Lecce e alla Framon Hotel Group per l'ospitalità alberghiera.

Riconoscimenti, infine, agli istituti alberghieri de L'Aquila e di Vico Equense nonché ad aziende agrituristiche. Il riconoscimento è stato ritirato dal rappresentante del Comune di Orvieto, Sandro Gulino, delegato per le politiche dei gemellaggi, nel corso della cerimonia che si è svolta nei saloni del Palazzo della Città di Cracovia, che ha ricevuto il premio quale "Capitale Culturale della Polonia", alla presenza delle massime autorità turistiche nazionali, nonché di altri paesi europei.

Questa notizia è correlata a:

Commenta su Facebook