cultura

Nasce l'università del Gusto

venerdì 15 novembre 2002
La Provincia di Terni, il Comune di Orvieto e la Comunità Montana “Monte Peglia e Selva di Meana”, alla presenza dei rispettivi rappresentanti, l’Assessore al Turismo Fabio Paparelli, il sindaco Stefano Cimicchi e il presidente Valentino Filippetti, hanno sottoscritto il protocollo d’intesa per la costituzione del “Palazzo del Gusto” che troverà sede presso l’ex complesso del San Giovanni di Orvieto, di proprietà dell’Amministrazione provinciale. Il protocollo d’intesa, con valenza triennale, dà vita ad una vera e propria accademia del gusto in Umbria e tra le poche esperienze esistenti in tutta Italia, privilegiando la valorizzazione delle tipicità enogastronomiche regionali e nazionali e ponendosi come un centro di alta specializzazione nel settore dell’alimentazione e dei prodotti tipici, nonché per la valorizzazione della produzione vitivinicola umbra di qualità, in considerazione soprattutto della presenza dell’Enoteca.

Il Palazzo del Gusto ospiterà infatti tutte le attività legate al turismo enogastronomico e alla promozione dei prodotti locali, potenziando anche l’attività dell’enoteca regionale, già esistente nel complesso. All’interno del “Palazzo” opereranno soggetti istituzionali come l’Enoteca Regionale, l’Istituto del Diritto del Vino, l’Associazione Città Slow, l’Associazione della strada dei Vini Etrusco-Romana della provincia di Terni, le associazioni, come la Condotta Slow Food di Orvieto, la sezione dell’Accademia Italiana di Cucina, le associazioni di Sommelier, il Consorzio Terra e Arte. Sempre all’interno del Palazzo del Gusto sono previsti anche corsi di formazione, come il corso di laurea in Enologia dell’Università di Perugia, il corso di diploma Turistico-Alberghiero dell’Ipsia di Orvieto, l’Accademia del Gusto, corsi master Slow Food, Fondazione Angelo Celli, corso di Antropologia medica e Storia dell’Alimentazione.

Gli Enti firmatari del protocollo chiederanno alla Regione dell’Umbria di impegnarsi a prevedere nell’ambito della programmazione regionale e comunitaria strumenti di potenziamento e promozione del Palazzo del Gusto. Un comitato tecnico, composto dai delegati dei vari enti interessati al progetto sovrintenderà all’attuazione del protocollo d’intesa.

“Con la firma del protocollo d’intesa e l’allocazione presso il San Giovanni del Palazzo del Gusto – dichiara l’Assessore al Turismo Fabio Paparelli – Orvieto si candida a pieno titolo a diventare il polo d’attrazione di eccellenza del turismo enogastronomico che uno dei fattori motivazionali oggi più importanti sul mercato turistico

Commenta su Facebook

Accadeva il 26 maggio

L'Alta Tuscia riscopre i gioielli. Invito a Civita, Palazzo Monaldeschi e la Serpara

Due ori e tre bronzi per la Scuola Keikenkai al 2° Campionato Europeo di Karate Iku

Staffetta dei Quartieri. All'ombra del Duomo si corre la 51esima edizione

La Zambelli Orvieto si ferma sul più bello col Casal De' Pazzi

"Focus on pain" a Palazzo Alemanni. Seconda edizione per il congresso medico

Piazza del Popolo, parcheggi a disco orario non più a pagamento

"L'Eucarestia nell'arte cristiana". Conferenza Rotary in Duomo

Corso da tecnico audio e corso di informatica musicale al "Tuscia in Jazz 2016"

Alla Galleria Falzacappa Benci di passaggio i pellegrini di Giorgio Pulselli

A Guardea ed Alviano le musiche di Piovani e Morricone per il Concerto di Primavera

"Basta un Sì per cambiare l'Italia". Incontro a Sferracavallo con Luca Castelli

La Kansas State University sempre più presente sul territorio orvietano

Legambiente denuncia gravi profili di illegittimità del calendario venatorio

Il Coro degli Alpini dei Monti Lessini in concerto

Filippo Orsini relaziona su "Bartolomeo d'Alviano, Todi e l'Umbria tra XV e XVI secolo"

"Una buona stagione per l'Italia. Idee e proposte per la ricostruzione del Paese e dell'Europa"

Alla scuola Frezzolini di Sferracavallo s'inaugura la biblioteca "Sheradzade"

Nasce l'Albo sostenitori "Orvieto Cittaslow". Ecco da chi è composta la commissione

Divieto di pesca per consumo alimentare sul Paglia, scatta l'ordinanza del sindaco

"Etruschi 3D". Presentata la mostra multimediale curata dall'Associazione Historia

Che cos'è "Etruschi 3D"