cultura

Uno psicologo per beneficenza

mercoledì 23 ottobre 2002
Il 28 ottobre p.v. lo “PSICOLOGO DELLA STRADA” STEFANO PIERI con la sua band degli PSYCHO - composta da Edoardo Lombardozzi alle chitarre e voce, Alessandro Graziani alla batteria e percussioni, Stefano Corradino alle tastiere e voce - parteciperanno ad una serata di beneficenza (inizio ore 19.30) che si terr presso la Sala degli Archi del Palazzo dei Sette ad Orvieto (Terni): la chiusura ufficiale del fortunatissimo tour del progetto “UNA PIAZZA PER AMARE”, che proprio da Orvieto ha preso il via il 15 giugno scorso, toccando nel corso dei mesi varie localit d’Italia e riscuotendo ovunque un grande successo (l’ultima esibizione il 28 settembre scorso al Teatro dell’Unione di Viterbo in occasione di una manifestazione scolastica, di fronte a 1500 ragazzi). Come nelle altre tappe della tourne, il dott. Pieri presenter a Orvieto le sue canzoni incentrate sul tema dell’affettivit con le sue dinamiche, i suoi sviluppi e le sue problematiche, canzoni nelle quali ad esempio sono messe in luce le grandi difficolt di costruire legami che possano avere un vero significato affettivo, e quindi la dimensione distruttiva che ne consegue, dimensione distruttiva che purtroppo in questi ultimi tempi si sta facendo strada, attraverso episodi di estrema violenza sempre pi frequenti generati dall’incapacit di vivere il distacco da determinate situazioni affettive ormai chiuse o addirittura mai nate, un’incapacit che dipendenza. Noi siamo contro la dipendenza: il rapporto affettivo fra due persone deve nascere sempre dalla soddisfazione di un desiderio, e non dalla ricerca di un bisogno da appagare. Il desiderio si pu soddisfare con una grande spinta emotiva che deve nascere dalla storia personale, dal vissuto dell’individuo che deve essere capace di decidere cosa vivere e con chi, e grazie a ci diventa poi possibile costruire un rapporto d’amore addirittura infallibile. Riteniamo che la comunicazione sia fondamentale per far conoscere i contenuti delle nostre iniziative, soprattutto perch la base del nostro lavoro vuole essere opera di informazione per quella parte di popolazione che troppo spesso rimane relegata nei propri schemi e abitudini, e che quindi ha bisogno di stimoli diversi per conoscere le parti migliori di se stessa, e per rendersi anche disponibile al servizio del sociale. La comunicazione con gli altri fondamentale per arrivare nel miglior modo possibile alla chiarezza con se stessi e con l’interlocutore, per dare vita ad un rapporto senza sofferenza: non a caso l’ultimo brano dello “PSICOLOGO DELLA STRADA”, intitolato “IO QUI’ TU LI’”, che sar eseguito per la prima volta in pubblico proprio ad Orvieto, tratta dell’incomunicabilit e delle soluzioni per risolverla. Proprio per favorire la divulgazione dei nostri progetti su una scala molto vasta abbiamo attivato un indirizzo di posta elettronica - psicologodellastrada@libero.it - e da pochi giorni online il sito ufficiale dello “PSICOLOGO DELLA STRADA”, all’indirizzo WWW.PSYCHOSTREET.IT. L’esibizione dello “PSICOLOGO DELLA STRADA” sar presentata dal noto giornalista e scrittore CESARE LANZA, autore di “Domenica In” e di interviste, opinioni e rubriche per alcune delle pi importanti testate italiane; nell’occasione si terr la presentazione della sua ultima fatica letteraria - PECCATI, raccolta di “interviste senza reticenze” con 29 donne famose che ogni giorno popolano le cronache dei mass media, giunta alla seconda ristampa - che si svolger sotto forma di talk-show con il pubblico, mentre il dott. Pieri illustrer gli aspetti analitici del libro, da cui emerge l’importanza e la valorizzazione della personalit della donna, al di l della maschera impostale dalla sua appartenenza allo star system. Moderatrice della serata, organizzata con il patrocinio del Comune di Orvieto e in collaborazione con F.I.D.A.P.A., Lions Club, Panathlon Club e Rotary Club, sar la giornalista del settimanale “ANNA” ALESSIA ERCOLINI; interverr inoltre la giornalista del settimanale “OGGI” CANDIDA MORVILLO. L’incasso sar devoluto alla Comunit Don Mazzi, insieme con una parte dei proventi derivanti dalla vendita del libro.

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 gennaio